Apr 20

Arcoveggio: resoconto di domenica 19 aprile

Arcoveggio Arrivo GP Italia 2015Ortensia Pit sbanca il clou festivo. Domenica dai tratti tecnici divertenti all’Arcoveggio, con gli anziani padroni della scena nel clou, un intricato handicap programmato sulla selettiva distanza del doppio chilometro, con ben dodici binomi divisi su tre nastri. Prova vivace nel suo dipanarsi tattico che ha visto Ortensia Pit assumere l’iniziativa dopo due segnali annullati e gli avversari alternarsi in velleitari tentativi esterni, cui la giumenta guidata da Marco Stefani ha sempre risposto per le rime vincendo in bello stile sull’inquilino del secondo nastro Revolver e sul ben considerato Red Arrow Font, il tutto in un considerevole 1.16.7
Plebiscito in sede di pronostico e facile conferma per Tornado Spritz in apertura, con il tre anni del team Sarzetto guidato come da collaudato copione dal bolognese Andrea Farolfi, facile al traguardo dopo aver condotto sin dalle prime battute chiudendo la propria fatica senza grossi patemi in 1.15.8 davanti ad un progredito Tuono Om e a Together Alca. Poi, pallino ai gentleman ed estremo equilibrio al betting nel miglio riservato ai quattro anni che Giancarlo Moretti e Showbusiness hanno vinto dopo tattica d’avanguardia in un normale 1.17.5 davanti a Summer Bank e Sultano Light, regalando ad Andrea Sarzetto l’immediato raddoppio in qualità di trainer. Scintille in avvio alla terza corsa con i due compagni di training, Salvador Trio e Sofort Rl, a battagliare per la leadership e Salvador all’avanguardia dopo duecento metri volati e Sofort costretto al largo per l’inserimento alla corda di Samurai Be e Sigant Prav, poi, tentativo di melina del battistrada che nulla ha potuto nelle fasi finali contro il forcing di un ritrovato Samurai Be, vincitore nelle mani di Alfredo Pollini in 1.14.5 sull’accorrente Sigant Prav e sul trascurato Socrate Gso. Ancora tre anni in pista e ancora Andrea Farolfi netto favorito con il pensionario di casa Zanetti Torpicchio Bybo, mission andata a buon fine dopo diligente percorso d’avanguardia chiuso in 1.18.1 sui toscani Toffy Light e Tito da Pisa. Alla quinta, black out per l’attesa Ravenna e vittoria per Rey Tav e Roberto Frassinelli, gentleman prestato alle corse prof che ha catapultato in avanti il suo allievo difendendo la posizione sin sul palo, varcato in 1.14.7 davanti a Omega D’Alfa e Rea Valm. Capovolgimenti di fronte e parziali di livello alla settima, miglio per anziani che ha suggellato la vittoria in 1.15.4 degli ospiti giuliani Rainbow Of Nando e Manuel Galeazzi su Renee’Dvs e Rachele, entrambe assai seguite al betting ma di fatto senza argomenti all’epilogo. In chiusura, gentleman impegnati nella prima delle tre eliminatorie del Campionato nazionale di categoria, con Marco Lasi e Riomurtas in souplesse dopo condotta tattica all’insegna dell’opportunismo che ha visto il driver bolognese osservare la prematura lotta tra Orzo Perlato e Rotokat, per poi anticipare le mosse degli accorrenti Rina Da Pisa e Proiettile Gv e vincere in 1.14.5 su Rina e sul finisseur Rublo Dei Greppi, ai margini per gran parte della gara ed assai incisivo nella parte finale.
Prossimi appuntamenti: giovedì 23 ore 15 CORSA TRIS; domenica 26 CORSE e Spettacolo dei Burattini; Laboratori per i bambini, animazioni e divertimenti.
HIPPOSPORT MULTISALA APERTA TUTTI I GIORNI, DALLE 10.30 ALLE 19.30, LUN. DALLE 13. Il sabato pomeriggio promozioni per i frequentatori.

Questa news è stata letta 365 volte dal 20 Aprile 2015