Feb 21

Arcoveggio: Renoir du Lac vince sotto la pioggia

Ippodromo BolognaGiovedì bolognese nel segno della continuità e della qualità, leggasi Tris,quartè e quintè ed un riuscito palinsesto tecnico, aperto, come da collaudata consuetudine, dalle generazioni più giovani. Quattro anni quindi alla prima del pomeriggio, impegnati sulla distanza del miglio in contesto assai equilibrato che assegnava il ruolo di favorita alla veloce Rachele Trio, preferita di misura a Rafia e Rosina Lag, e brillante al traguardo in 1.17.32 sull’opportunista Royalty One e su Rafia, al largo sin dal via e ancora tonica all’epilogo, poi, ancora un coast to coast vincente, protagonista l’ospite Slesia Dei Greppi, che in 1.16.7 e con Antonio Greppi in sediolo, ha tenuto a bada il forcing conclusivo di Scaccomatto Spin e di Supermar.

Grande agonismo e tattiche arrembanti nelle prime fasi della terza corsa, poi, ritmo soporifero e sprint finale a fruste alzate per premiare il binomio Rallo/Filippo Monti su Rainbow Of Nando e Galeazzi accomunati dalla media di 1.18.0 e con Runa Horse e De Luca terzi ad intervallo, poi, prima in carriera per Scolopax Jet, pilotato con parsimonia da Andreghetti e vincitore in 1.18.7 su Stella Trio, ben tornata dopo errore e su Silvano Si, mentre alla quinta Orione Trio ha onorato il ruolo di plebiscitario favorito dominando in 1.16.1 su Nicolas Bieffe e Odissea Grim, regalando la doppietta griffata Trio al bolognese Marco Stefani. Alla sesta,un miglio riservato ad anziani dall’eccellente palmares, delusione per i numerosi sostenitori della rientrante Nancy’s Treb, giumenta della Indal passata in allenamento a Giorgio Carini e guidata dal fido Renè Legati, naufragata in retta sotto le palate di Oci Ciornie Jet che però ha dovuto a sua volta inchinarsi alla maggiori freschezza degli appostati O’Neill Grif e Oxyura Jet, giunti nell’ordine in un significativo 1.14.6, mentre alla settima, aperitivo tris con schema ad handicap, ancora anziani in pista per un arrivo a tre che ha visto il carneade Pot Limit Texas prevalere di misura sul leader Perfect Runner Lf e su Nicchero, mentre l’atteso Olaf Om è finito a tabellone unitamente alla penalizzata Pica Bon.

Dulcis in fundo la Tris, un doppio chilometro per cadetti che in un contesto estremamente equilibrato e su un pista resa pesante dalla pioggia scesa copiosa sin dal primo pomeriggio, ha visto prevalere Renoir Du Lac dopo che Rolex Winner aveva varcato solitario il palo d’arrivo finendo però squalificato per una evidente e vietatissima andatura d’ambio mentre Ramon Jet e Risk Bieffe completavano il podio sullo sfortunato Robben Dei Daltri e su Rublo dei Greppi., tutti in un fazzoletto.

Questa news è stata letta 1089 volte dal 21 Febbraio 2014