Nov 25

Capannelle Galoppo: le corse di domenica 27 novembre

Ippodromo CapannelleAncora una domenica al galoppo alle Capannelle, l’ultima della stagione. Grande spazio alla pista All Weather Congedo. Solo in apparenza. Le domeniche della riunione autunnale si concludono proprio con questa giornata sotto certi versi speciale e proiettata sul futuro ma il galoppo continua ad animare i pomeriggi di capannelle e lo farà per tutto dicembre e poi in gennaio con cadenza bisettimanale (Martedì e Venerdì). Questo per lasciare lo spazio dovuto e meritato al grande trotto che in dicembre vivrà alcuni dei suoi appuntamenti più attesi che sono nella grande tradizione del trotto internazionale e che da qualche stagione hanno come palcoscenico proprio l’ippodromo Capannelle.
Congedo, dunque, ma già proiettati verso la grande stagione primaverile del turf italiano e internazionale e con alle spalle l’autunno scandito dai pomeriggi del Lidia Tesio e del Roma che sono stati, con il loro adeguato contorno, il punto più alto tecnicamente e spettacolarmente della stagione ma possiamo affermare che quasi tutte le domeniche o i festivi dell’autunno romano sono stati contraddistinti dal proposito applicato di far gustare al pubblico corse che sono state insieme di selezione e di spettacolo come ha mostrato di essere anche la ultima domenica che ci siamo appena lasciati alle spalle con la edizione spettacolare e intrigante del premio Capannelle sui 1200 metri che abbiamo vissuto tutti di un fiato come accade sempre nelle corse sulla pista dritta. Ci resta questa domenica che possiamo e abbiamo definito speciale perché getta un ponte verso un progetto che il prossimo anno potrebbe anche trovare maggiore dimensione e spazio.
L’idea è quella di congedarci con le domeniche autunnali, questa vuole essere un assaggio ma dal prossimo anno la proposta sarà molto più concreta, con una giornata, con un pomeriggio tutto dedicato al dirt ovvero alla pista all weather come accade su molti altri ippodromi europei che in quel tipo di giornate trovano spazio anche per prove listed o di gruppo.
Sarebbe bello e comunque diverso, dopo una stagione ai massimi livelli sull’erba, chiudere con una domenica nella quale trovino posto alcuni Handicap Principali o handicap Limitati di buon conio e quindi di valida frequentazioni uniti a ricche e sostanziose condizionate che, nel proposito, in futuro potrebbero anche divenire listed cosi che la giornata potrà entrare a pieno titolo nel circuito apposito, considerando che Hippogroup sta per affrontare un importante piano di manutenzione della pista sintetica.
Dunque in che cosa consiste il pomeriggio che vuole iniziare a dare spazio al dirt ma non ancora a pieno regime?
Le corse sulla pista all weather saranno cinque, ancora due per quest’anno restano in pista grande in erba ma il progetto prevede sette corse tutte sul dirt. Già in questa domenica la dotazione dei premi è incentivante. Il segno distintivo, al momento, è dato dalla presenza di sette handicap su sette corse, quindi l’aspetto spettacolare legato alla incertezza della corsa è sviluppato al massimo. Sono buone le dotazioni, aumenteranno il prossimo anno se la idea avrà lo sviluppo desiderato.
Infatti ben cinque handicap saranno da 15,400 euro, la terza corsa sarà di 8.800 e la prima prevede la presenza dei gentlemen e delle amazzoni che sono parte integrante di una giornata del genere. Le due corse sulla pista grande in erba sono riservate ai tre anni, sul miglio e sui 2200 metri quella di maggior dotazione. I dilettanti correranno sui 1400 metri mentre le altre corse tutte da 15.400 euro sono previste una per i 4 anni e oltre sul miglio, un’altra sui 1200 ma per tre anni e oltre mentre le altre due saranno solo per i due anni, una sui 1200 e la seconda sul miglio. Tra l’altro a queste due corse viene conferito il nome di prove dal passato importante come Aniene e Fiuggi proprio per disegnare per loro un futuro alla altezza. Il dado è tratto e la macchina del progetto è in cammino. In particolare nel premio Fiuggi saranno in campo in nove capeggiati dal peso più alto di Fast Wind ma con in gabbia anche Kabul, Racemifera, Swiiss, Paco Douglas, Dubai Dream, Miss Love, Bridge Casadate, Zacca Strada che chiude la scala. Non manca l’appuntamento con la corsa tris, una costante durante quasi tutto l’anno con Capannelle. E’ stata scelto come tris, quartè e quintè il premio Sion previsto sui 1200 metri della pista all weather con 12 cavalli di tre anni e oltre al via. Tra questi il peso più alto Giogiobbo ma anche Amintore, Waylay, Mister Vellucci, Adsense,Tache Noir, Blaugrana che chiude la scala con Senza Sudore. A questo punto non resta che augurare agli appassionati amanti del turf e delle domeniche a capannelle un arrivederci alla primavera ma per chi ama le corse in assoluto è alle porte un dicembre al trotto di grande prestigio e attesissimo.
Qui i Commenti e i Pronostici della giornata.

Questa news è stata letta 231 volte dal 25 Novembre 2016