Apr 26

Arcoveggio: resoconto di lunedi' 25 aprile 2016

Ippodromo Arcoveggio BolognaE’ stato un bel lunedì alle corse per gli appassionati bolognesi, con molti orfani della domenica in tribuna a godersi la riuscita giornata del giorno della Liberazione, come clou un bel miglio riservato ai tre anni capeggiati, in sede di pronostico ed al betting, da Ultimo Sogno e da Un Grande Ido, mentre tra gli altri si distinguevano le lady Uppupa Spritz e Ugolinast, lontane comunque dalla valutazione dei due più attesi, così come Urlo D’Ete. Ha vinto e convinto Un Grande Ido, splendida realizzazione del siculo Cosimo Cangelosi per i colori piemontesi della Az. Agricola Santa Rosa, scattato in avanti alla chiusura delle ali su Ugolinast e Up In The Air e mai impensierì lungo il percorso nonostante i velleitari tentativi degli avversari finendo in totale souplesse alla media di 1.14.8 sull’opportunista Ultimo Sogno venuto a beffare nei pressi del palo una positiva Up In The Air.
La suite dei vincitori è stata aperta, sotto un cielo terso ed una fresca brezza marzolina, da Tatanka Op e Sandro Gori, che in 1.14.6 hanno irretito le ambizioni dei plebiscitari favoriti Top Model Ok e Michele Canali, con Tamigi dei Greppi e Nicola del Rossi a completare il podio, mentre alla seconda è stato Roger Op a regalare la doppietta in qualità di trainer a Riccardo Pezzatini, a sua volta regista tattico del sei anni di casa, con Spirit Rok al secondo posto e Ramona Caf al terzo, il tutto in 1.15.5.
Professionisti e cadetti alla terza, miglio caratterizzato da un iniziale equilibrio al betting, rotto alla chiusura del gioco dalla eccellente performance di Tiffany Effe, ben diretta da Vp Dell’Annunziata, la giumenta allenata da Battista Congiu ha avuto ragione degli avversari spaziando in 1.16.9 davanti ad un positivo Tenastik Si ed al trascurato Tj Francis; poi, tutto facile per Stiaccino Jet, proiettato in avanti da Andrea Vitagliano, il cinque anni ha chiuso in bello stile in 1.15.1 lasciando ad ampio margine Più Bella Grif e Sky Girl, deludente la controfavorita Race The Wind Bi.
Puledri scatenati alla quinta corsa, con l’ospite padovano Unicum Rl a segno in 1.15.1 sotto l’abile regia tattica di Maurizio Cheli, secondo l’atteso Ussaro Gifont e terzo Ulikan. Arrivo entusiasmante dopo corsa senza tatticismi, siamo alla settima, vinta in 1.13.1 dal brillante Odinga, promessa giovanile che solo ora sta mantenendo le aspettative del suo team grazie anche al sapiente lavoro di Lorenzo Baldi che oggi l’ha guidato con fiducia andando a chiedere strada all’iniziale leader Parinaz per poi staccare in dirittura davanti a Simpaty Trio e alla stessa Parinaz, alla quale aver abbandonato lo steccato all’ingresso in dirittura è costato un ben remunerato posto d’onore.
In chiusura, performance da circoletto rosso per Sirio Blessed, vincitore in 1.15.1 dopo percorso esterno ben assecondato da Loris Farolfi, davanti a Sharif Dei Rum e a Socrate Benal per un en plein della leva 2011 sui più anziani sei anni.
PROSSIME RIUNIONI: GIOVEDì 28 APRILE e DOMENICA 1° MAGGIO ore 15.

Questa news è stata letta 378 volte dal 26 Aprile 2016