Dic 9

Siracusa Galoppo: resoconto di giovedi' 8 dicembre

 Premio Immacolata Team CuschieriVentun’anni: lo spettacolo è il galoppo. E’ il galoppo il solo protagonista del Meeting Internazionale svoltasi, oggi, sulle piste siracusane per festeggiare i ventun’anni dell’Ippodromo del Mediterraneo. Le competizioni più ricche si sono svolte tra arrivi inattesi e spettacolari volate. Si è ripetuto il confronto tra i “big” locali e gli “ospiti”, capaci di alternarsi nella conquista degli ambiti premi. La Listed Race, Criterium dell’Immacolata, che valorizza la nursery, registra la schiacciante vittoria di My Man. L’allievo di Stefano Postiglione aveva già ipotecato una più che probabile chance con la vittoria della corsa di preparazione. Impone la sua premazia agli avversari lasciati a lunghezze di distanza, obbligando la sua prepotente andatura e affermando la sua qualità. Pure Funk e Irish Diamond chiudono il podio sui veloci 1400 metri.
Il Memorial Francesco Faraci, a ricordo di uno dei padri fondatori dell’impianto, regala un gioioso ritorno in patria siciliana all’allenatore Agostino Affè. Selettiva la distanza, 2300 metri della pista grande, affrontata con grande maestria dal fantino Carlo Fiocchi. Pronto e in forma Jalapeno, che gradisce un tracciato reso pesante dalle piogge dei giorni precedenti. Segue coperto e piazza l’allungo finale su un Bharuch ancora una volta alle sue spalle. Terzo il buon Zinnobar.
La 22° edizione del Gran Premio UNIRE, abbinato alla corsa Tris-Quartè-Quintè, segna un’altra sorpresa. Stavolta è Verdetto Finale, con Ivan Rossi in cabina di regia, a decidere l’andatura e afferrare l’ambito handicap principale sui 1700 metri della pista grande. Segue Blindman e Irishman Mark per un podio che cancella ogni pronostico.
Hanno risuonato gli inni di Francia, Italia, Marocco e Russia, nazioni impegnate nell’ultima tappa del Campionato Fantini organizzato dalla UIM, Unione Ippica del Mediterraneo e legato al Premio Gruppo Marconi. Russia che conferma il primo posto e vince quarta tappa e classifica generale. UIM che svolge anche il consiglio direttivo, alla presenza dei delegati della Tunisia pronti a chiedere alla Sicilia una partnership per la promozione di arte e tradizioni che ruotano intorno all’atleta cavallo. Per gli eventi collaterali, hanno immortalato emozioni gli “Scatti di galoppo e di passione”, la mostra di fotografie realizzate dall’allenatore Giuseppe Cannarella e hanno risuonato, per una degna accoglienza, le note del Corpo Bandistico S.S. Flora, diretta dal Maestro Antonio Granata. L’entusiasmo è stato colto dal numeroso pubblico che non ha mancato di affacciarci sulle affascinanti corse al galoppo.

Questa news è stata letta 1589 volte dal 9 Dicembre 2016