Mar 8

Capannelle: domenica anziani di lusso in pista

Ippodromo CapannelleE’ davvero primavera ippicamente parlando. Lo si può ben dire quando si inizia a respirare aria di classiche, se ne avverte già il profumo. Per essere protagonisti di Parioli ed Elena, manca un mese e mezzo è vero, si può e forse spesso si deve passare proprio per Arconte e Ceprano e sovente il vincitore va direttamente alla classica anche perché queste due prove si disputano esattamente sullo stesso tracciato e distanza. Non hanno il blasone della listed ma possono valere anche di più. Sono le preparazioni canoniche autentiche che un tempo erano scelte da grandi allenatori come Luigi Camici, Lorenzo Brogi o Armando Renzoni proprio per puntare con successo alle classiche. Sarà forse per questo che, tra i maschi, non mancano davvero i pretendenti. Sul miglio della pista grande si presentano in 10, scopriremo se tra costoro si annida il protagonista del Parioli: Best Tango, Ciumbalicca, Dark Dream, Distant Call, Logical Mind, Personal Approach, Refuse To Bobbin, Rock Of Malta, Spirit Dream, Whip Storm. State certi che il laureato farà la sua figura anche tra un mese e mezzo. Potremo dire lo stesso anche per le protagoniste del Ceprano? E’ probabile. Sempre un miglio e sempre la severità della pista grande. Si presenta Shirley’s Kitten che nel Dormello ha detto bene di se stessa e la sfidano in altre cinque: Air Mail, Lady Top, Miss Massucco, Night Of Light, Savana Pearl. Hanno le carte in regola per pretendere. Qualità: è la parola d’ordine delle domeniche di capannelle perché la selezione è il fondamento dell’ippica. Dai giovani ai più anziani. Ecco per loro una prova sostanziosa, sui 2200 metri della dura pista grande, il tracciato del derby per intenderci. Proprio un protagonista del nastro azzurro si rimette in cammino perché vuole dimostrare di essere un cavallo importante. Riparte Wild Wolf, formidabile in primavera, opaco in autunno. Può ancora e deve essere il nostro baluardo tra gli anziani importanti. Chiede a questa corsa il viatico per pensare in grande magari passando proprio il giorno del derby per il D’Alessio in vista del Milano o magari anche puntando al Repubblica. Prima però dovrà, con il compagno Orpello, debellare la resistenza valida dei rivali: Dogma Noir, vincitore di Unire, Lord Chaparral due volte ben piazzato nel Jockey Club, oltre ai consistenti Meraviglioso in ascesa, Holy Ballet, Teixidor e Ercole. Non mancano due corse maiden, il sale dell’autunno e anche dell’inizio della primavera. Sedici femmine puntano alla prima vittoria che potrebbe portare ovunque vista la distanza eclettica dei 1700 metri mentre nell’altra maiden si allungherà fino ai 2000 e saranno in nove. In tutto sette corse, per sei volte in azione la severa pista grande, il segnale autentico della selezione, per una quella all weather. Tre le condizionate, due le maiden, due le perizie, per tutti distanze dai 1600 ai 2200. In tutto una media di nove protagonisti per ogni corsa, la domenica di capannelle è divertimento, spettacolo, selezione.

Questa news è stata letta 585 volte dal 8 Marzo 2013