Dic 16

Arcoveggio: Pivieressa Jet spicca tra i cadetti

Ippodromo BolognaCielo terso e freddo pungente, così l’Arcoveggio ha accolto il suo affezionato pubblico in una domenica dai divertenti spunti tecnici, con i quattro anni padroni della scena e le finali del Trofeo ULG, riservato a giornalisti e studenti universitari, a decretare il campione 2013 di una categoria dagli accesi caratteri agonistici e propedeutica ad una futura attività in seno ai gentleman o in qualche sporadico caso, tra gli allievi professionisti.

Il racconto del pomeriggio festivo parte dalla prova più ricca, sesta del palinsesto, con sette cadetti in vetrina e Pivieressa Jet netta favorita della contesa, ruolo che la giumenta in giubba gialla guidata da Roberto Andreghetti ha pienamente rispettato conquistando l’avanguardia e lasciando ad ampio margine i trascurati Powder Fi e Prinz del Vento, il tutto in un normale 1.15.2 figlio di tattica conservativa e scarso ardire degli avversari.

Lady dalla verde carriera hanno aperto il pomeriggio bolognese con la delusione dei supporters di Saga Pdl, leader sull’accondiscendente Sissy Zs e poi in calo nelle fasi decisive sotto il pressing dell’allieva di Bellei, Svensson, che in 1.17.6 ha battuto la grintosa Sofia Capar e l’appostata Smeralda Ross, poi, alla seconda, replica dei due anni con l’asticella ad alti livelli e la vittoria di in significativo 1.16.5 per Sky Dancer, un pupillo di Jerry Riordan che ha regalato il doppio a seguire ad Enrico Bellei con Silent Shadow e Vecchione al secondo posto sulla rottura di Sama Jet e l’outsider Scaccomatto Spin sul terzo gradino del podio.

Prima manche delle finali del Trofeo ULG e vittoria per Power Trio, accucciato alla corsa dietro a Pussycat Francis e poi proiettato al largo dal suo interprete Tommaso Bianco, il quattro anni allenato da Massimo Visco ha respinto l’affondo di Patito e Piromane Lod, ottenendo un franco primo piano dopo lunga eclissi a media di 1.17.2, poi, testimone ai gentleman e debacle inattesa per Rayo, con Rachele Trio e Marco Lasi a segno da front runner su Ronaldinho Tres e Running, mentre l’outsider Rasty Capar ha fornito finish tardivo conquistando la medaglia di legno. Il ritorno in pista dei nove partecipanti alla kermesse finale del Trofeo ULG ha sancito la vittoria di Lahorez e Guido Gnoffo su Medusa De Mura e Staffieri con l’outsider Loran a regalare punti al bravo Di Chiara e rimandare alla settima la sentenza finale con due seri candidati ad alzare l’ambito vessillo, Gnoffo, già dominatore della stagione ed Esposito, entrambi in possesso di pedine dalle considerevoli chance, rispettivamente Offen Matto e Olimpo Del Nord. Il redde rationem giunge all’imbrunire e impone Luca Esposito in cima alla classifica, con l’appassionato campano a far tesoro del posto d’onore di Olimpo Del Nord in un doppio chilometro vinto da Narvalo e Di Chiara con Olaf Om e Bongiovanni al terzo posto, per tutti appuntamento alla stagione 2014 il cui calendario è ancora in embrione.

The last but not least l’ottavo round bolognese, con i tre anni impegnati sui due giri di pista e la vittoria in 1.15.1 della favorita Roses Rob, terzo sigillo di giornata per uno scatenato Bellei, ormai vincitore del 18 scudetto, con Remember Isle e Rebecca Laser nei panni delle damigelle.

PROSSIMI APPUNTAMENTI: ORE 15 GIOVEDì 19 CORSA TRIS; DOMENICA 22 CORSE, animazioni HippoBimbo e degustazione.

HIPPOSPORT MULTISALA APERTA TUTTI I GIORNI, DALLE 10.30 ALLE 19.30

Questa news è stata letta 331 volte dal 16 Dicembre 2013