Ago 30

Merano: presentazione corse domenica 31 agosto

Ippodromo MeranoPremio Richard, comincia il clou,Sette corse in programma domenica a Maia
Il Superstite chiamato a confermarsi leader dei giovani steepler
Con il Premio che ricorda Piero e Franco Richard, colonne storiche dell’ippodromo di Merano, s’inaugura la suite di grandi appuntamenti che culminerà, domenica 28 settembre, nel 75° Gran Premio Merano Forst. Il Richard, tesi di laurea per i per i giovani steepler, è il fulcro di un pomeriggio attorno al quale orbitano altre sei corse, tre in piano e altre tre sugli ostacoli, fra le quali la 3ª Prova del Campionato Scuole che riporta sul tracciato del cross gentlemen riders, amazzoni e le fruste scaturite dagli stage tenutisi a Maia durante l’estate: pura passione in pista, e lo testimonia ancora una volta lo straordinario numero di partenti, ben sedici.
Apertura come sempre alle ore 12 con ristorante e parco giochi a disposizione, la prima delle sette corse è in programma alle ore 15.40.
Sintetico nello schema, con cinque nomi ai nastri e tre scuderie rappresentate, il Richard (euro 40.000, 3.900 metri, gruppo 3) può avere due chiavi di lettura. La prima: Il Superstite è un prospetto di campione? Per quanto concerne il confronto con la sua generazione, finora ha fatto il bello e cattivo tempo. Quest’anno ha fallito una volta sola, vittima di una caduta sul penultimo salto di un Vanoni che pareva avere in pugno. Il Richard rappresenta l’occasione del completo riscatto per l’allievo della Magog preparato da Paolo Favero, che già al rientro nel Pollio di tre settimane fa aveva ristabilito le gerarchie con una performance da applausi. Con Romano costretto ai box per infortunio, troverà in sella Bartos: parliamo sempre di primissime scelte. La seconda chiave di lettura la offre Rikat. È un cavallo di indubbi mezzi, il baio della Siba allenato da Franco Contu, ma di quelli che sembrano proprio incapaci di vincere. Cos’altro si può pensare dopo sei secondi posti di fila? Eppure, c’è chi sostiene che il gap col Superstite è meno ampio di quanto dimostrato finora in pista. Il palo, giudice supremo, darà la sentenza. Il resto della ciurma batte bandiera fucsia-Favero: Darakti, Shame, Miss Approached e con questo elenco ecco che il Richard si configura come una perfetta replica (ai nastri, alla fine vedremo) del Vanoni. Che ancora una volta aveva insegnato come i valori sulla carta siano una cosa, la corsa un’altra soprattutto quando ci sono di mezzo gli ostacoli e fra l’altro sono quelli dello steeple “maiuscolo”, con fence e oxer grande. E poi il terreno: era tendente al pesante nel Vanoni, domenica probabilmente sarà più consistente. Dei tre in fucsia il grado di capitano spetta a Darakti che quel Vanoni, approfittando delle circostanze, l’aveva vinto: dunque un soggetto che sa essere pronto se l’assist è invitante, e Vana Jr in sella nel caso non si farà trovare impreparato.
Nel resto del pomeriggio spicca naturalmente la 3ª Prova del Campionato Scuole che sui 2.800 del cross ripropone la bagarre fra sedici concorrenti. Rivincita fra Monte Pelmo e Regain Madrik, con Riccardo Belluco a caccia del primo successo nella specialità e Claudia Wendel che punta ad allungare in vetta alla classifica del Campionato. Assieme a loro, un concentrato di passione e speranze.

Settembre a Maia: ecco le date
È ufficiale il programma delle giornate di corse all’ippodromo di Merano a settembre. Le prime due rappresentano una novità: si svolgeranno infatti entrambe di sabato, il 6 e il 13 settembre. Poi domenica 21 (con il Palio del Burgraviato) e il super weekend di sabato 27 (Premio Nazioni-Crystal Cup) e domenica 28 (Gran Premio Merano Forst). Giornata conclusiva della stagione domenica 6 ottobre.

Partnership con Castel Tirolo
Prosegue la partnership fra Merano Galoppo e Castel Tirolo, sede del Museo storico-culturale della Provincia di Bolzano. Anche questa domenica, come per tutta la riunione di corse estivo-autunnale, l’acquisto di un biglietto d’ingresso all’ippodromo darà diritto a un accesso gratuito al Castello che domina la conca meranese e alle sue esposizioni. Fra l’altro, dall’8 agosto al 30 novembre 2014 il maniero ospita la mostra speciale “Il canto della morte – Robert Musil e la Grande Guerra”.

Questa news è stata letta 557 volte dal 30 Agosto 2014