Giu 7

Merano: Staffe d'Oro, ecco la prima classica

Ippodromo MeranoLa “meglio gioventù” dello steeple inaugura la serie delle classiche meranesi nello Staffe d’Oro, gruppo 3 che con il Premio Durini si divide il primato tecnico di questa domenica (prima corsa ore 14.45) nella quale l’ingresso è ancora gratuito e per i bambini vi saranno intrattenimenti nel parco giochi.
Staffe d’Oro (steeple – 4 anni – 33.000 euro – 3.800 metri).
Nella classica per 4 anni tutti gli interessi sono concentrati su Serica. All’età di 3 anni ha strabiliato, prima centrando sul prato di Maia l’accoppiata Tagliabue-Gran Criterium d’Autunno Forst 1857, poi confermandosi a Roma con il successo nello Zibellini bissato nel Criterium d’Inverno. Talento puro che diviene progetto di campione. E in quanto tale è nell’ordine delle cose che Paolo Favero riservi per lui lo steeple. Proprio l’esordio sugli ostacoli più voluminosi e il rientro da gennaio rappresentano le incognite. Il sauro della Magog, evidentemente consegnato alle mani di Raffaele Romano, si troverà di fronte due compagni di allenamento: il primo, affidato a Joe Bartos, è Babawi, uno che ha dimostrato di saper pedalare, l’altro è Lo Zoccolo Duro, Pastuszka in sella, qualità in abbondanza nel motore e una performance troppo brutta per essere vera, tre settimane fa, da riscattare. Il rivale dalle armi più affilate, tuttavia, potrebbe essere Jolemi. All’alfiere della Siba manca ancora la vittoria, questo sì, ma è già arrivato a tiro sia di Babawi sia dello Zoccolo Duro, Contu ripone in lui assoluta fiducia, Fuhrmann ai comandi è garanzia di energia. L’internazionalità della corsa sarà invece garantita di All About Cossio, che Vana Sr spedisce confidando in una decisa progressione.
Premio Giacomo Durini (steeple – 5 anni e oltre – 20.000 euro – 3.900 metri). Eccoli, i candidati al Grande Steeple d’Europa. Il Premio Durini ne rappresenta le “prove generali”, sul percorso dello steeple grande, quello con gli spettacolari passaggi della fence sotto le tribune e dell’oxer grande che richiede spiccate doti di volo. La partita è aperta e si gioca nel confronto fra staj Evi e scuderia Australia, con la bilancia che pende a favore della prima. Alpha Two e Imprezer sono rispettivamente quarto e secondo piazzato dell’ultimo Gran Premio Merano Forst, l’Alpha è anche già rientrato a Maia sconfiggendo Frolon e Hanawa, proprio il duo che ritrova sui suoi passi. Voglia di conferma contro aria di rivincita.
Le altre corse. Due prove in siepi – è tutto da studiare per scovare la scommessa giusta il Premio Naturno con 10 al via – e tre piane per gentlemen riders e amazzoni completano il quadro del pomeriggio.
Coppa del Mondo di paracycling e viabilità. A Merano nel fine settimana si disputa la tappa della Coppa del Mondo di paracycling, che produrrà effetti sulla viabilità. Fra le altre, domenica dalle 8.30 alle 19 saranno a senso unico di marcia via Piave (in direzione via Palade) e via Palade (si potrà viaggiare verso la stazione di Maia Bassa). Per tanto non sarà un problema raggiungere l’ippodromo provenendo dal centro città, mentre chi arriva da Sinigo dovrà percorrere tutta via Roma e attraverso il tunnel delle Terme imboccare via Piave. Chi proviene dalla superstrada MeBo, infine, uscendo allo svincolo presso ponte Marlengo, dovrà seguire il percorso via Zuegg, via Marlengo, via Manzoni, via Petrarca, via Piave e via Palade.
Ulteriori informazioni: www.merano-galoppo.it

Questa news è stata letta 333 volte dal 7 Giugno 2013