Giu 28

Merano: presentazione corse Domenica 29 Giugno

Ippodromo MeranoGiornata per fuoriclasse
Nel Grande Steeple-Chase d’Europa rivincita del “Merano Forst”:
Dar Said e Demon Magic vanno a caccia del re Alpha Two.
Poi Vanoni, Criterium e Premio dei Giovani: in pista il meglio dell’ostacolismo
Eccola, la giornata dei campioni. Per l’ultimo pomeriggio prima della pausa estiva, Maia mette in vetrina i gioielli dell’ostacolismo nostrano, il top delle scuderie italiane e le giubbe della Mitteleuropa note al pubblico meranese. Fuoriclasse affermati, assi abbozzati e grandi speranze: è un ponte fra l’oggi e il domani quello che collega il Grande Steeple-Chase d’Europa (gruppo 1, 4.600 metri, 60 mila euro), Premio Vanoni (gruppo 2, 3.900 metri, 44 mila euro), Criterium di Primavera (gruppo 2, 3.500 metri, 44 mila euro) e Premio dei Giovani (listed, 3.300 metri, 22 mila euro). Sono le quattro gemme di un convegno completato dalle classiche tre prove in piano per Gr e amazzoni. L’ippodromo apre alle ore 12 con possibilità di pranzare e parco giochi a disposizione, la prima corsa è alle ore 15.30. Ingresso euro 3 (euro 2 i ridotti – possessori di carte turistiche e pensionati; entrata gratis per i minorenni).
Grande Steeple d’Europa. I primi due del Gran Premio Merano Forst 2013, Alpha Two e Dar Said, ma anche il quarto e sesto piazzato, Imprezer e Demon Magic. È questa la metà dei partenti del Grande Steeple d’Europa, ma pure l’altra metà ha i suoi buoni motivi per ambire a un posto al sole. Favorito d’obbligo, naturalmente, il “detentore del titolo” Alpha Two, il gioiello della Staj Evi dal doppio passaporto, italiano (proprietà della famiglia Bottura) e ceko (allievo di Josef Vana Sr, in sella il figlio Josef Jr). Avrà un prezioso alleato in Imprezer, che comunque (con Fuhrmann) si gioca anche qualche carta individuale su una distanza, lui che è un diesel, che potrebbe favorirlo. L’alternativa numero uno spetta di diritto a Dar Said, il sauro di Favero recente vincitore a Maia - in coppia col fedele Romano - del Grande Steeple di Roma. L’allenatore meranese gliene affianca due e intriga non poco Le Temujin: solo un infelice traiettoria finale gli ha tolto un probabile successo, a inizio mese, nella Gran Siepi d’Italia. Praticamente debutta in steeple, deficit in qualche maniera bilanciato dalla classe di Bartos che, se si presenterà l’occasione, non se la farà di certo sfuggire. Il terzo è Opaleo (Pastuszka), dignitoso quarto nel Val Passiria di tre settimane fa. Un ruolo da coprotagonista è riservato al ceko Demon Magic, firmato Olehla-Myska, delusione del Merano Forst dello scorso settembre ma rientrato in ottimo spolvero centrando il successo a Maia a metà maggio. Infine, due incursori che potrebbero riservare colpi di scena: Fafintadenient, “rispolverato” da Contu e Maceli, e Giant Hawk per la ditta Ostanel-Pollioni.
Vanoni, Criterium e Premio dei Giovani. Il Vanoni, tesi di laurea per steepler di 4 anni, sarà affare tra Favero e Contu. Il primo schiera un poker che ha in Il Superstite, battente il biancorosso austriaco degli Ambruschitz, il capitano, in Darakti la spalla, in Shame la mina vagante e in Missed Approach il probabile comprimario. Cederanno al Rikat di Contu? Beh, il baio della Siba i mezzi li possiede. Estrema outsider New Girl.
Più affollato e incerto invece il Criterium di Primavera, anche qui 4 anni d’élite ma sulle siepi. E anche qui i favori del pronostico sono per un allievo di casa Ambruschitz, Barcelona, in credito con la fortuna dopo la caduta nel debutto meranese. Favero gli affianca un tris vestito del suo fucsia in cui Monello pare il più dotato. Fra gli altri, si chiacchiera di Albina targato Ghiotti-Nero e di Notti Magiche allievo di Ostanel. Curiosità per Sir Tali: leader di generazione nella prima parte della scorsa stagione, poi fermato da un infortunio, rientra.
Nel Premio dei Giovani per saltatori di 3 anni, ancora biancorosso Ambruschitz atteso al varco: è il caso di Moqorro, qualitativo ma finito a terra nelle ultime due uscite.

Questa news è stata letta 353 volte dal 28 Giugno 2014