Gen 12

Grandi firme all'Arcoveggio

Ippodromo BolognaMercoledì bolognese con un autentico parterre de roi ad attendere gli appassionati: il capolista Enrico Bellei sfidato dal gotha delle redini lunghe convenuto lungo la via Emilia ad impreziosire un convegno incentrato sulla sfida all'insegna della velocità riservata agli indigeni di quattro anni. Da Pietro Gubellini a Roberto Vecchione, passando per Andreghetti e Lorenzo Baldi ecco il top proposto dal trotto nazionale in missione all'Arcoveggio, il tutto per un clou che ha in Nalda Nof una favorita dalle chiare chance, in virtù del suo ruolino di marcia che parla di un record di 1.12.0 e di una suite di sei successi a fila da quando è passata al team Gubellini /Rantanen. Le incognite legate alla forma della rientrante figlia del sire Supergill, aprono di fatto il pronostico agli altri cinque contendenti, dalla ritrovata Nunca Mas, con Beppe Lombardo Jr in tolda di comando, alla femmina di casa Baldi, Nolita Om, e a Nicholas Cage, assolutamente competitivo nel frangente. Si apre alle 14.30 con Bellei sugli scudi grazie alle buone voci giunte dal Veneto riguardo ad Obscurio, un allievo di Enrico Zanetti che l'Enrico Nazionale improvviserà da par suo, mirando al bis poco dopo in compagnia di Olaf Rivarco, allievo del training center diretto in compartecipazione con Gennaro Casillo ed il redivivo Claus Hollmann. L'agonismo dei gentleman trova adeguato sfogo in un affollato miglio posto come terzo evento: qui Lion Ross e Michele Canali godono dei favori di un labile pronostico, avvicinati nelle preferenze dall'affiatata coppia formata da Maddalena Varsori e dall'aitante Ernest Renan, nonché dal duo Leggendario/Alessandro Raspante. Alla quarta, un handicap ad evidente trazione posteriore, grande attesa per il match tra Bellei e Gubellini, agguerriti interpreti di Mistral D'Alfa e Maithe. La sfida tra il gotha dei piloti tricolori assume ulteriore pregio quando si arriva alla sesta corsa, due giri di pista per specialisti della velocità con Ioris e Max Castaldo in fuga al via, con Immanuel Kant e Pippo Gubellini a fronteggiarne l'ardore lungo il percorso, mentre il "classico" Meriggio trova in Marcello di Nicola l'ideale compagno di viaggio per aspirare ad un podio che ne confermi i recenti progressi; la coppia Mordida Bar/Bellei starà probabilmente alla finestra in attesa di eventi favorevoli al suo finish conclusivo. Si va verso l'epilogo, con i tre anni alla settima e Namec Rl pronto al terzo hurrah consecutivo affidato al nuovo compagno Francesco Facci, mentre all'ottava l'entusiasmo degli allievi trova la complicità di rodati anziani capeggiati al betting da Mozart By Pass, ospite lombardo con Pedrazzini alle redini.

Questa news è stata letta 736 volte dal 12 Gennaio 2011