Ott 31

San Siro: il giorno del Mangelli

Trotto GenericaPer gli ippici milanesi il primo di Novembre è da sempre sinonimo di Gran Premio Orsi Mangelli. Anche quest’anno l’Ippodromo milanese offre un contorno di assoluto valore per prentare una riunione da non mancare. Oltre alle batterie ed alla finale del Mangelli, ci saranno il Mangelli filly, riservato alle femmine, ed i Premi delle Aste, con i migliori puledri comprati alle Aste divisi per sesso. Il Mangelli è caratterizzato dalla sempre affascinante formula delle batterie, di 12 partenti, che qualificano i primi 5 di ogni prova per la finale. Nella batteria Casoli si presenta Oyster Kronos, la dominatrice delle Oaks romane, a misurarla nel lancio ci sarà Owen’s Club mentre, penalizzati dalla seconda fila, troviamo Obama Gar, in cerca di riscatto ed il finlandese Brad de Veluwe, 9 primi su 10 corse. Il figlio di Andover Hall, in prima fila, sarebbe stato il favorito della corsa. Così le cose si complicano ma, nel caso dovesse riuscire a qualificarsi con la possibilità di scegliere un numero in prima fila per la finale, avrebbe grosse chance per la vittoria finale. Nella Guzzinati abbiamo i primi due arrivati del Derby, la vincitrice Olona OK, relegata in seconda fila, ed Occhione Jet che invece si avvierà dal centro della prima fila. Tra gli stranieri abbiamo Orlando e Cashmere n Caviar, che sembrano aver perso la forma della carriera a 2 anni, Univers Turgot che ha frequentato la buona categoria francese con qualche piazzamento, Lobell Countess, tedesca con un 6 su 7 che ha finora preferito la lunga distanza, e quel Kash’s Cantab che quella volpe di Stig Johansson potrebbe aver preparato proprio per colpire a Milano. Tra gli altri On the Way Grif che sembra in fase calante e quell’Orleans Font che legittima questo primo tentativo in prima categoria con la facile vittoria in 1.12.5 proprio a Milano. Nel Filly Orleans OM dopo lo sfortunato tentativo nel Derby, torna a comopetere tra le femmine dove ha già saputo primeggiare come nel Marangoni Filly. La portacolori della Bellosguardo dovrà vedersela con le due allieve di Svandsted, Coco Chip, che resta su 5 vittorie, ed Oceano di Venere, che forse vale di più di quanto non dica la carta. Tra le indigene Orsia che vuol rifarsi della battuta di arresto nel Derby, Omera Win SM, terza nelle Oaks, ed anche quella Oklahoma Ans che battè proprio Orleans nel Nazionale filly. La riunione, davvero intrigante, presenta anche i due Premi delle Aste, uno per i maschi e l’altra per le femmine a cui partecipano i primi quattro delle qualifiche di Milano, Napoli e Follonica. Tra i maschi c’è quel Pascià Lest che ha vinto in bello stile la qualificazione milanese, anche i vincitori delle altre qualifiche Pantarei Ans e Pegasus Etoile vogliono dire la loro. In buona posizione di avvio anche il fratello di Lana, Pace del Rio a cui piacerebbe essere menzionato per un bel successo, piuttosto che per l’importante parentela. Tra i confinati in seconda fila una soluzione intrigante potrebbe essere Poker d’Asolo.

Questa news è stata letta 482 volte dal 31 Ottobre 2011