Gen 3

Arcoveggio: GP Vittoria venerdì 6 gennaio 2017

Ippodromo Bologna BefanaTradizione e spettacolo, ecco il GP Vittoria Come da consolidata tradizione, il 6 gennaio la Befana scenderà all’Arcoveggio per regalare ai bambini la sua calza, ma soprattutto agli appassionati di trotto il Gran Premio della Vittoria, maratona riservata agli anziani che raduna sotto le Due Torri alcuni tra i migliori specialisti dello schema ad inseguimento: edizione quest'anno particolarmente riuscita e interessante, che apre di fatto la stagione classica dell’ippica nazionale.
Undici binomi al via, un soggetto al secondo nastro e un diffuso equilibrio tattico contraddistinguono il Gruppo 3 bolognese, prova che vanta un Albo d’Oro ricco di stelle di prima grandezza: dai campioni del passato Top Hanover (1973), Timothy T (1975), ai più recenti Mint di Jesolo (1993) e Crowning Classic (1996), giusto per citare i vincitori di un "Vittoria" che ancora si disputava in autunno e sulla breve distanza, mentre Geox è stato il vero mattatore degli anni 2000, aggiudicandosi il severo handicap in ben tre edizioni tra il 2009 ed il 2013. Dopo la vittoria a quota siderale da parte di Marco Stefani e Sunrise Dancer lo scorso gennaio, quest’anno si prospettano molti candidati al ruolo di successore della giumenta da allora trasferita Oltralpe.
La sfilata dei partecipanti si apre con la rivelazione stagionale Travolta Treb, splendida realizzazione di Arnaldo Pollini che ne affida le sorti tattiche al bravo Andrea Farolfi, mentre il professionale Sonny Club torna sulla Via Emilia per ribadire feeling con la pista ed una ritrovata vena agonistica dopo un paio di battute a vuoto, il tutto preceduto dal proverbiale ottimismo di Edoardo Baldi, talentuoso mentore del neo sei anni; è la perizia invece ad offrire eccellenti chance a Suerte’s Cage, vincitore a Capodanno sull’anello felsineo, che sarà guidato da Enrico Bellei. Suscita curiosità Rorimac Baba, ospite campano che tenta l’avventura classica con Giorgio D’Alessandro Jr. suo partner affidabile e che potrà contare sul numero in prima fila foriero di ambizioni in ottica podio, mentre per Padania Zeta e Ale Gocciadoro il cinque sul sellino non sembra portatore di eccellenti notizie. Qualità tecniche di elevato standing ed un palmares ricco di gloria caratterizzano la trasferta di Rombo di Cannone, protagonista giovanile della leva 2010 che insegue le passate vestigia avvalendosi della guida di Antonio di Nardo, il “Tony Young” cantato da Salvio Cervone che tanti supporter annovera nel parterre bolognese, mentre la forma di casa è ben rappresentata da Top Model Ok, leggiadra giumenta di stanza al training center della Pradona con il motivato Gianvito D’Ambruoso a dettarne le mosse tattiche. Nelle immediate vicinanze si troverà la stacanovista Papalla, già vincitrice morale di un Vittoria targato 2015 (quando venne beffata da Occhiata Jet) che Roberto Stancari, suo allevatore e proprietario sostiene con tifo sanguigno ed entusiasta e che Marco Volpato ha il compito di condurre in porto in questa difficile missione. Una encomiabile continuità di servizio unita a coraggio leonino e ad un elegante modello, accompagnano il viaggio dalle spiagge cumane a Bologna di Oudry Dei Veltri, grande protagonista dodici mesi orsono e da annoverare tra i possibili candidati al marcatore nell’inedita partnership con Antonio Greppi. E per chiudere il nastro parliamo ancora di una lady, l’allieva di casa Gocciadoro Thetis Moon, in pista con Roberto Vecchione alle redini ed un roboante biglietto da visita che cita tre vittorie in altrettante uscite agonistiche, tali da far sognare il podio al suo appassionato entourage. “Last but not least”, è la vecchia conoscenza Oncle Photo Vl, soggetto che veste la prestigiosa giubba della Wave ed affronta qualsiasi distanza e qualsiasi tipo di partenza con professionale continuità; nel 2014 colse un’insperata vittoria da autentico opportunista, sfilò poi sul podio anche dodici mesi orsono, sempre con Federico Esposito alle redini. Considerate le sue qualità, si potrebbe ripetere anche in questa edizione, nonostante il compito improbo e le sette stagioni agonistiche disputate.
I Protagonisti visti da vicino

Questa news è stata letta 368 volte dal 3 Gennaio 2017