Ott 2

Capannelle Galoppo: le corse di domenica 4 ottobre

Capannelle Premio Natale di Roma 2014Ecco la selezione alle Capannelle. Le femmine in vista del Lidia Tesio, ma anche i maschi verso Roma o Jockey Club. Spazio ai due anni in vista del Berardelli. Il vero appassionato di corse e cavalli non perde mai la occasione di scoprire prima del tempo i possibili laureati delle grandi prove di selezione. Il momento della verità, la pattern di grande valore, è chiaramente l’attimo conclusivo di un percorso che è fatto anche di prove di preparazione che, appunto, per l’appassionato principe sono le più intriganti. In queste occasioni può speculare, studiare, valutare e la soddisfazione più bella sarà quella di intuire anzitempo il nome giusto per le grandi corse successive. E’ ciò che può accadere in questa domenica alle Capannelle grazie a due listed chiaramente preparatorie che in prospettiva possono portare al prossimo Lidia Tesio (il primo grande clou autunnale di Roma) oppure tanto al prossimo milanese Jockey Club o al gran premio Roma che sarà l’ultimo grande evento europeo e che si disputerà alle Capannelle l’otto di novembre. Le due corse alle quali assisteremo questa domenica sono il Villa Borghese sulla distanza dei 2200 metri in pista grande, molto selettivi, per i tre anni e oltre e l’Archidamia, giustamente nel ricordo di una super campionessa, che sui 2000 metri porta o può portare al marcatore del successivo Lidia Tesio sulla stessa distanza. Le corse e il loro programma di selezione non sono mai casuali, seguono una logica che è fondamentale nell’affermare e nel tenere alto il livello di cultura del nostro sport. Non soltanto due listed di autorevole conio ma anche una prova che anche questa di chiara anticipazione e preparazione per un’altra pattern. Parliamo del premio Le Marmore che sui 1800 metri della pista grande può anticipare forse il verdetto del successivo Berardelli summit conclusivo per i nostri due anni nello stesso giorno del Roma. Ecco perché stiamo per vivere un pomeriggio importante e per gli appassionati ci sarà ovviamente la possibilità di seguire sui monitor anche le grandi corse del pomeriggio dell’Arco di trionfo a Parigi. Una splendida full immersion nel magico mondo del grande galoppo. Prepariamoci ad assistere a sette corse, quattro in pista grande e tre sul dirt, di ottimo livello con due listed, due condizionate e due handicap incerti e con distanze che andranno dai 1200 sul dirt ai 2200 della pista grande. Che il Villa Borghese sia una corsa di spessore, un punto fermo nel nostro calendario lo afferma con certezza anche l’albo d’oro che non mente mai. L’ultimo vincitore è stato Cleo Fan che poi in primavera è andato a vincere nel Repubblica e che subito dopo il Villa Borghese seguì Priore Philip nel Roma. L’albo è pieno di nomi di alto profilo, basta pensare ad Altieri, ecco un altro dominatore del Repubblica, come lo stesso Timboroa ma poi ecco e per due volte Lord Chaparral che andò a sfiorare di un nulla il Jockey Club e ancora Ratki un campione assoluto che ha siglato anche questa corsa come del resto Urgente che fu secondo nel derby. Chi sarà il nuovo vincitore del Villa Borghese edizione 2015? Anzitutto un cavallo che milita bene in corse di gruppo e che vince le listed come Bertinoro che dovrebbe monopolizzare il pronostico e che rifinisce probabilmente proprio per il prossimo Jockey Club. Gli si oppone il tedesco che corre in Italia Accino che a Merano è andato forte ma soprattutto Pentagono che è in forma smagliante ed è dotato di scatto formidabile senza dire poi di Shoking Blu e di Slowpoke. Corsa di qualità come detto. La storia dell’Archidamia il cui naturale sbocco è per forza il Lidia Tesio deve invece fare i conti proprio con la straordinaria importanza della corsa in programma il 25 ottobre prossimo. Il Tesio è infatti uno dei gruppi uno più solidi del nostro programma di selezione, mantiene il suo rating da sempre e questo vuol dire che sono sempre numerose le ospiti che gareggiano per questo alloro cosi importante. Vuol dire anche che la vincitrice dell’Archidamia deve superarsi nella successiva pattern di gruppo uno alle prese con cavalle di valore internazionale. Quiza Quiza Quiza ci è riuscita, Bardonecchia è stata capace addirittura di vincere in pattern all’estero ma in genere chi si afferma in questa listed è cavalla di spessore garantito e diventerà in seguito ottima madre, forte del black type acquisito magari proprio in questa corsa come è successo a Valvibrata oppure a Mamma Giovanna o Lucky Serena che sono le ultime, ancora sulla breccia, ad aver trionfato nella prova. Cosa succederà questo pomeriggio? Intanto ecco ancora una volta proprio Valvibrata che ha vinto ed è stata seconda, è ancora in corsa anche se dovrà fare i conti con la forma di A Fari Spenti oppure con la classe di Wordless e della stessa Favulusa mentre il campo numeroso comprende anche Alsrab, Big Violett, Durlindana, Iole My Love e Bridge Arabrab. Sarà corsa vera con la giusta dose di andatura a garantire selezione autentica. Certo da non perdere sarà anche la edizione 2015 del premio Le Marmore, come detto una chiamata importante a Roma in vista del Berardelli. Proprio sui 1800 ecco l’interessante Arcan Boy che allunga ma che possiede potenziale interessante. Ottimo il campo dei rivali: Doctor Gianni, Full Drago, Lord Schekin, Staisenzapenzieri, Irishman mark, Rabiosa Fiore. La distanza sarà il vero esaminatore e la discriminante a favore di uno o di altro dei protagonisti. Ancora una volta Capannelle regala al suo pubblico un gran bel pomeriggio che tiene viva la tensione in attesa del mese magico dell’autunno romano che inizierà il 25 ottobre con Lidia Tesio, Ribot, Pandolfi, Scheibler e proseguirà con il pomeriggio di novembre del Roma, Aloisi, Berardelli e Femminile. La grande ippica, il vero galoppo è di casa alle Capannelle.
Qui i Pronostici della Giornata.

Questa news è stata letta 389 volte dal 2 Ottobre 2015