Apr 25

Visarno: 186^ Corsa dell'Arno

Ippodromo VisarnoGiovedì 25 Aprile 2013,con il marchio gigliato della nuova società di gestione,la Sanfelice srl di Carlo Meli,l’ippodromo Visarno ha accolto un’autentica marea di appassionati,unitamente a numerose e festanti famiglie,incuriosite ed attratte dalla vasta fama della trisecolare Corsa dell’Arno e dalle variegate attività correlate ad essa.Alle 18,20 le autorità presenti al convegno sfilavano, come tradizione impone, in testa agli 11 purosangue della 186^ Corsa dell’Arno,la vera madre del galoppo italiano.A fianco del Presidente Carlo Meli procedevano Dario Nardella,deputato nazionale,Annamaria Saccardi,Vice Sindaco di Florentia, ed il responsabile ministeriale per l’ippica, Vaccari,non solito a spostamenti dall’Urbe.Il 4 anni irlandese Jack Boy sgabbiava al comando, seguito da Saratoga Black,Kings Messenger e Do Right,tenendo un’andatura brillante fino all’ultima curva,allorquando il fantino Arras veniva pericolosamente disarcionato da Ciononostante.Frankenstein aumentava la pressione e in dirittura sorpassava deciso il leader,ma ai 300 finali il bottiano Solomar,ottimamente montato da Mario Esposito, imponeva uno spunto imparabile e conquistava la vittoria nella Corsa dell’Arno 2013 davanti all’eccellente Frankenstein,già vincitore nel 2011 ed al germanico Dingo.Il 5 anni indigeno Solomar,figlio dell’importante razzatore Martin Alonso e di Love Secret, ha conseguito la decima affermazione in carriera, per un bottino di euro 95.140,ha affrontato per per la terza volta una corsa sulla lunga distanza e va sottolineato che nelle esperienze precedenti non si era piazzato.La Siba a sua volta ha incasellato dopo Radames,Ice and Glacial,Cocodrail,Basaltico il quinto sigillo dal 1996,mentre per i Botti,allargando l’analisi in veste di fantini ed allenatori, le vittorie non si contano.Particolarmente gratificato il non piu’ verde,ma energico Mariolino Esposito,che aveva portato El Biba d’Or alla vittoria nel 2007.Il movimento di gioco della coinvolgente giornata di corse fiorentina ha registrato una positiva controtrendenza rispetto all’edizione 2012, con un aumento del gioco sul campo del 40%,euro 86.685 contro gli euro 61.529 e con una crescita del movimento complessivo da 424.902 euro a 547.704 pari al 28,9%.Dati ludici quindi confortanti,ma la vera emozione scaturisce dall’elevato grado di soddisfazione palesemente manifestato dagli spettatori per un cambiamento evidente, carico di progettualità e di operosità.

Questa news è stata letta 756 volte dal 25 Aprile 2013