Lug 19

Merano: al via il meeting del piano

Ippodromo MeranoDopo la breve sosta ai box, durata una sola settimana, domenica a Maia si torna in pista. E come da canovaccio ormai consolidato la prima parte della riunione estivo-autunnale è palcoscenico per le volate mozzafiato dei fantini professionisti del piano: per cinque giornate (fino a 15 agosto) saranno loro i protagonisti, anche se mai mancheranno nel menù un due/tre prove per i saltatori.
Prima giornata estate-autunno. Domenica 21 luglio il programma prevede sette corse, cinque in piano, una in siepi una in steeple: quest’ultima apre il pomeriggio alle ore 15.50. L’ingresso sarà ancora gratuito, nel parterre giochi e intrattenimenti per i bambini.
Per le prove in piano tornano a Merano i volti celebri del galoppo italiano, ospiti speciali sempre graditissimi al pubblico di Maia che nell’animo ha sì gli ostacoli, ma che sa pure apprezzare lo spettacolo offerto in sella dai vari Fresu (attuale jockey capoclassifica), Esposito, Vargiu, Bietolini. Parallelamente incrociano le loro strade i top trainer Botti, Grizzetti e Gasperini, ovvero al momento il podio della graduatoria allenatori.
Belle e incerte tutte e cinque le corse, con montepremi fra gli 11 e i 13 mila euro, e ciascuna con delle storie da raccontare. Per esempio sui 2.200 metri della prova di chiusura (Premio Vipiteno) compaiono nomi altisonanti, come per esempio Saratoga Black già vincitore di un gruppo 3 e terzo nel Derby 2010. E proprio al Derby di quest’anno (sesto al traguardo) ha partecipato il suo rivale Russianduke.
Intrigante il Premio Cima Muta sul miglio, teatro di confronto fra ospiti (anche stranieri) e attori noti della scena meranese sul palco degli appuntamenti per Gr e amazzoni. Dunque da un lato un certo Sanjii Danon (germanico globetrotter) e Comiso Soul, dall’altro Zabu, Abbiati e Vive Lumiere (con in sella l’amazzone meranese Klaudia Freitag). E poi la prova per debuttanti di due anni, un classico di Maia che in passato ha fatto da trampolino per carriere importanti.
Capitolo ostacoli: cinque steepler a confronto nel Premio Unpcps, con in pole position il qualitativo Dar Said, e in dieci in pista nel Premio Sinigo per siepisti in una sfida dal pronostico davvero incerto.
Quattordici giornate. La seconda parte della stagione di Maia, ovvero la riunione estate-autunno, si sviluppa in 14 giornate di corse. Si correrà tutte le domeniche tra il 21 luglio e il 6 ottobre, più giovedì di Ferragosto e venerdì 27 settembre. Complessivamente oltre 1,6 milioni di montepremi al traguardo nelle 99 corse in calendario. Il meeting del piano “pro” durerà fino a Ferragosto, pomeriggio nel quale si terranno le classiche Premio EBF Terme di Merano (listed, 41.800 euro) e Premio Delle Alpi (handicap principale, 24.200 euro). Il clou della riunione, naturalmente, sarà il 74° Gran Premio Merano Forst, il 29 di settembre, con 250 mila euro di dotazione.
Ulteriori informazioni: www.merano-galoppo.it

Questa news è stata letta 654 volte dal 19 Luglio 2013