Mag 10

Arcoveggio: resoconto corse di giovedì

Ippodromo BolognaGiovedì con la Tris ad impreziosire l’assolato pomeriggio all’Arcoveggio, e un bel corollario da godere sin dal prologo, un miglio per giovani promesse che ha registrato l’en plein della Scuderia Roberto, Rubens Grad e Revenge Bieffe giunti nell’ordine in 1.15.4 e un altro toscano, Ryu Della Luna a completare il podio, parlando di guide, Gradi su Edoardo Baldi e Pepe Lombardo sul terzo gradino del podio, a margine, l’attesa coppia Pistone/Remora Jet. Asticella della qualità in crescita con il sopraggiungere della seconda, ancora i tre anni in vetrina sulla breve e pronostico su Recife Wise As, Bondo in regia e Federico Esposito in prima linea , con un esito tutto sommato inatteso che ha visto prevalere il trascurato Roby Alca su Rangona Jet e Red Mile Font alla siderale media di 1.14.5 , mentre il favorito non ha demeritato nonostante il quarto posto, movimentando la contesa e favorendo il ragguardevole epilogo cronometrico, poi, cadetti alla quarta, con la giubba gialla dei Toniatti a sfrecciare sul palo grazie a Pagliarolo Jet e Pistone, leader intangibili sin dal via dopo quasi impercettibile errore allo stacco, e facili alla meta in 1.14.5 su Penelope Trio e Pandaz Di Mazval. Testimone agli anziani con Oriente Trio e Marco Stefani in evidenza dopo percorso d’avanguardia concluso in 1.13.8 davanti a Only You D’Alvio e Galeb, mentre l’ingresso in scena dei gentleman, è coinciso con la “pennellata” di Nicola del Rosso alle redini di Pacha Dei Greppi, vincitore alla quinta, incuneatosi in open stretch per battere la coraggiosa front runner Pretty Trio e il finisseur Paride ed alla sesta, assolo di Riviera As ed Andreghetti su Roulette Bi e Rugiada Axe, con giro finale volato in 58.2 e media conclusiva di 1.15.7 che abbassava di un secondo il limite precedente della lady allenata da Pietro Bezzecchi. Aperitivo Tris in compagnia di soggetti di cinque e sei anni impegnati nei due giri di pista e vittoria per Orsoinpedi e Chiara Nardo, coppia affiata che negli ultimi tempi aveva raccolto poco rispetto allo strenuo impegno profuso e che nel frangente ha debellato la resistenza di un labile Orange Dei Greppi dominando in 1.15.2 su Narlene Zn e Oro di Valter, per chiudere il lungo itinere agonistico con la prova regina della giornata, sfida sul doppio chilometro per esperti performer, che investiva Locomotion Om e Maier del ruolo di favoriti su Ninguno, lasciando gli altri a ruoli marginali con qualche simpatia per Oseiaz e Orfeo Jet in virtù delle prestigiose partnership con Buzzitta e Vecchione. Svolgimento lineare per un giro, con Orfeo Jet battistrada senza colpo ferire su Istrice Gianfi e i migliori a menar fendenti al largo, poi, sulla penultima piegata, allargamento del leader al quale rientrava Istrice e guerra tra i due sino in retta, allorché spostava Locomotion Om per passare su Maier senza però avvedersi dello scatto repentino quanto inatteso di Neruda Trio e Marco Stefani che passavano in tromba per vincere alla siderale quota di 24,79. Ordine d’arrivo con i migliori a premio ma Neruda a sconvolgere i piani della “punta” precedendo Locomotion Om ,Maier e il movimentatore Orfeo Jet, con una Tris a quota 389 e la quartè a superare di poco i 1600 mentre la quintè andava deserta per l’inserimento del carneade Ollolai rimandando a venerdì il ricco jackpot maturato.

Questa news è stata letta 382 volte dal 10 Mag 2013