Giu 23

Merano: nel segno di Favero

Ippodromo MeranoTre successi dell’allenatore meranese con Monjoliano, Magica Vita e Heed The Cat
Il dominio sui salti interrotto solo da Contu che firma lo steeple grazie a Signor Tiziano
Giornata nel segno di Paolo Favero, l’ottava della stagione di Maia. Il trainer meranese (per la precisione di Sinigo) ha messo la firma dapprima nel cross in apertura di giornata (Premio Courtier di Val) con Monjoliano gestito in scioltezza da Joe Bartos su Ara Gold, l’altro di scuderia, poi ha bissato con Magica Vita che Pastuszka ha sostenuto fino all’ultimo per avere ragione del compagno di colori Ocean Secret (Premio Something Special), e infine ha completato la tripletta in chiusura di convegno quando anche Raffaele Romano ha voluto mettere anche la sua firma con Heed The Cat e lo spunto decisivo per piegare la resistenza di Andrea Doria (Premio Lagundo).
Unico a interrompere l’egemonia di Favero sugli ostacoli è stato Signor Tiziano che Sylvain Mastain ha tenuto ai margini fino alla stoccata risolutrice in dirittura d’arrivo, al momento giusto per beffare Relco Nordic.
In piano, nuovi applausi per Evelyn Poehl che ormai ha ripreso alla grande la confidenza con la vittoria (terzo successo in poche settimane, questa volta con Direct Drive, nel Premio Sarentino), per Mario Baratti giunto dall’Inghilterra e vincitore con King of Axum nella corsa che ricordava Scipione Martini e per Davide Steinwandter che, nel Premio Castelrotto), ha riportato al successo la compagnia della Jumping Set pilotando Right From Wrong.
Prossima giornata di corse domenica 29 giugno: un pomeriggio per campioni con il Grande Steeple Chase d’Europa (gruppo 1, 60.000 euro), il classico Vanoni (gruppo 2, 44.00 euro), il Criterium di Primavera (gruppo 2, 44.000 euro) e il Premio dei Giovani (listed, 22.000 euro). Una suite che porterà in pista il meglio del nostro ostacolismo.

Questa news è stata letta 576 volte dal 23 Giugno 2014