Feb 2

San Rossore: Super Mario allo sprint !

Pisa San Rossore Premiazione Corsa FantiniLa prima edizione di FANTINI ALLO SPRINT - KRONOS SPORT PISA, è stata un gran successo. Pur con qualche defezione dell'ultima ora (o dell'ultimo minuto!) causate da influenza o altri futili motivi, la corsa "a piedi" per fantini, GR , amazzoni ecc. ecc. ha avuto un gran successo. Era la prima volta che in Italia si organizzava un evento simile ed è stata un'iniziativa che ha raccolto consensi unanimi e tutti, sia i protagonisti in pista sia il pubblico, si sono divertiti.
La cronaca. I 15 protagonisti sono scesi in pista, dopo aver fatto la rituale foto di gruppo al tondino, tra la quarta e la quinta corsa, nel cuore del pomeriggio. Alcuni di loro, Andrea Fele e Gavino Sanna in testa, non sono riusciti a trattenere gli ardori e anziché sfilare davanti alla tribuna, come in un vero gran premio, sono partiti subito in canter verso le gabbie, poste a 200 metri dal traguardo. La macchina con i rulli è passata per appianare il terreno già calpestato dal passaggio dei cavalli per rendere sicuro il tracciato per gli atleti in corsa.
Lo starter ha ufficializzato le operazioni e il campo partenti era formato da 11 fantini (Gavino Sanna, Mario Sanna, Cristiano Di Stasio, Angelo Citti, Abidilan El Rherras, Domenico Migheli, Andrea Fele, Sergio Urru, Alessandro Muzzi, Djordje Perovic e Claudio Colombi), un GR (Fabrizio Perego) e 3 amazzoni (Anna Lupinacci, Giada Menato e Ilenia Nero).
Le operazioni di partenza sono state veloci, nonostante Gavino Sanna abbia ripetutamente tentato di partire in anticipo passando sotto gli sportelli anteriori delle gabbie prima della loro apertura. Il gesto gli veniva istintivo perché non aveva bisogno di abbassarsi....

Al "they're off" la corsa prendeva subito una piega decisiva perché all'esterno dello schieramento, in maglia nera, partiva come una scheggia il chiaccherato Mario Sanna, uno dei due jockey al via con in carniere un gruppo 1 (l'altro era lo "straniero" Djordje Perovic). Allo steccato un coraggioso Sergio Urru e un volenteroso Abdilan El Rherras (venuto appositamente da Roma pur senza ingaggi in corsa ... a cavallo!) si prodigavano per restare a contatto del primo, pagando tale sforzo nei metri finali.

Infatti, mentre Super Mario Sanna si girava per controllare e concludeva a braccia alzate sul nastro dorato posto sulla linea del traguardo, Urru e El Rherras erano in affanno e subivano il finale di Cristiano Di Stasio e Angelo Citti che completavano il podio maschile. A ridosso anche Fabrizio Perego che dava un tocco di "Turf & Style" alla corsa indossando una giubba in tinta con le sue sneaker: la classe non è acqua! Tra le ragazze (Valentina Francini out per la caduta poco prima dalla sua Beajoy, un bernoccolo la sola conseguenza), c'era bisogno del fotofinish per sancire la vincitrice. Anna Lupinacci respingeva di .... muso Ilenia Nero, con Giada Menato terza ma della quale ammiriamo la sportività perché notoriamente limitata in questa attività a causa di un ginocchio malmesso per un passato infortunio.

Premiazione in tribuna, con applausi per tutti e la consapevolezza di aver fatto parlare l'ippica in maniera diversa almeno per una volta. E complimenti a tutti coloro che hanno partecipato perché lo hanno fatto comprendendo pienamente lo spirito dell'iniziativa.

Scontato dire che nel 2016 Mario Sanna dovrà difendere il titolo acquisito, portando magari una cintura con dei piombi: un handicap dovrà scontarlo!

Video della corsa

Questa news è stata letta 380 volte dal 2 Febbraio 2015