Dic 9

Arcoveggio: le corse di domenica 11 dicembre 2016

corsa bolognaClou rompicapo e Stankovic Ok Bella domenica di corse all’Arcoveggio, con i cadetti in cima ad un articolato cartellone che vede la leva 2012 impegnata sulla media distanza in una sfida con partenza ai nastri e tante stelle della generazione in scena, perla di un convegno che registra anche il rientro alle corse del facoltoso Stankovic Ok, campione in fieri la cui ascesa giovanile fu spesso condizionata da problematiche di ordine fisico e che ora insegue una dimensione atletica consona al passaggio nel mondo degli anziani.
Clou per dieci nel nome del nume tutelare del trotto modenese Gino Borelli, una sfida incerta che regala i migliori numeri a soggetti del valore di Top Model Ok, la seconda arrivata del GP Continentale Filly, allieva di Gianvito D’Ambruoso, che però non ha ancora dettato la sua linea sulla media distanza e soprattutto nelle partenze con nastri, oppure di Top Gun America, il fratello della celeberrima Lisa assurto ad una eccellente regolarità di servizio rafforzata dal feeling con Renè Legati, senza dimenticare Tinto, veneto doc nel consueto abbinamento con Andrea Farolfi che abbandona per l’occasione le redini del vincitore classico Tresor Zs lasciando il testimone a Beppe Lombardo Jr. Sin qui le nomination in ottica vittoria, senza però dimenticare Thiago Three, che sale in Emilia in rappresentanza della premiata ditta Ehlert/Vecchione, con il podio nelle corde di soggetti in evidente progresso come Turkana, erede della facoltosa dinastia creata da Gianfranco Aggio e sorella del primatista della pista bolognese Louvre, e di Tisserand Bi, cadetto dalla proverbiale regolarità di servizio, che Battista Congiu guiderà personalmente per i colori bolognesi di Mario Ruiu.
Inizio alle 14.30 e subito spettacolo con un miglio dalla scarna starting list ma dall'eccelsa qualità tecnica, sfida quasi totalmente di marca toscana per la quale si candidano U And Me, Unique As e Uilgrim,citati in rigoroso ordine di preferenza, ma che non esclude un prepotente inserimento di Unjumbo Zs e di Uno De Mayo con Ubara Jet cenerentola del sestetto.
Poi, puledre in vetrina e vittoria in predicato di spostarsi a nord-est per le notevoli chance manifestate da Visa Dok, ennesima proposta di Walter Zanetti affidata ad Andrea Farolfi, in alternativa, Vieste dei Greppi, con Vecchione e Viperina Spin, bene al debutto ed oggi in versione Edy Moni.
I riflettori si spostano sui gentleman con il sopraggiungere della terza corsa, un miglio per tre anni che Us Open e Filippo Monti dovranno interpretare al meglio per venire a capo di binomi assai agguerriti come quelli formati da Ultimatum Indal e Renato Legati, nonché da Uriarte e Carlo Ulivi, mentre alla quarta torna la leva 2014 con l’incognita media distanza per gli otto candidati alla prima vittoria in carriera, su cui spicca il regolare Vincitò Indal, carta Legati per il training di Ehlert, mentre Valpicetto Jet e Vincent Vega Font si propongono come possibili alternative.
Alla quinta ancora gentleman, questa volta a bordo di affidabili anziani, con Rajah Petral e Stefano Baldi preferiti ai veneti Powder Fi e Moretti.
Con l’incedere delle prime ombre della sera scenderà nell’agone Stankovic Ok, il vincitore morale del Derby 2014 che trova avversari agguerriti ma sulla carta ampiamente battibili, come Pitango Jet, per esempio, oppure la veloce Procella Marina, mentre Munter la giocherà alla pari, vantando forma al top ed eccellente sorteggio, per chiudere con i progetti di fuga di Sahmara e Renè Legati, sui quali però incombono le minacciose presenze di Saba e Sirio Di Alba, competor di spessore affidati rispettivamente ad Andrea Farolfi e Roberto Vecchione.
Prossimi appuntamenti: Ore 15 giovedì 15; ore 14.30 domenica 18 dicembre.

Questa news è stata letta 1643 volte dal 9 Dicembre 2016