Mag 15

Capannelle Galoppo: DERBY DAY - 17 maggio 2015

Capannelle Galoppo Derby 2015DERBY DAY. Il giorno piu' atteso dell'anno. Pomeriggio spettacolo alle Capannelle. Nove corse, tre pattern, una listed, handicap principale, due corse per gentlemen e amazzoni e tanti partenti Bumbury day. Il grande giorno è dunque arrivato. E’ cosi da oltre 230 anni in tutto il mondo. Eppure forse c’è qualcosa che non quadra, vero? Esatto Bumbury. Cosa vuole mai dire? Vuole dire esattamente, anzi vorrebbe dire, Derby se solo la famosa monetina fosse caduta dall’altra parte. Oggi noi chiamiamo Derby tutto ciò che ha un sapore di sfida estrema o di duello importante. Vuoi nello sport, nel sociale, nella politica, in tutto insomma. Anche una lite continua tra due condomini diventa alla fine un derby. O meglio un Bumbury se appunto quando alla fine degli anni 70 del 1700 il povero Lord Bumbury avesse avuto dalla sua parte gli dei che invece sorrisero a Mr Stanley allora dodicesimo Conte di Derby. Bumbury e Lady Hamilton, la moglie del Conte di Derby della quale il Lord era molto geloso, erano forse le menti della operazione che sconvolse il mondo del turf e successivamente quello sociale ad ogni livello appunto. Furono loro a ragionare, a discutere, insomma a dire alla fine che non si poteva continuare con quelle distanze cosi lunghe, con quelle corse che non finivano mai, con i tre anni che erano in fondo sacrificati. Diamine ci voleva una corsa tutta per loro, anzi due fece eco la nobildonna, una doveva essere solo per le femmine e poi che sia breve, bastano e avanzano 2400 metri. Detto e fatto, discuti oggi, valuti domani, dai e dai alla fine il gruppo si decise, coinvolse le autorità dell’epoca e fu deciso che si, in fondo le due corse ci potevano stare. Naturalmente i retrogradi esistevano anche allora e si strapparono subito le vesti con il classico… di questo passo dove andremo a finire oppure l’ippica cosi morirà. Alla fine la corsa, le due corse, furono approvate e sappiamo bene come è andata finire. Eppure mancava la cosa più importante. Il pallone o se volete il campo da gioco. Ci penso io disse il Conte di Derby, ho tanta di quella terra nella zona di Epsom, facciamo un sopraluogo e corriamo li. Detto e fatto, si disegna il tracciato, quello mitico con discesa, strappo finale, curva a gomito, insomma tremendo. Restava solo da dare un nome alla corsa. Oggi a tutti ci verrebbe da dire, beh chiamiamola Derby, facile. Allora non era cosi. Lord Derby siccome ci metteva quasi tutto riteneva di avere titolo per dare il suo nome alla corsa nella quale poi, sotto sotto, quasi nessuno scommetteva che avrebbe potuto avere successo. Anche Lord Bumbury pretendeva avendo avuto quasi la idea. Alla fine, come tutti sappiamo per la corsa principale (l’altra furono le Oaks) si fece ricorso alla monetina. Chissà come andò veramente, chissà se Lord Derby raccolse lui la moneta e disse di aver vinto … non lo sapremo mai. Sappiamo che vinse lui e che cosi la corsa che ancora non c’era e che non interessava a quasi nessuno si chiamò Derby e non Bumbury. E’ diventato forse il nome più importante al mondo e non parliamo di cavalli ma di tutto. Che bello se per un solo giorno potessimo cambiare il corso della storia e dire che oggi alle capannelle stiamo per vivere il Bumbury day. Non è cosi naturalmente e allora prepariamoci ancora una volta a vivere la giornata più attesa dell’anno, quella della corsa che nella vita di un cavallo può capitare solo una volta e anche se sei un gigante come Ribot se non la hai potuta corre a tre anni significa che non la hai mai vinta. Ecco la sua importanza, è la corsa più importante nella vita di un cavallo perché si può correre solo a tre anni, oggi appunto. Adesso alle Capannelle si disputa sui 2200 metri, a Chantilly in Francia sui 2100, in Kentucky siamo sui 2000 ma nella casa madre di Epsom sono fedeli alla distanza tradizionale dei 2400 metri. Il Derby Italiano 10 e Lotto è il primo derby europeo che si disputa nella stagione. Seguiranno poi tutti gli altri importanti ovvero Francese, Inglese, Irlandese e Tedesco. La giornata è speciale sotto tutti gli aspetti, la cornice come sempre è meravigliosa, gli appassionati arrivano per tempo alle Capannelle, il vero turfman sa che sta per vivere una giornata di gioia e grande partecipazione. Derby e poi anche altre due pattern come Tudini, nel ricordo di una famiglia che ha dato tantissimo al galoppo italiano in ben tre generazioni, per i velocisti e il D’Alessio che si disputa nel nome di un proprietario gigantesco nella storia del turf mondiale per i classici anziani. In programma anche una listed che vedrà i tre anni da miglio impegnati a vincere nel nome di Mauro Sbarigia indimenticato competente cantore di cavalli e di corse. Cosi come gli anziani saranno in campo sui 2400 in Hp intitolato a Edmondo Botti che è il fondatore di una dinastia che al galoppo italiano e internazionale ha dato e sta dando tantissimo mentre i “puri” ovvero i gentlemen e le amazzoni si misureranno nel premio Sergio e Domenico Arnaldi, il primo uno dei più grandi dirigenti della nostra ippica cavaliere come il secondo, mentre per le sole amazzoni da qualche anno, tradizione che si lega a quella del pomeriggio delle King George, è stata creata una corsa speciale e internazionale. Insomma un super pomeriggio da non perdere e da incorniciare come quelli che lo hanno preceduto negli anni. Il nastro Azzurro cosi si è soliti chiamare il derby ha anche in Italia la sua storia. Vede la luce più o meno un secolo dopo quello inglese del quale abbiamo ricordato la genesi, nel 1884 a vincere è una femmina, cosa che non accade però ormai da 80 anni circa. Trionfa Andreina per i colori di Thomas Rook ma si mormorava allora cara anche a quelli del re Umberto. I 130 anni di storia sono costellati di nomi prestigiosi, l’albo d’oro che pubblichiamo a parte è li a ricordarcelo. Campioni cavalli ma anche personaggi che hanno scandito la storia del turf italiano e internazionale, proprietari, allevatori, allenatori e fantini. Date uno sguardo attento all’albo d’oro, sarà fonte di tante scoperte. Come del resto quello delle altre corse importanti del pomeriggio. Corse che hanno fatto la storia del nostro galoppo, un rito festoso e di alto profilo che si rinnova ancora una volta. Cosa ci regala il derby edizione 2015? Intanto un buon numero di partenti tra i quali non manca la presenza qualificata di ospiti allenati fuori d’Italia. Come i due tedeschi che scendono a Roma con il derby nel mirino da tempo. Si tratta Graasten che ha vinto la sua corsa di preparazione cosi come Summer Paradise che avrà in sella Miki Cadeddu che è sempre stato ippico per vocazione familiare e che adesso fa il fantino proprio in Germania ma che tutti conoscono come il nipote prediletto di Nonno Libero, Lino Banfi, nella popolarissima fiction televisiva. Dalla Francia, allenato da Simone Brogi che continua la vocazione familiare, arriva Misty Love. La risposta del training italiano si affida ad un gruppo di cavalli di eccellente livello come Goldstream e Greg Pass i laureati di Botticelli e Filiberto mentre dal Parioli arrivano Azari e General Sherman. E’ in netta ascesa Firun, è seguito dal cuore di una regione, la Sardegna, appunto. C’è il secondo del giovanile Berardelli Panther Cat, è imbattuto Roccia d’Oro, c’è il meraviglioso tentativo di una femmina che ha vinto l’Elena, Sound of Freedom, c’è Time Chant che cresce, c’è Ora dei Desideri con compiti però presumibilmente di gregario, ci sono tutti quelli che avrebbero potuto esserci. Sarà spettacolo e nella massima incertezza. Del resto 15 protagonisti sono la garanzia migliore. Nel D’Alessio tutti i binocoli saranno puntati sul rientrante Dylan Mouth che vinse proprio il Derby lo scorso anno e che alla fine della stagione complici anche altri successi è stato valutato ben 116 punti di rating. Il Tudini sarà splendida volata sui 1200 con tutto il meglio disponibile nel nostro turf e con al vincitrice dello scorso anno, Omaticaya, che prova il bis. Nove corse ricche di tanti partenti, molti momenti aggreganti, iniziative di contorno di assoluta valenza, il derby day è festa, non soltanto di capannelle ma di tutto il galoppo italiano, anzi di tutta l’ippica italiana. Buon divertimento.
COMMENTO CORSE

1 Premio DIONISIA
1 GIACALMARBAR ottimo debutto milanese, chiaramente in corsa per vincere
2 IL MITICO PERA in ascesa, ha appena vinto ma non sarà facile
3 KHELEY SPEED terzo al debutto per contare dovrà migliorare molto
4 OTTONE ottimo debutto sul tracciato, può vincere
Si parte con i due anni, non molti ma di buon libello almeno in due casi perché Ottone ha esordito benissimo sul tracciato e forse merita la prima citazione nei confronti di Giacalmarbar che ha fatto altrettanto a Milano. Sarà un bel match
I nostri Favoriti 4 – 1

2 Premio LONGINES WORLD FEGENTRI CHAMPIONSHIP FOR LADY RIDERS

1 NOMEV forse un po’ breve e con una forma che è buona ma in inverno
2 QUIZ EVOLUTION in forma smagliante , forse al pelo con i metri ma è bene in corsa
3 SALAR GLORIOUS i mezzi ci sono , forse deve ritrovare la migliore forma
4 MEWAT ha appena vinto, la chance è buona
5 CAROLWOOD DRIVE altro in ottima forma, piace molto, può vincere
6 PAOLA FOREVER al peso recupera ma ha corso sette giorni fa su altra distanza
7 CIUMBALICCA forse leggermente corta la distanza
8 DRAGOPPO ha dato qualche buon segnale la ultima volta
9 FRANCOFORTE può tentare di sfruttare il buon peso
Sono in pista le amazzoni, una corsa riservata solo a loro come accade nel giorno delle King George ad Ascot. Non solo ma le ladies in sella provengono da tutta Europa. Sarà spettacolo ma per il pronostico forse i cavalli affidati a due italiane , Giulia Coccia e Anna Lupinacci, hanno le chances migliori. Si tratta di Quiz Evolution e Carolwoo Drive che preferiamo a Mewat e Salar Glorious anche questi con in sella due italiana
I nostri Favoriti 5 – 2 – 4

3 Premio CARLO D’ALESSIO
1 BERTINORO tra i più in forma della stagione, certamente al palo
2 CELTICUS potrebbe correre con compiti di gregario
3 DEMETEOR ha appena vinto l’Arno per la seconda volta, in corsa
4 DOGMA NOIR non sembra avere un compito facile
5 DYLAN MOUTH sarà il netto favorito della corsa, è il derbywinner in carica che rientra
6 IL ROMITO la forma è davvero costante e notevole
7 OTTAWA altro in forma meravigliosa , vale il piazzamento
8 TARGARYEN sta venendo avanti e ha buoni mezzi attenti
9 VICTIS HILL forse deve ancora ritrovare la forma migliore
Tutti i binocoli saranno puntati in direzione di Dylan Mouth, il derbywinner 2014 che effettua il suo rientro e che vuole poi puntare al Milano. Deve vincere e sarà il netto favorito. Contro ecco Bertinoro , il più in forma della stagione con anche Demeteor ma sono in agguato Ottawa con Targaryen oppure Il Romito molto regolare
I nostri Favoriti 5 – 1 – 3

4 Premio MAURO SBARIGIA
1 BIG VIOLETT in forma sicura ma forse qui sale leggermente
2 BREX DRAGO quinto del Paioli , qui ha una ottima chance
3 CHANGE OF MOON ha appena vinto può puntare a piazzarsi
4 CHESTER DEAL terzo nel Pisa , la sua chance la ha
5 CIRCUS COUTURE accorcia la distanza ma è il secondo del Filiberto, può vincere
6 PANCHO si è ritrovato quindi molta attenzione
7 PORTO BLANCO in crescita per un piazzamento
8 SAN MARCOS potrebbe provare andando in avanti
9 STRADUK viene dagli handicap, sorpresa
10 TRUCK OF STARS deve ancora vincere, forse sale leggermente
11 WINKLEMANN quarto nel Parioli, vale un bel posto al palo
Nel ricordo di Mauro Sbarigia, indimenticabile, i tre anni di buon conio corrono per il neretto della listed. Circus Couture accorcia i metri ma è il secondo del Filiberto, vale la candidatura insieme a Winklemann che è quarto del Parioli dove era quinto Brex Drago. I tre sono dinanzi agli altri tra i quali attenzione a Chester Deal terzo di Pisa e al ritrovato Pancho
I nostri Favoriti 5 – 11 – 2

5 Premio TUDINI
1 ALATAN BLAZE in gran forma e sempre al palo, può far bene
2 ANOTHER FULL POWER ha forma ma sale leggermente
3 ELETTROTRENO tra quelli che hanno diritto di contare
4 EVIL SPELL ha appena vinto il Chiesa vale il tentativo, intrigante
5 FALEST forse meglio su distanze maggiori
6 HARLEM SHAKE uno di quelli che dovrebbe lottare la corsa
7 INCITING INCIDENT non ha ancora fatto molto in Italia
8 OMATICAYA ha vinto lo scorso anno, ottima la sua ultima, pronta per il bis
9 PENSIERIEPAROLE sulla distanza molto pericoloso, attenti
10 TERRE BRUNE buon tre anni, al meglio vale il piazzamento
11 TRADITIONAL CHIC anziano che sta tornando in forma
Edizione intrigante della pattern per i flyer che vede Omaticaya alla ricerca del suo secondo successo, può farlo ma deve sconfiggere diversi rivali come Harlem Shake o la tre anni Evil Spell cosi come Pensieri e Parole insidioso sulla distanza, pericolosi anche Elettrotreno oppure Traditional Chic con Alatan Blaze, proprio una gran bella volata
I nostri Favoriti 8 – 6 – 9

6 Premio DOMENICO E SERGIO ARNALDI
1 KRAMULKIE
2 BURGGRAF nella compagnia ha ancora una ottima chance nonostante il peso
3 CAFAGGIO per contare bene deve ritrovare la migliore forma
4 RONCALLI tornato in forma ha buona chance
5 UNDER AND OVER non ha peso facile ma fa bene la distanza
6 KING OF AXUM in buona forma ha la sua chance
7 THE LION FISH da non sottovalutare, è insidioso
8 BOLD BAHARI peso possibile per un piazzamento
9 BORA DE S'ENA in grande forma c’è da stare attenti
10 IMAGO LIVE è di nuovo in buona forma, può starci
11 PAVENIK ha forma ma cambia distanza
12 SCETTICA un peso da sfruttare e una forma in crescita
Ecco il tradizionale Arnaldi per i dilettanti consuetudine nella corsa prima del derby. I migliori ci sono tutti, chance buona per la scuderia composta da Roncalli e Burggraff ma la rosa dei pretendenti è ampia ed ecco allora The Lion Fish oppure Imago Live con anche Under and Over oppure Cafaggio e attenti a Bora de S’ena
I nostri Favoriti 2/4 – 7 – 10

7 Premio 132^ DERBY ITALIANO 10 E LOTTO
1 APPUNTO nel contesto forse non ha un compito facile
2 AZARI finito forte nel Parioli, dovrebbe fare la distanza, pericoloso
3 FIRUN la bella possibile sorpresa, ha classe e cresce
4 GENERAL SHERMAN terzo di Parioli potrebbe fare meglio con più metri
5 GOLDSTREAM imbattuto e ha impressionato nel Botticelli
6 GRAASTEN ospite tedesco molto in forma e preparato a punti per il nostro derby
7 GREG PASS ha vinto il Filberto che porta sempre al derby
8 HIGH EXPLOSIVE nel contesto il compito non è facile
9 MISTY LOVE ha corso benino in Francia, si sposta apposta, attenti
10 ORA DEI DESIDERI ha compiti probabilmente di gregario
11 PANTHER CAT non si è ancora espresso nella stagione
12 ROCCIA D'ORO due corse e due vittorie, attenzione
13 SOUND OF FREEDOM ha vinto l’Elena , unica femmina in campo per la impresa storica
14 SUMMER PARADISE altro ospite molto insidioso
15 TIME CHANT sta migliorando, verrà avanti dal Botticelli
Eccoci alla madre di tutte le corse. Una femmina tenta la impresa, Sound of Freedom dopo l’Elena vuole anche il derby e non accada da quasi 80 anni , quando vinse Archidamia. Fa scuderia con Goldstream che ha forse la chance migliore. Dal Filiberto ecco Greg Pass, dalla Germania in due con Graasten che fa molta paura, ci sono poi quelli del Parioli , Azari e General Sherman, ci sono Roccia d’Oro e Firun ci sono sono tutti i 15 in campo
I nostri Favoriti 5/13 – 6 – 2

8 Premio CORRIERE DELLO SPORT
1 KEPLERO peso non facile ma è in corsa
2 STUNDAIU in buona forma conta anche lui
3 MR MUZZARE per contare deve ritrovare la forma migliore
4 NEARLY NOT MINE un buon risultato è alla portata
5 WAYLAY in forma , pericoloso
6 MUJAS peso molto interessante attenti
7 COMISO SOUL solito finale dopo attesa, conta
8 ALEXANOR nel contesto ha sempre la sua buona chance
9 TATY SPRINT vale almeno il piazzamento
10 MUJAHIDOFCAFFEINA sta correndo bene
11 DEMOCRITO non ha un compito facile ma ha peso
12 CAMP ROUSS non sembra avere compito facile
Per chiudere ci aspettano due perizie diaboliche. Qui ci piace Mujas con peso possibile, ma attenti molto a Waylay, Comiso Soul e Alexanor. Tutti hanno una chance anche quindi Keplero e Taty Sprint
I nostri Favoriti 6 – 8 – 5

9 Premio EDMONDO BOTTI
1 KESHIRO .
2 COSPIRATOR nel contesto la sua chance resta buona
3 BONVESINO in forma sicura ma peso non lieve
4 PIETRO IL GRANDE se tornato al meglio vale la vittoria
5 THOMAS SENSAZIONE solo una corsa in stagione ma conta lo stesso
6 TOO MUCH TROUBLE peso possibile può tentare
7 RE MANFREDI altro che può inserirsi
8 AN CAT DUBH la sua chance di piazzamento la mantiene
9 RUSSIANDUKE forse non ha compito facile ma ha buon peso
10 MAREX non ha un compito facile
Si chiude con un altro handicap che Stefano Botti vuole vincere perché si corre nel ricordo del nonno. Ha tre opzioni : Cospirator, Bonvesino e Thomas Sensazione. Lo sfidano Pietro il Grande in possibile ripresa e il leggero An Cat Dubh
I nostri Favoriti 2 – 3 – 4

Questa news è stata letta 1324 volte dal 15 Mag 2015