Set 30

Merano: 74° Gran Premio Merano Forst vince Alpha Two

Ippodromo MeranoHa vinto il più forte. Nel catino verde di Maia, Alpha Two ha trionfato nel 74°Gran Premio Merano Forst, meritandosi tutti gli applausi dei circa settemila spettatori accorsi al grande evento dell'ippodromo. Un clima di festa vera, al quale ha arriso anche il meteo che ha risparmiato i previsti acquazzoni.
Alpha Two, dunque, è il nuovo nome sull'albo d'oro. Se l'è meritato da cima a fondo, per la gioia della Vana-family, Josef Jr in sella e Josef Sr al training, e di quella dei colori della Staj Evi, ceki di passaporto ma italiani di fatto, nella coppia Evi Daporta-Orfeo Bottura.
La corsa ha vissuto sull'intraprendenza indisciplinata di Garynella prima, sul quale David Cottin ha dovuto sudare sette camicie senza riuscire a registrarne la condotta, e sul passo andante mosso di Imprezer poi. È stato il “secondo” della scuderia a menare le danze, cercando di scremare un gruppo che si è presentato comunque piuttosto compatto sulla penultima dirittura, quando il gioco s'è fatto vero. Lungo la piegata conclusiva con Imprezer sono rimasti a giocarsela un sorprendente Dar Said e Frolon (dopo il miracoloso “salvataggio” di Romano all'oxer, quando sembrava già a terra). Dietro a loro, l'ombra minacciosa di Alpha Two che si è fatta concreta, in tutta la sua potenza, non appena entrati in dirittura. Dopo il salto dell'ultima siepi, Alpha ha cambiato marcia e arrivederci a tutti, anche se Dar Said ci ha provato fino in fondo, ottimo secondo, e Frolon e Imprezer se le sono date di santa ragione per la terza piazza appannaggio alla fine del portacolori dell'Australia. Quinto il tedesco Alanco, sesto Demon Magic molto chiacchierato nel pre-gara ma alla fine piuttosto deludente, nelle retrovie in sequenza il francese Luki D'Anjou mai apparso pericoloso, Kamikaze de Teille, Master Silvia e Zianabaa, fermato infine Garynella.
Nel sottoclou del pomeriggio, il 5° Gran Criterium d'Autunno-Forst 1857 riservato all'élite dei saltatori di tre anni, Principe del Mare ha rispettato i pronostici scappando via ad Arcisate e Bend Reese. Il Premio Goldegg è stato invece appannaggio di Auenjager in versione coast to coast. Gli altri vincitori del pomeriggio: Consistory (Premio Pardubice, siepi), Grilias (Premio Cuomo, cross), Puntero Triste (Premio Lucchesi-Trofeo Rinnerberger, piana) e Zabu (Premio Gioielleria Ceska-Merano, piana)

Questa news è stata letta 732 volte dal 30 Settembre 2013