Set 27

Una domenica di qualità alle Capannelle

Ippodromo CapannelleLa qualità, la selezione, sono i tratti distintivi delle domeniche di un ippodromo come Capannelle che è guida nel panorama del nostro galoppo. Non fa eccezione questo pomeriggio che regala agli appassionati due listed con una funzione precisa e anche un paio di prove interessanti per i cavalli di due anni. Le listed in programma sono l’Archidamia che chiama a raccolta le femmine sui 2000 in vista chiaramente del prossimo Lydia Tesio, una corsa dunque che prepara esattamente come il Villa Borghese ancora per tre anni e oltre ma sui 2200 e che può portare il vincitore nelle gabbie del Jockey Club oppure del Roma. Una domenica dunque all’insegna del domani, test importanti quindi come anche tra i due anni perché il premio Le Marmore sui 1800 è la chiamata più significativa in vista del successivo Berardelli del primo di novembre. Prepariamoci dunque a vivere un pomeriggio caratterizzato da ben due listed, da una tradizionale condizionata, da una maiden e da un paio di perizie interessanti. Che sia una giornata votata alla qualità lo testimonia anche l’utilizzo per tutte e sette le corse in programma della pista grande, il tratto distintivo classico della vera selezione che avviene per forza al termine di una dirittura di oltre 800 metri. Per quanto riguarda le distanze si andrà dai 1500 ai 2200. Dunque le femmine in una corsa che ricorda una eccezionale campionessa e che nel suo recente albo d’oro comprende i nomi di cavalle che sono state certamente campionesse come Quiza Quiza Quiza, Turfrose oppure Bardonecchia senza dimenticare che a difendere il titolo ci sarà la ultima vincitrice ovvero Valvibrata che se la dovrà vedere, sulle ali di una forma di nuovo al top, con delle tre anni come Licia oppure Lucky Serena o ancora Night of Light ma il campo interessante comprende anche i nomi di Agnetta, Didal, Mamma Giovanna, Road Tosky. Per la vincitrice porte aperte dopo tre settimane appunto nel Lydia Tesio. Come detto il Villa Borghese porta al Jockey Club oppure al Roma vista la sua eclettica distanza di 2200 metri. Lo sa bene un cavallo come Lord Chaparral che questa corsa la ha gia’ vinta per due volte e tenta un superbo storico tris e soprattutto ne ha sovente fatto trampolino per spiccare il volo verso Milano e il suo Jockey Club dove ha colto un secondo e un terzo posto. Nel recente passato oltre al Lord questa corsa ha laureato campioni come Timboroa che come Lord Chaparral era allenato da Roberto Brogi oppure Altieri o ancora Ratki, pura eccellenza. Contro il tentativo di Lord Chaparral di completare un affascinante tris si schierano Dogma Noir anche lui vincitore di listed, Unire, oppure Fancy Beat, Dubai Desert, Keshiro, Pepparone e Teixidor. Un tempo questa corsa era riservata solo ai tre anni ma da qualche edizione giustamente e’ stata aperta anche agli anziani. Lo spazio dei due anni comprende tre corse, una sara’ la maiden sui 1700 con sette partenti ma la corsa piu attesa sara’ il premio Le Marmore sui 1800 di solito la chiamata piu’ significativa in vista del Berardelli che chiude come pattern la stagione. In campo Dress Drive, Gentleman Only, Moqorro, Pistillo, Ratmansky e Vallecupa. Non manca ovviamente la ciliegina che a capannelle e’ consuetudine, la tris straordinaria. Tutti sui 2000 e tre anni e oltre, si sceglie tra Jackal Prince, Christian Love, Attaccarfirio, Short Match, Dindaba oppure Mild Bee.

Questa news è stata letta 855 volte dal 27 Settembre 2013