Set 25

Merano: il Sol sulla Siepi

Ippodromo MeranoTre mesi lontano dalle scene non ne hanno scalfito lo smalto: Sol Invictus ha illuminato la Corsa Siepi dei 4 anni, highlight della giornata di Maia, piegando nel finale un tenace Salar Fircroft. È stato un pomeriggio animato in pista ma anche nel parterre dove già si dibatte su domenica prossima, il giorno del 73° Gran Premio Merano Forst. Nel frattempo si correrà anche venerdì: sei corse in programma, spicca il Premio delle Nazioni, l'epico cross-maratona (6.000 metri) che fa parte del circuito europeo della Crystal Cup assieme ad altri nove ippodromi di Francia, Inghilterra, Irlanda. Repubblica Ceca e Belgio. Tre prove saranno in piano per fantini professionisti, in programma anche due prove in siepi.
Intanto la copertina se l'è guadagnata Sol Invictus che ha vinto la Corsa Siepi dei 4 anni (e il titolo di gruppo 2 oltre alla migliore moneta dei 44 mila euro di dotazione) con il piglio del più forte. Joe Bartos l'ha posizionato al centro del gruppo trascinato come da copione da Romis sul quale Romano ha impostato una marcia che non ha fatto selezione. Così fino alla piegata conclusiva quando Patelli ha alzato bandiera bianca e pure Brav ha lasciato capire che il serbatoio era quasi vuoto. Sono rimasti in quattro a giocarsela: Sol Invictus è passato al comando solo per qualche tempo di galoppo, sopravanzato sul finale di curva da Salar Fircroft. Columbu ha provato al sortita anticipando la volata, sulla stoccata Giant Hawk che pure sembrava poter dire qualcosa s'è presto spento mentre Romis perdeva qualche battuta. Salar e Sol sono piombati pressoché appaiati sulla siepe conclusiva, qualche tempo di galoppo testa a testa e poi via, l'allievo di Saggiomo ha rubato quel paio di decisive lunghezze. Terzo chiudeva Romis, alle sue spalle Brav raggiungeva e sorpassava Giant Hawk per la quarta piazza. Sol Invictus dunque s'è preso la rivincita a qualche mese dal Criterium di primavera, quando fu terzo con qualche recriminazione.
Per Bartos si trattava del secondo successo di giornata dopo il colpaccio, in apertura, con Priory Bay nello steeple Premio Spegasso dove ha avuto ragione di Master Silvia, Basso e Luxury Baby, finiti tutti in un fazzoletto dopo una dirittura finale da cardiopalma. Sugli ostacoli c'era pure il Premio Rotary, discendente per tre anni nel quale è emerso Sono Giuliano che è scappato via dopo l'ultima siepe lasciando ad All About Cossio e Groovy Hill solo il duello per la seconda piazza.
Nelle tre prove in piano per gentlemen riders e amazzoni, affermazioni di Davide Satalia in sella a Happy Taily, di Riccardo Belluco con Regal Sprint e di Davide Steinwandter grazie a Kazzira.

Questa news è stata letta 492 volte dal 25 Settembre 2012