Ago 2

Merano: siepi d'autore nello Zivago

Ippodromo MeranoOstacoli e piano, difficile scegliere l’highlight di questa domenica a Maia. I siepisti di grosso calibro cominciano a prendere la mira sulla Gran Siepi settembrina nel Premio Zivago (16.000 euro), mentre tre anni e steepler sono in cerca del loro giorno di gloria. Tornano inoltre i top-jockey del piano, da Dario Vargiu a Pierantonio Convertino, e con loro lo spettacolo è garantito: spicca in particolare il Premio Città di Merano, maiden per 3 anni da 11.000 euro.
La prima corsa è alle 15.55, si prosegue fino alle 19.25, ancora ingresso libero e giochi per i bambini a bordo pista.
Scommesse a quota fissa. Importante novità: all’ippodromo da domenica saranno possibili anche le scommesse a quota fissa, in una postazione collocata in zona tondino. Le quote saranno rese note intorno alle 13 attraverso il sito internet www.merano-galoppo.it. Nel punto di accettazione presso il tondino si potrà giocare su tutte le corse fino all’inizio della prima prova, quindi corsa per corsa durante il pomeriggio.
Premio Zivago. Prime schermaglie per gli specialisti delle siepi residenti ai piani alti delle categorie, sui 3.300 metri dello Zivago. Partiamo porgendo il bentornato a Charccari, il ceko che a Merano la Gran Siepi l’ha già accarezzata due volte, secondo nel 2008 e nel 2010 battuto da fuoriclasse dello spessore di Paracchini e Royal Mougins. Avrà pur quale pelo bianco in più sulla criniera, le ultime performance in patria non esalteranno ma il curriculum parla da solo e questo Jiri Kousek che gli sarà in sella lo sa bene, anche perché nei tre precedente assieme, sempre a Merano, il binomio vanta due successi. Ha l’abitudine di partire in testa e pedalare, Charccari, propensione che lo accomuna, almeno stando alle ultime uscite, al conterraneo Perdono, affidato a Vana jr e probabilmente il cavallo da battere sulla scorta di una primavera meranese decorata da due affermazioni consecutive.
La risposta delle scuderie di casa ai due ceki sta in Y Me Rebelo, Romis e Salar Fircroft. I primi due escono dai box di Favero. Il baio della Vama, i n coppia con Raffaele Romano, ha dimostrato nei mesi scorsi di aver recuperato almeno in parte quello smalto che ne aveva fatto una grande speranza in gioventù. Più difficile la partita per Romis che sarà pilotato da Pastuszka. Infine Salar Fircroft, allievo di Ilaria Saggiomo sul quale Reinhardt si gioca una buona chance visto che è spesso stato a ridosso dell’élite delle siepi.
Ulteriori informazioni: www.merano-galoppo.it

Questa news è stata letta 494 volte dal 2 Agosto 2013