Ott 29

Sortilege strega tutti nel Premio Longines Lydia Tesio 2012

ippodromo roma tesioSortilege lascia tutti d’incanto nella 44° nell’edizione 2012 del Premio Longines Lydia Tesio, la corsa più importante della stagione, blasonato summit per le femmine a livello europeo sui 2.000 metri dell’Ippodromo di Roma Capannelle. Nelle gabbie infatti, sulle 11 partenti, sei provenivano dalla massime realtà ippiche straniere - Inghilterra, Francia e Germania – per sfidare le migliori italiane. La volata vincente è stata quella della quattro anni tedesca, con in sella il 21enne Andrea Atzeni, per i colori della scuderia Karlshof del trentenne di Francoforte Holger Faust e il trainer di una maestro come Andreas Woehler. Seconda moneta per Cherry Collect, prodotto 100% italiano, reduce dalle importanti vittorie in primavera nel Premio Regina Elena a Roma e nelle Oaks milanesi. La portacolori della scuderia Effevi di Felice Villa (fantino Fabio Branca – allenatore Stefano Botti) ha regolato di una lunghezza una delle favorite della vigilia, Nova Hawk, della blasonata scuderia del giapponese Teruya Yoshida, con in sella un top jockey come Oliver Peslier. Per il giovane fantino Atzeni, da tempo stabilitosi in Inghilterra, si tratta della prima vittoria in una corsa di Gruppo 1 (il massimo della selezione nell’ippica) contro mostri sacri dell’ippica come Lanfranco Dettori, quarto con Sajjhaa della scuderia Godolphin di Sheik Al Makotum e ancora secco nell’albo d’oro di questa corsa, Mickael Barzalona, astro nascente del galoppo mondiale, Jimmy Fortune e J.P Spencer. “Devo ringraziare Mirco Demuro (altra eccellenza delle “fruste” made in Italy nel mondo) che ha consigliato all’allenatore di darmi questo ingaggio”, ha spiegato Atzeni. “Senza di lui non avrei avuto questa grande opportunità che si è tramutata in una gioia incredibile”. Il futuro di Sortilege, invece, per ammissione del suo giovane proprietario, è ancora tutto da scrivere. Le opzioni sono due: andare alla ricerca di nuovi successi o entrare in razza per far nascere nuovi campioni. Tutti i fantini impegnati nella corsa clou del pomeriggio hanno montato esibendo il logo per la liberazione dei Marò italiani prigionieri in India.

Questa news è stata letta 489 volte dal 29 Ottobre 2012