Ago 24

Cesena: nel ricordo di Annamaria Grassi

ippodromo cesenaWeek end per veri intenditori al Savio, si parte infatti con un venerdì pieno di eccellenti proposte tecniche, in primis, il debutto dei puledri di due anni, evento sempre atteso dagli appassionati, cui è affiancato un affollato clou in rosa per lady di tre anni e dulcis in fundo, l’attesa kermesse gentleman che ricorda Annamaria Grassi, con le migliori fruste nazionali impegnate in tre sfide all’insegna dell’agonismo e della sportività. La disamina della divertente serata vede in prima pagina le femmine della leva 2009, con la padovana Painty Flying e la meneghina Pittina Jet a calamitare le attenzioni in virtù di un positivo ruolino di marcia e di voci assai insistenti su possibili exploit cronometrici, mentre destano curiosità le performance di Pryncess Of Brown e Pin Gil Gad Sm, agguerrite e ben guidate da Andrea Esposito e Marcello Di Nicola. Dopo un prologo accattivante con Oncoming Diamant in pole nel pronostico per forma e guida del sempre più caldo Andreghetti, i riflettori illuminano il festoso debutto agonistico dei nati nel 2010, impegnati sulla breve distanza e presenti in gran numero per ribadire trial di valore e facoltose genealogie, su tutte quella di Retta di Azzurra, regale starlet di casa Baldi, ammirata in qualifica per velocità ed eccellente approccio professionale, mentre da Milano scende Rodeo Drive Ok, atout di un Gubellini sempre apprezzato in Riviera e dalle scuderie del Savio si affaccia all’agonismo la promessa Revolution, con Andrea Vitagliano sempre più neri panni del maestro delle giovani leve.
La serata si accende con il sopraggiungere della prima batteria del Master dedicato ad Annamaria Grassi, con i dieci partecipanti a disputarsi subito un buon punteggio alle redini di competitivi quattro anni in attesa della immediata replica in partnership agli anziani e soprattutto in vista della finale, la cui originale formula consente al titolare del miglior punteggio la scelta del proprio alfiere, tra i dieci impegnati sulla media distanza con partenza da fermo.
Un breve esame delle due batterie e della finale del Trofeo, vede Michele Bechis provare l’assalto al primato con Oran Allez alla prima e Zaccherini seguirne le mosse in sediolo a Odissea Luis, mentre Oliver Caf è compagno affidabile per le ambizioni di Elena Villani. Alla successiva Michele Canali e Moneera Guasimo in pole sulla coppia Gigas/Quintili, altra agguerrita amazzone in gara e Otello Zorzetto a progettare la fuga con Nostalgica Ral, velocista provetta che si giocherà tutto nella gradita tattica d’avanguardia. All’epilogo concreti sogni di gloria per chi dovesse scegliere Mannu Del Pino la cui alternativa pare Imbro Oli Sm, in forma e ben periziato, con Impeto Dif a metter in campo parziale d’avvio di tutto rispetto ed eccellente collocazione tattica. Il contorno non permette distrazioni ed alla quinta corsa propone Morcheeba Club di nuovo in versione Di Lorenzo dopo qualche avventura con Massimo Barbini, ma non disdegna di segnalare la locale Normandiass e la sempre positiva Musica Dei Sogni, all’ottava invece tre anni di discreta caratura e ancora un padovano in vetrina, quel Principe Ovi di belle speranze guidato dal giovane Alessandro Fonte.

Questa news è stata letta 475 volte dal 24 Agosto 2012