Nov 15

Spettacolo nella domenica di Capannelle

Ippodromo CapannelleChe spettacolo quando i 17 protagonisti del Capannelle scenderanno in pista. Tutti sui 1200 metri e in pista dritta, la emozione pura. Questo tradizionale HP (handicap principale) nasce come consolazione al premio Umbria che poi è diventato premio Aloisi. Nelle prime edizione si cimentavano anche alcuni reduci dalla pattern, spesso dei buoni piazzati, ma per via del peso alto la corsa era diventata una sorta di baratro per loro. Accade ancora che qualche protagonista dell’Aloisi osi in HP ma la caratteristica principale della corsa è adesso quella del grande spettacolo, quello che solo una prova affollata in pista dritta sa offrire. Infatti i protagonisti non mancano mai ed anche in questa edizione se ne contano ben 17 e poiché sono adeguatamente periziati lungo la scala dei pesi quasi tutti hanno una buona chance da spendere ed il pronostico diventa davvero entusiasmante, soprattutto se supportato dall’esito in pista. Aggiungete anche la variabile del terreno pesante che mischia ancora le carte ed abbiamo la corsa perfetta quanto ad indecifrabilità. Naturalmente una corsa del genere non poteva che diventare anche tris straordinaria. Qualche nome? Scorrendo la scala dei pesi ecco Aperegina, Alagos, Tache Noire, Alsefra, Spinning Force, Mister Vellucci, Virgin Queen, Simery Creek, Lipfix, Golden Down ma tra tutti gli altri non nominati si nasconde certamente magari proprio il vincitore se non un buon protagonista. Il tradizionale pendent del Capannelle è da sempre il Sette Colli, ancora un HP ma in questo caso ecco scendere in campo i due anni e sul miglio della pista grande. La distribuzione dei pesi rende possibile anche a cavalli di rango inferiore di poter colmare il gap con altri che si sono distinti a buon livello. Vincere il Sette Colli è già un buon punto di arrivo in carriera ma anche un viatico a sperare di fare meglio a tre anni. Il gruppo degli 11 nelle gabbie è solido e ciascuno potrà dire la sua: Hoovergetthekeys capeggia la scala dei pesi e con merito avendo ottenuto ottimi risultati ma tra i rivali ecco le insidie di Faquir che ha già frequentato HP analogo, oppure Spunaugle con Sole Marino in ascesa, ancora Nicotina e Bridge Orteip, Camp Rouss, Vic Du Mean con buon peso, poi i leggeri Loving Words, Coccione e Dubai Palace. Due spettacoli da non perdere ma tutta la domenica merita di essere seguita con anche due maiden interessanti: una sui 1700 in pista grande con 9 due anni in campo e l’altra sui 1500 ma in pista all weather con 12 giovani nelle gabbie. A completare la giornata anche due altri handicap e una vendere con distanze dai 1200 ai 2200 e con tre volte in azione la pista grande, come quella all weather e una la pista dritta, soprattutto con ben quattro volte in campo i due anni.

Questa news è stata letta 654 volte dal 15 Novembre 2013