Apr 14

Arcoveggio: Savannah Bi si aggiudica il G. Premio Italia

Ippodromo BolognaSavannah Bi: sulle tracce di celebri coetanei si aggiudica il GRAN PREMIO ITALIA 2014
Pubblico delle grandi occasioni all’Arcoveggio, ad applaudire Savannah Bi che si è imposta sugli altri otto contendenti nel Gran Premio Italia, must generazionale che l’Arcoveggio ospita tradizionalmente nella prima metà di aprile e che da sempre offre spettacolo di livello e rivela al grande pubblico giovani trottatori dalle stimmate dei futuribili campioni. L’edizione 2014 ha ricalcato fedelmente lo status della competizione, proponendo una starting list di pregio sulla quale spiccavano le individualità di Suricato Jet, campano dai natali triveneti che a Firenze ha sbaragliato la compagnia in coppia con Gaetano Di Nardo, e Stankovic Ok, aitante allievo di Holger Ehlert che Enrico Bellei spesso fatica a disciplinare ma in possesso di cospicue quanto inespresse doti atletiche, mentre Savannah Bi, Scoop Grif Italia e Saba del Ronco si proponevano come alternative.
La cronaca: con la lotta per il comando tra Stankovic Ok e Suricato Jet e quest’ultimo leader sull’avversario con le rotture di Scoop Grif Italia, Smash Slide Sm e, a seguire, di un nervoso Specialess a ridurre sensibilmente il numero dei concorrenti. Al passaggio, Stankovic si profila sul battistrada ottenendo il free way con Savannah Bi terza e Saba Del Ronco nei pressi, lontani gli altri e sulla curva finale, i tre a ventaglio a lottare per la vittoria e Saba del Ronco ad incunearsi in open stretch con la maggior freschezza di Savannah Bi a regalare un esaltante pomeriggio al team della Wave, mentre Suricato ha pagato la corsa da protagonista perdendo la medaglia d’argento a favore di Saba Del Ronco e Stankovic è giunto quarto per la delusione di Holger Ehlert, di Bellei e dei suoi oggi numerosi supporters.
Alle 15.00 la prima del convegno, una stringata quanto qualitativa sfida riservata ai quattro anni risolta in 1.15.2 e dopo percorso di testa da Re Robintor e Roberto Vecchione, Holger Ehlert in regia per il cadetto di colori campani con il coraggioso Record Nord Fro ancora secondo dopo aver calcato impervie corsie esterne su Rossana Grif, appostata alla corda sin dalle prime battute di gara, poi, folla in pista per l’handicap riservato ai gentleman e performance inaspettata quanto stratosferica per Istrice Gianfi, leader incontrastato agli ordini di Marco Lasi che dopo partenza al fulmicotone non ha lesinato i parziali dominando in 1.15.9 i suoi compagni di nastro Orchidea Grad e Iron Horse. Miglio in rosa alla terza, con sette esponenti della leva 2011 in pista all’insegna dell’equilibrio e di qualche futura ambizione in chiave classica per la vittoria a media di 1.14.9 per la trascurata Sangria Vl, ennesima realizzazione del professionista danese Erik Bondo che agli ordini di Federico Esposito ha avuto ragione della leader Sueià della Luna, mentre la diligente Seattle Bi ha conquistato il terzo gradino del podio. Poi, anziani ed ancora breve distanza con Papalla in versione mostre a segno in 1.13.0 nel gradito percorso d’avanguardia davanti a Obelix Np e Pin Emon Sm, giunti ad ampio margine dalla scatenata giumenta guidata da Roberto Vecchione, ed alla quinta, match sulla carta tra Red Baron e Rodeo Drive Ok ma pronostico sovvertito dalla nuda cronaca con Roger Prav a vendere cara la pelle respingendo Red Baron e i reiterati attacchi di Romanesque cedendo di misura e a fil di palo alla maggior freschezza di Ringostarr Treb che in 1.13.0 ha regalato il raddoppio a Roberto Vecchione mentre la rientrante Rodeo Drive ha completato il podio non discosta dalla coppia di testa. Cronometri bollenti alla settima, e dopo Sangria Vl e Savannah Bi, il dream team Bondo/Esposito ha confezionato l’ennesimo successo di una festosa domenica grazie al rientrante Oncle Phot Vl, il vincitore del Vittoria 2014 che dopo aver pedinato Per Amore Gual ha sancito il feeling con l’anello felsineo battendo un encomiabile Geox, alla ricomparsa dopo mesi di stop, e Pancottina Bar, favorita di misura al tot ma solo terza all’epilogo: 1.13.2 la media per il sei anni targato Allevamento Villa Liana e griffato Scuderia Wave. Nell’ottava, ancora un risalto cronometrico rilevante per ribadire il ritorno alla piena efficienza agonistica di Potenza Om, che in 1.12.9 ha dominato davanti a Mombasa Bi e Nero De Gloria, donando l’unica vittoria di una giornata tutto sommato soddisfacente a Pietro Gubellini.

Prossimi appuntamenti: GIOVEDì 17 ore 15;

DOMENICA 20-S.PASQUA CORSE e "PASQUALAND" con Spettacolo Teatro Equestre di Silvia E. Resta(*), l'uovo in omaggio ai bambini, giri a cavallo, GIOCHI e ANIMAZIONI.

Questa news è stata letta 399 volte dal 14 Aprile 2014