Mag 21

Fieracavalli: il cavallo muove e il territorio vince

FieracavalliDopo il successo del 2011, che ha registrato la presenza di oltre 155 mila visitatori e 659 espositori di cui il 20% di provenienza straniera, Fieracavalli, manifestazione di riferimento nel panorama equestre internazionale, si prepara per la sua 114^ edizione. Per l’anno 2012 l’imperativo che vede il cavallo al centro del cosmo fieristico veronese si concentra sul rapporto tra uomo e destriero, che affonda le radici nel nostro territorio, condizionandone cultura e storia. Portare l’eccellenza produttiva della cultura agricola e gastronomica italiana, accanto alla promozione di un turismo sostenibile e consapevole - a cui da sempre il cavallo è naturale ambasciatore - è uno degli obiettivi su cui vengono concentrati gli sforzi organizzativi della prossima manifestazione.
Verona, aprile 2012 - La scorsa edizione ha segnato un momento importante per il mondo equestre che, grazie al successo veronese di presenze e numeri, ha regalato un ottimismo inaspettato al Made in Italy del settore sottolineato da un incremento del 2% dei visitatori, arrivati a quota 155.640, del 20% di cavalli presenti con 35 associazioni allevatoriali, 650 espositori e oltre 160 tra appuntamenti sportivi, concorsi e convegni. Il carattere internazionale della manifestazione si è confermato con risultati importanti: il 20% degli espositori è straniero e proveniente da 28 nazioni, così come il 15% dei visitatori totali. Questi i numeri di un’edizione che ha spinto gli organizzatori a fare ancora meglio per il 2012.
Tra gli obiettivi principali della 114^ edizione (Verona, giovedì 8 / domenica 11 novembre): amplificare il ruolo del cavallo, sviluppando attorno ad esso nuove ed inedite iniziative di confronto e promozione per conoscere la nostra storia attraverso il suo sguardo.
Per la prima volta la promozione del territorio sarà scandita da una mappatura allevatoriale della penisola che, attraverso la valorizzazione di vere eccellenze nazionali, porterà a Verona la prima Borsa del Turismo Equestre. E’ il territorio Italiano, ricco di storia e cultura, lo spunto per avvicinare al mondo equestre un pubblico sempre più vasto ed internazionale. Fare leva sulle eccellenze italiane per mettere a sistema le numerose e valide realtà turistico-allevatoriali della penisola, promuovendone i primati agli occhi del visitatore internazionale e potenziandone il valore innovativo per il pubblico più generalista.
Girare l’Italia a cavallo in soli quattro giorni. Un viaggio possibile che parte dal padiglione 1 di Fieracavalli. Un percorso per accompagnare il visitatore alla scoperta del cavallo come punto di incontro tra il territorio, il prodotto, le strutture ricettive legate al mondo equestre e le biodiversità. Uno spazio interattivo dove regioni, istituzioni, associazioni e operatori turistici sveleranno le eccellenze tipiche del nostro territorio legate al mondo equestre, un luogo dove poter conoscere le proposte ippoturistiche attraverso immagini e racconti, scoprendo gli artigianati e le tipicità che ne derivano.
L’area esterna, dedicata fino alla scorsa edizione al villaggio delle Tradizioni e al ring delle animazioni, diventa un unico luogo dove il progetto di promozione territoriale prende vita. Le animazioni si fanno più numerose e coerenti, ciascuna dedicata alla cultura di ogni singola regione e razza. Musiche popolari, spettacoli equestri e aree enogastronomiche di inedita qualità si intrecceranno per creare un percorso tra didattica e intrattenimento dove il folklore delle innumerevoli tipicità italiane valorizza e amplifica l’attrattiva verso l’equitazione.
Per il benessere del cavallo, uno dei temi più caldi su cui dibatte il settore, Fieracavalli si impegna a continuare il percorso verso una nuova cultura per la tutela del cavallo, inaugurato durante la scorsa edizione. In particolare, in ambito logistico, le aree dedite al passaggio dei cavalli sono rivestite con oltre 30.000 mq di moquette. Tutti i box sono realizzati in materiale naturale e per il fondo viene utilizzato il bio-trucciolo depolverato. La superficie dei ring aumenta del 25% e sono stati riservati due ingressi al quartiere esclusivamente per i cavalli. Dal punto di vista accademico e congressuale, Fieracavalli 2012 promuove eventi e tematiche attuali relative alla cura, al benessere e alla tutela del cavallo, tra cui il Convegno della Società Italiana Veterinari Equini, che torna a Verona dopo due anni di assenza.
La manifestazione si conferma sempre più come un grande evento da vivere in ogni suo aspetto, per ogni tipo di visitatore. Un intreccio di spettacoli, competizioni, concorsi ed attività collaterali che rispecchiano le tradizioni più nobili e antiche, eventi ed iniziative che propongono, ad un pubblico appassionato e sempre più competente, gli aspetti più innovativi del panorama equestre, riuscendo a catalizzare su di sé anche l’attenzione di chi, per la prima volta, si affaccia al mondo del cavallo.
Grande spazio allo sport. Il Jumping Verona si appresta a tagliare il traguardo delle dodici edizioni in qualità di unica tappa italiana della prestigiosa Rolex FEI World Cup™. Il Concorso Nazionale Pony festeggia la sua Silver Edition e la Coppa delle Regioni giunge alla sua 37° edizione, mentre l’accordo con la FISE mira ad ampliare le proposte agonistiche con un occhio di riguardo alle discipline attualmente non presenti a Verona.
Resta forte il focus sulle rassegne allevatoriali con il Salone del Cavallo Italiano, dove l’AIA (Associazione Italiana Allevatori) presenta oltre 400 cavalli, prodotti e associazioni che si fregiano del marchio Italialleva, riservato alle produzioni zootecniche 100% Made in Italy. Le attività del Salone del Cavallo Arabo come ogni anno sono organizzate in collaborazione con ANICA (Associazione Nazionale Italiana del Cavallo Arabo), mentre l’assoluta novità di questa edizione è il prestigioso ingresso, per il Salone del Cavallo Spagnolo, di U.A.I.P.R.E. (Unificazione Associazioni Italiane di Pura Raza Española), l’unica associazione italiana ufficialmente riconosciuta dall’ANCEE, che coordinerà concorsi, attività e appuntamenti dedicati alla razza spagnola. La morfologia è ancora disciplina principe per Fieracavalli che come ogni anno ha in calendario numerosi concorsi internazionali per i migliori esemplari di cavalli Arabi, Spagnoli, Criolli, Frisoni, Paint, Quarter, Appaloosa. Riflettori puntati anche sul mondo western che potenzierà il calendario delle competizioni.
Le aree commerciali della manifestazione si confermano uno dei punti di riferimento per chi cerca le tendenze più innovative e la merceologia più all’avanguardia del settore.
Quasi 30.000 mq per una vasta e qualificata esposizione che offre ai visitatori l’opportunità di acquistare abbigliamento, accessori e articoli per l’equitazione, attrezzature tecniche, veterinaria, alimenti per cavalli e complementi per maneggi e scuderie.
Si fa sempre più importante anche il ventaglio di proposte pensate per il pubblico più generalista. Dopo il successo della scorsa edizione torneranno concorsi, talent show e spettacoli equestri per animare i quattro giorni della manifestazione veronese: “Talenti e cavalli”, “Un clic fuori dal ring” e lo spettacolo serale che la scorsa edizione ha registrato il sold out e che tornerà sotto una nuova veste. Nel Villaggio del Bambino, tra le mete più apprezzate dalle famiglie, oltre all’iniziativa per le scuole “Un cavallo per amico” il palinsesto dell’intrattenimento ludico-didattico si fa sempre più ricco e fitto di appuntamenti.
Tante le nuove proposte al vaglio, tra cui spicca l’area dedicata all’Horsemanship e uno spazio di confronto in materia equestre con esperti, veterinari, groom, allevatori e cavalieri.
L’appuntamento è a Verona da giovedì 8 a domenica 11 novembre 2012.

Questa news è stata letta 677 volte dal 21 Mag 2012