Dic 21

Capannelle ha premiato i suoi capilista

GenericaCalici alzati nella Club House dell’ippodromo Capannelle. Il tradizionale brindisi di Natale è stato, come ogni anno, l’occasione per festeggiare i protagonisti della stagione con la premiazione dei Capilista 2011. Un riconoscimento assegnato da Hippogroup Roma Capannelle a quanti tra proprietari, allenatori e fantini hanno primeggiato nel corso dell’anno nelle rispettive classifiche, stilate unicamente in riferimento all’attività nell’ippodromo romano.
A comandare la graduatoria 2011 delle corse in piano, nella categoria proprietari, c’è la scuderia Razza dell’Olmo di Salvatore Limata davanti a La Nuova Sbarra di Sergio e Andrea Scarpellini. Terza posizione per la scuderia Dioscuri di Giuseppe e Arduino Botti.
Tra gli allenatori Stefano Botti corona un anno d’oro fatto di 65 vittorie sulla pista romana e impreziosito dalla vittoria nel Derby Italiano Better con Crackerjack King. L’allenatore milanese, che ha la sua base operativa a Pisa, ha preceduto i romani Luigi Riccardi, Riccardo Menichetti e Luigi Di Dio. La classifica fantini ha visto primeggiare il 19enne Cristian Demuro, che lo scorso 24 novembre proprio sulla pista romana ha tagliato il traguardo delle 200 vittorie. Alle spalle del giovanissimo jockey romano (90 vittorie), dodici anni in meno del popolare fratello Mirco, si sono piazzati rispettivamente Carlo Fiocchi, prima frusta della Razza dell’Olmo, e Fabio Branca.
Nella sezione delle corse ostacoli il tradizionale ferro di cavallo in argento è andato a Paolo Favero (8 vittorie) per la sfida tra i proprietari. Il meranese ha preceduto la Scuderia Amalita di Roberto Pais e l’Azienda Agricola Antezzate della famiglia Balzarini, entrambe in classifica con 3 successi.
Nella categoria fantini Dirk Fuhrmann ha vinto il testa a testa con Davide Columbu (9 vittorie ciascuno) grazie al maggior numero di piazzamenti, terzo Raffaele Romano.
Tra gli allenatori l’eterna sfida a due tra Franco Contu e Paolo Favero (16 vittorie a testa) ha visto primeggiare quest’ultimo per la differenza nel numero dei piazzamenti. Terzo posto per Simone Pugnotti.
Non potevano mancare i premi speciali per quanti si sono distinti durante la stagione 2011 per performances memorabili dentro e fuori i confini dell’impianto romano. Riconoscimenti dunque per l’allenatore Stefano Botti e il proprietario Felice Villa (sc. Effevi) per la grande affermazione di Crackerjack King nel Derby Italiano Better 2011, per il trainer Luigi Riccardi e il proprietario Riccardo Cantoni per il successo di Quiza Quiza Quiza nel Premio Longines Lydia Tesio; per Roberto Pais (Sc. Amalita) per le vittorie di Frammassone nella Gran Corsa Siepi e di Tollevoi nel Premio Righetti; per Piero Riccardi allevatore di Sandslash vincitore del Premio Chiesa; per Luigi Polito allenatore di Vedelago, miglior due anni della stagione; per la scuderia Colle Papa di Mario Masini per il successo di Al Rep nel Premio Parioli; per Giovanni Martone per i trionfi di Estejo nel premio Roma e nel Premio Presidente della Repubblica; per Luigi Di Dio e Giuseppe Vellucci, allenatore e proprietario del vincitore del Premio Pandolfi, Star Kodiak.

Questa news è stata letta 1078 volte dal 21 Dicembre 2011