Set 27

Gran Premio Merano Forst - le altre corse di domenica

Ippodromo MeranoLa meglio gioventù in siepi,un cross carico di entusiasmo e il classico Goldegg.Questo fine settimana Merano è l'ombelico dell'ippica. Nel catino verde di Maia convergono da ovest e da est del continente: cavalli e jockey, allenatori e proprietari, naturalmente spettatori. Nessun’altro contesto del panorama italiano vanta un crogiuolo di lingue e culture paragonabile a quello che si manifesta per il Gran Premio Merano Forst. Dopo la giornata di corse del sabato, la domenica vivrà anche di sei prove che precederanno il grande evento, tre in piano e altrettante in ostacoli. I siepisti di rango si confronteranno nel Gran Criterium d’Autunno-Forst 1857 (in pista i tre anni) e nella Corsa Siepi dei 4 anni-Trofeo Trauttmansdorff, poi la finale del Campionato Scuole con un campo di 17 partenti – cavalieri e amazzoni espressione di pura passione -, ma anche il Goldegg ovvero il “Gp” delle piane. Insomma, un menù vario e allettante.

L’ippodromo, lo ricordiamo, aprirà sia sabato sia domenica alle ore 11 con l’Anteprima Merano WineFestival e le giornate saranno impreziosite dalla partecipazione del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo che, in chiusura del pomeriggio di domenica, si esibirà nel celebre Carosello storico. Tutte le informazioni su www.meranogaloppo.it

6° Gran Criterium d’Autunno-Forst 1857 (Gruppo 1 – euro 60.000 – metri 3.300)
La suite di corse di domenica si apre volgendo lo sguardo al futuro, ovvero all’ultima leva degli ostacolisti. Un futuro che a dire il vero è anche presente, perché il Gran Criterium mette in palio un titolo di gruppo 1 e 60mila euro. Sintetico il campo, cinque pretendenti, imperniato sul duello Astro Benigno-Imperioso: al debutto (Corona Ferrea) ha vinto il secondo, nel Tagliabue l’Astro s’è preso la rivincita. Ora la bella, sempre che non decida di interferire, ipotesi non da escludere, qualcuno degli altri: per esempio Moqorro che ha seguito percorso di avvicinamento diverso e che pare avere dato un calcio alla sfortuna. Lorenzo D’Arcadia finora è stato un gradino sotto i migliori ma è possibile un suo progresso, infine Wrestler (alleato di scuderia di Imperioso) che nel recente esordio ha esibito buon potenziale.

Corsa Siepi dei 4 anni-Trofeo Giardini di Trauttmansdorff (Gruppo 2 – euro 44.000 – metri 3.500)
Davvero una corsa rebus che mette a dura prova i pronosticatori. Difficile individuare un favorito. Arjen è in costante progresso come dimostrato col recente successo, il suo compagno di training Monello però sembra possedere più qualità. La pattuglia è variamente composta: potrebbe decidere l’esuberanza di Megalodon se adeguatamente instradata, chance se le gioca Kazoo se è quello del debutto e non l’ultima opaca versione, Albina e Signor Tiziano sono sempre stati a un passo dai primi, infine il duo di Ostanel: Notti Magiche ha classe ma rientra, l’importato (dall’Inghilterra) Grey Blue esordisce sulla pista

Premio Cuomo-Finale Campionato Scuole
Vetrina dell’entusiasmo di cavalieri e amazzoni, molti dei quali scaturiti dagli stage organizzati all’ippodromo di Merano nel corso dell’estate: è questo il messaggio principale di questa corsa, prova finale del Campionato Scuole che annuncia ai nastri il numero record di 17 concorrenti. In palio ci sono anche i trofei dei Campionati Cross “Merano Galoppo” (in vetta Claudia Wendel) e “Fise” (capo graduatoria Elga Zanchi). Saranno 3.000 metri di passione nei quali a giocarsela dovrebbero essere Uvea, Regain Madrik, i compagni di scuderia Monte Pelmo e Opaleo, con Racconigi e Doux Amer in agguato. Ma l’iniziativa ha vinto ancora prima della corsa.

Le piane
Bellissima edizione del Premio Kurt Goldegg, la “maratona” del piano (tre chilometri). L’ultimo acquisto di Klaudia Freitag, Burggraf, ha militato in categorie ben superiori e si abbina al solido Roncalli compagno di colori. Dalla Germania e dalla Repubblica Ceca giungono, minacciosi, Gusty Gale e Fernando. Twilight zone ha già fatto vedere di che pasta è fatto, gli altri – Frantic Storm, Sugarello, Baby Duro – sono ben conosciuti dal popolo di Maia. Alla pari di Passer Fritz che non avrà vita facile nel Premio Gioielleria Ceska, riservato alle amazzoni, trovando sulla sua strada Clever Bend, Indian Pacha e anche in questo caso stranieri pericolosi. Nel Lucchesi, infine, il duo Adel – Let’s Rock più Troppo Forte – si confronta con i rodati Abbiati, Itasip e Alfono.

Il Gran Premio Merano Forst in TV
Il 75° Gran Premio Merano Forst verrà trasmesso in diretta televisiva su RaiSport con la cronaca di Claudio Icardi dalle ore 17. L’intera giornata potrà essere seguita con tantissimi ospiti e interventi sul canale 219 del bouquet Sky.
Rttr, partner di Merano Galoppo, offre invece servizi speciali di presentazione e di resoconto con il seguente programma: venerdì ore 18.40, sabato ore 10.35 e 21.05, lunedì ore 20.45 e 23.45, martedì ore 12.30 e 18.30.

Questa news è stata letta 1015 volte dal 27 Settembre 2014