Ott 31

L'ippica torinese Ŕ preoccupata per il futuro

Ippodromo TorinoMercoledý 30 ottobre l'amministratore delegato di HippoGroup Torinese Melzi d'Eril ha avuto un incontro con tutte le forze ippiche di Torino, guidatori, proprietari, gentlemen e allevatori. Motivo del contendere l'annuncio, drammatico, del ministro delle politiche agricole, Romano, che per il 2012 verranno a mancare i fondi da parte di questo ministero che hanno sin qui consentito all'ippica italiana di garantire un bilancio accettabile. Romano, nel corso della conferenza stampa svoltasi sempre mercoledý a Roma, ha annunciato che sarÓ AAMS a doversi occupare delle risorse per il mondo dei cavalli. Tutto ci˛ significa rifondazione del mondo delle scommesse e rispetto di tutte le esigenze "vita" per gli ippici. Ma una ristrutturazione del mondo delle scommesse, da anni auspicata, in questo clima politico, suona come un traguardo molto difficile da raggiungere, soprattutto in chiave temporale.
L'interpretazione delle parole di Romano Ŕ in sintesi suonata come un campanello d'allarme dal suono forte, per non dire fortissimo. Tutte le categorie hanno espresso non solo preoccupazione ma il desiderio di intervenire in modo aggressivo per il rispetto di tutti. Avendo una volta tanto al proprio fianco le societÓ di corse.

Questa news è stata letta 492 volte dal 31 Ottobre 2011