Ago 12

Cesena: resoconto di martedi' 11 agosto 2015

Ippodromo di CesenaSerata in livrea per il trotter del Savio, teatro di una convention tecnica di assoluto livello su cui troneggiavano un’incerta Tris e soprattutto l’eliminatoria italiana della Breeders Course, challenge di respiro internazionale riservato ai migliori puledri di due anni nati in Italia. Incerta al betting, ma con una vincitrice piuttosto netta all’epilogo, la Tris nazionale “Premio Daguet Rapide” ha visto Renee’ Dvs spaziare a piacimento sotto la decisa regia di Roberto Vecchione che ha portato al largo l’allieva di Holger Ehlert attendendo il crollo di un velleitario Olifante Jet e dominando gli avversari capeggiati sul palo da Oneill Bye Bye. Terzo posto per Riger Hurricane e la favorita Puntarenas Ranch al quarto posto nei confronti di Madyson de Gloria. Media di 1.14.0 e quote che variano dai 228 euro della Tris ai 658 della scommessa quartè, lievitando a oltre i 1.452 per il quintè.
La meglio gioventù invece è scesa in pista allo scoccare delle 23.30 per il “Premio Allvamento Folli s.r.l. – Breeders Course Challenge 2 anni”, con Uranie Kyu Bar nei panni della favorita nei confronti dell’invitto Ultimo Sogno e con Urgania nelle vesti della terza forza in campo. Un pronostico che ha visto il solo Ultimo Sogno onorare il suo ruolo più per demerito altrui che per propri meriti, prendendo la testa della corsa e vedendo rompere gli avversari che da Uranie a Urgania passando per il trascurato Up All Night hanno lasciato ogni compenso sbagliando rovinosamente. Vittoria quindi per Ultimo Sogno e Francesco Di Maggio a media di 1.17.7 che ha comunque evidenziato qualche limite per il giovane erede di Gruccione Jet. Foto strettissima per sancire il vincitore della prova d’approccio all’intenso martedì cesenate, con il maestoso Skroce D’Aghi ed il suo bravo interprete Giovanni Ghirardini prevalenti di misura su Scilla Gso e Sissy Muttley in 1.17.4, mentre alla seconda, a picco il favorito Santino Cam e successo in cassaforte già dal via per la toscana Saga Dei Venti, improvvisata con perizia dal siculo Natale Cintura e preminente sullo scattante Solare Roc in 1.14.6, mentre Sharon Pride ha chiuso al terzo posto. Tutto come da copione alla terza corsa, con Tosetta Spritz autrice di un valido coast to coast chiuso in 1.14.7 su Tamurè Roc e Titano del Ronco ben diretta da uno dei beniamini della esigente tribuna cesenate, Andrea Farolfi. Poco dopo, di galoppo l’attesa Tyba Bybo e vittoria della sorpresa Tommasino Ama che in 1.16.4 e sotto l’egida tattica di un ispirato Domenico Zanca ha pizzicato a fil di palo la leader Tempesta Mark con Tommy terzo non lontano. Performance dal rilevante profilo tecnico per Rossi Dream alla sesta corsa, con l’allievo del duo Ehlert/Vecchione deciso nel recuperare la penalità e poi intangibile battistrada che in 1.14.2 ha lasciato le briciole a Ran’s Club e a Parker Om ed in chiusura, arrivo a fruste alzate tra Real Thing e Macaone Jet, con quest’ultimo vincitore di misura su Narvalo a completare il podio, dispersi, gli altri.

Questa news è stata letta 268 volte dal 12 Agosto 2015