Gen 13

La conferenza stampa del Comparto Ippico

In una gremitissima sala dell’hotel Plaza al centro di Roma si è data appuntamento tutta l’ippica che conta.

E’ stato Marino Bartoletti, delegato dal comparto ippico, ad aprire la conferenza stampa esponendo velocemente la situazione ippica italiana sintetizzata con comunicato che pubblichiamo a parte.

In sala i vertici delle categorie ippiche con le società di corse rappresentate dall’ing. Tomaso Grassi e da Elio Pautasso ma anche la Nord Est Ippodromi, Montegiorgio con una rappresentanza della famiglia Mattii assieme ai vertici di tutte, davvero tutte, le categorie ippiche.

Il giornalista Rai con un passato e una passione ippica inossidabile ha poi chiesto ai vari esponenti politici presenti di un intervento concreto per quali possono essere le soluzioni immediate per rilanciare il comparto. “L’amore per l’ippica ci accomuna con gli esponenti delle forze politiche presenti, per questo ho chiesto ai rappresentanti delle categorie ippiche di parlare poco e di ascoltare cosa ci hanno da dire i politici. Si è già scritto e urlato tutto, adesso sentiamo cosa hanno da dire loro” così ha chiuso il suo intervento Marino Bartoletti affermando che è già stata richiesta la proroga per la legge che ha garantito in questi tre anni i proventi indispensabili per il settore. Non si chiede aiuto di stato ma una azione di rilancio di tutto il comparto. “Con riconoscenza si ascoltano i politici amici dell’ippica che sono presenti per darci una speranza e farci capire dove il comparto può andare.”

Il Senatore Antonio Tomassini alla sua quarta legislatura, promotore dell’associazione amici del cavallo e dell’ippica nelle due camere: “Abbiamo vissuto la crisi e le scelte politiche di questi anni adesso contestate e ci dobbiamo fare carico di proposte di rilancio. Partendo dal libro bianco dell’ex Ministro Zaia, non si sono fatte azioni concrete. Finalmente adesso è andata in scena una corretta informazione. La miopia politica degli anni scorsi deve essere archiviata. L’attuale ministro è consapevole situazione e vuole attuare per il futuro percorso virtuoso. Su sollecitazione del senatore Vitali è stata presentata una mozione per avviare dei concreti progetti di riorganizzazione del settore per renderlo virtuoso garantendo comunque gli stanziamenti degli scorsi anni. Sono stati sollecitati i Presidenti delle commissioni agricoltura e sanità alla Camera e al Senato oltre all’associazione amici del cavallo per farsi parte attiva nell’affrontare il problema. Non si possono tagliare 100 milioni per questo settore che garantisce all’erario 15 miliardi senza entrare nel merito di come vengono prodotti questi soldi, l’ippica è diversa dalle macchinette elettroniche che danno dipendenza. Molti sono i miei colleghi sensibili ai problemi del comparto.

L’altro lato della medaglia sono i cavalli nobili che danno indotto e anche reddito non ci deve essere problema cavalli nel redditometro, non si possono paragonare Ferrari e cavalli che sono da affiancare alla riabilitazione equestre, alla sicurezza dello stato e all’indotto turistico. Si deve uscire da questa tenaglia. L’impresa non deve morire. Terrò un comitato attivo con tutti i gruppi politici confrontandoci con un ministro che ha competenza e passione.

Nella hall dell’hotel Plaza l’onorevole Mario Masini è stato oggetto di un gesto di violenza nei suoi confronti da parte di alcuni facinorosi.
L’Onorevole Sandro Brandolini, Cesena, appassionato frequentatore ippodromo: “Il momento che stiamo vivendo è drammatico ma per molti aspetti appeso a una speranza. La crisi ippica viene da lontano ma oltre a chiacchiere nessuna soluzione in campo è stata finora proposta. Il PD in commissione agricoltura ha fatto uscire le linee di indirizzo per il futuro dell’ippica e poi si è attivato per dare futuro alle stesse. Ciò che è stato fatto o non fatto non è la soluzione del problema. Sono state messe in passato risorse importanti nel comparto ma si sono risolti i problemi. Servono risorse aggiuntive ma serve piano ristrutturazione del settore e delle scommesse per rilanciare la parte sana del comparto e dare possibilità anche a chi ha impianti di vetusti avere ancora una chance.
La concretezza mi porta a dire che le scommesse sono un problema ma sia chiaro che non potranno più essere in futuro il solo sistema di finanziamento del comparto ippico. E’ importante creare le condizioni per avere altre fonti di finanziamento. Il mondo del cavallo deve essere uno dei settori portanti dell’economia e dell’agricoltura che dà lustro alla nazione esportando il prodotto a livello internazionale. L’Ippica va sostenuta per dare livello internazionale. E’ l’operazione che stiamo cercando di fare. Questa mattina in commissione agricoltura si è discusso dell’emendamento al Milleproroghe da ufficializzare lunedì. Risorse e tempi certi per la ristrutturazione e un rilancio senza il quale non si salva l’ippica. Se mettiamo solo soldi non si salva l’ippica e va premiata la qualità in ogni livello, settore e categoria. Impianti premiati sono quelli di qualità con intrattenimenti, servizi e attività per il pubblico. Posizione unitaria nella commissione agricoltura. Come PD portt tutto il sostegno per incontrare il Comparto Ippico e dare risposte immediate per ristrutturazione e rilancio dell’ippica. Insieme dobbiamo dare prospettiva per reddito e lavoro e sviluppo.”
L’Onorevole Giuseppe Marinello PDL presidente commissione agricoltura: “Se il paziente sta per morire, da medico dico che si deve intubarlo, azioni drastiche perché dobbiamo risolvere emergenza. Posso dire che nella manovra di dicembre ci fu emendamento per la proroga legge 185 ma non venne mai trattato perché inaccettabile. Subito dopo, lavoro per Milleproroghe, facendo pressioni con onorevole Masini e molti altri. Saranno presentate due versioni, una completa e una con risorse ridotte per andare avanti un po’ di mesi. Sarà una battaglia sarà durissima per mancanza di specificità presunta non ammissibilità per aiuti di stato. Tutti devono fare loro parte anche categorie, aumentare livello presenza e attenzione sui mass media. Non è facile portare a casa il risultato serve supporto impegno delle categorie. La politica si sta attivando molto concretamente. Già oggi alla Camera si capirà l’intendimento pubblico, il governo è chiamato a rispondere sulle soluzioni prospettate. Questo ci servirà per capire vera attenzione del governo e calibrare strategia dei prossimi giorni. Lunedì ci sarà la presentazione di un emendamento. E’ azione di tutte le forze politiche e di tutti i parlamentari. E’ una partita di giustizia verso un settore operativo e d’eccellenza”.
Senatore Walter Vitali, ex sindaco di Bologna, PD ho corso sul sulky a Bologna esperienza forte: “Quello che sta accadendo è molto grave. Tutti quelli che stanno in parlamento appartengono a schieramenti politici che si sono alternati al governo negli ultimi 10 anni e sono tutti responsabili della situazione dell’ippica attuale. Adesso c’è un governo d’emergenza con ampia maggioranza potrebbe essere una opportunità. Io con ministro Catania ho parlato prima della stesura sulla mozione in Senato, è persona di grande esperienza e sensibile, parte finale della mozione è stata concordata con lui. Sede di confronto al ministero agricoltura per trovare proposte per risorse nuove nel comparto ippico. La copertura per trovare di 100milioni di euro è difficile da trovare. Oggi pomeriggio dovreste andare dal ministro per dire di essere pronti a costituire al ministero dell’agricoltura tavolo di confronto per fare prestissimo proposta e richiesta copertura economica. “
Onorevole Nicodemo Oliverio: “Stiamo lavorando per dare boccata ossigeno al settore. Punti di incontro per dare forza di ripartire partendo dal Milleproroghe. I tempi per approvare il Milleproroghe saranno di 30- 40 giorni in questo tempo ci giochiamo il futuro. Gli emendamenti saranno presentati già lunedì prossimo.
Al fondo della sala in chiusura ha fatto capolino anche Francesco Ruffo della Scaletta segretario Generale dell’Assi senza intervenire.

Questa news è stata letta 1521 volte dal 13 Gennaio 2012