Ago 11

Merano: risultati di Domenica 10 agosto

Ippodromo MeranoIl Superstite da urlo: il leader è lui
L’allievo della Magog domina il Pollio battendo Rikat
e si riprende lo scettro di numero 1 dei giovani steepler

Ristabilite le gerarchie. Il Superstite è tornato a far la voce grossa, cancellando con un colpo di spugna la caduta nel Vanoni e ribadendo che è lui il leader degli specialisti dello steeple di ultima generazione. L’allievo di Favero e pupillo della scuderia Magog è stato sempre tenuto nel vivo della corsa da Raffaele Romano che all’imbocco dell’ultima curva ha schiacciato sull’acceleratore e chi s’è visto s’è visto. Ci ha provato Rikat, eterno rivale ed eterno piazzato, a stargli appresso ma è riuscito a vedergli solo la coda: ancora secondo, per la sesta volta di fila. Quasi una maledizione per il portacolori della Siba; al trainer Franco Contu lo stratagemma del cambio di monta, rispolverando Dirk Fuhrmann, questa volta non è riuscito. Terzo un generoso Shame, come da copione vicino ai migliori ma non il migliore, poi Billy Silver e Darakti.
Davanti a un folto pubblico, la Magog ha chiuso il pomeriggio così come l’aveva aperto, festeggiando: la prima corsa (Premio Val Senales per steepler di seconda fascia) è stata appannaggio della scuderia degli Ambruschitz grazie a Basso, questa volta col training estero di Holcak e il ritorno al successo di Fuhrmann. Il ceko Enzio (Vana Jr) ha invece portato a casa il Premio Sinigo (siepi) ma solo dopo il distanziamento di Depeche Code, mentre in cross Ara Gold (Romano) ha dominato gli avversari.
In piano, gioie per i Gr Riccardo Belluco con Zabu (Premio Cumani) e Renato De Rossi con Giunchiglia (Premio Tanzi), e per l’amazzone Evelyn Poehl con Epic (Premio Sommariva).
Il prossimo weekend due giornate di corse in programma a Maia: venerdì 15 agosto il clou del meeting del piano e domenica 17 agosto dedicata principalmente agli ostacoli.

Questa news è stata letta 383 volte dal 11 Agosto 2014