Mar 31

Arcoveggio: resoconto di giovedi' 30 marzo 2017

corsa bolognaSpettacolo puro nel nome del vecchio Bologna. Giovedì all’insegna del ricordo all’Arcoveggio, con le sette corse in programma dedicate ai campioni del Bologna che vinsero nel 1964 l’ultimo scudetto della storia del club felsineo ed il clou riservato ai velocisti, mentre ben sedici maratoneti chiudevano le danze impegnati nell’handicap abbinato a tris, quartè e quintè nazionale.
Sole ancora alto ad accogliere gli otto protagoosti della ricca prova sui due giri di pista e favori del pronostico per la proposta targata Bondo/ Gubellini, Polipo Jet, preferito al provetto miler Roger Prav, nell’inedita partnership con Vecchione ed al panzer di casa Gocciadoro, Tayler Di Pippo. Corsa vibrante con la lotta a tre in avvio tra Roger Prav Per Te Bar e Triska Cagemar e l’esperto allievo di Vecchione a mantenere lo steccato per poi cedere l’iniziativa all’arrembante Totano Jet sulle cui tracce si portava deciso, Tayler di Pippo. Lotta a viso aperto e parziali di pregio tra i duellanti, calo per Pe Te Bar e sulla curva finale anche di Roger, mentre dalla pancia del gruppo Tuatara Jet e Talito Gso fornivano il loro spunti al largo che in arrivo li portava a giocarsi il successo, andato, dopo acerrima lotta, a Tuatara ed Andrea Farolfi, in 1.12.6 sul trascurato Talito e su Triska Cagemar.
Alle 18.30 o giù di li il folto plotone dei sedici partecipanti al Tqq si avviava tra i nastri, con Oliver, il fratello della bionda campionessa Unicka, eletto favorito sulla compagna di training Tortuga Rapera e su Pavoncello, entrambi al via dal primo nastro, mentre Sonny Francis trovava estimatori anche in virtù della guida del sempiterno Bellei. Dopo qualche vicissitudine nelle fasi d’avvio e conseguenti partenze rimandate, la maratona vedeva Plitvice D’Aghi assumere l’iniziativa con Pavoncello ad accompagnarne le mosse ed il gruppo, compatto, alle loro spalle, ad eccezione di Tortuga Rapera che in breve assumeva l’iniziativa con Oliver mai incisivo e Sonny Francis in errore sulla curva finale, dove l’allieva di Giuseppe Porzio si involava verso la vittoria, lasciando gli avversari in lotta per piazze, con Spirit Roby a pizzicare Plitivice e l’estrema penalizzata Tequila Gk a completare il quartè sullo spento Oliver.
Quote assolutamente interessanti, con il quintè andato deserto e la tris a regalare 359 euro, mentre la quartè lievitava oltre i 1300.
Grandi guide sin dal prologo e spettacolo garantito con i sempiterni Gubellini, Bellei e Vecchione a regalare perle di classe in sediolo ai tre anni ed il driver meneghino ad accompagnare alla vittoria, la prima di una promettente carriera, la rosso-verde Vogue Bi, neo allieva di Erik Bondo autrice di un assolo completato in 1.14.6 davanti a Viva Petral e a Valchiria, leader iniziale ed in leggera defaillance all’epilogo.
Alla seconda, pronta risposta targata Bellei che ha portato ad un limpido primo piano la netta favorita Ummagumma, dominatrice in 1.14.1 nei confronti della diligente Ursula Fb e soprattutto dell’arrembante Unabomber Cup, sempre al largo lungo il percorso ed ancora tonico nelle fasi topiche ben sostenuto da Loris Farolfi.
Spazio ai gentleman alla terza corsa, un affollato miglio per anziani che sembrava disegnato sulla forgia del tenace Sax As e del campione 2016 Matteo Zaccherini, ma che ha visto sfrecciare sul palo la ritrovata Symphonia Mn e la sua amazzone Elena Bruniera, vincitrici in 1.14.9 sull’incombente avversario e sull’ospite toscano Tayron Grad; alla quarta invece, svolgimento tattico come da prevedibile copione e vittoria dopo corsa di testa per i favoriti Umara Di Azzurra e Andrea Farolfi in 1.14.6 davanti alle alternative al betting, Ula Risaia Trgf e Bellei, nonchè sulle terze forze, Ultimo Three.
Il ritorno in scena della leva 2014 vedeva il successo dei seguiti ospiti toscani Verduzzo Mdm e Riccardo Pichi, autori di un brillante coast to coast rifinito in 1.15.8 che ha permesso loro di irretire l’insidioso tentativo estero di Vispa Bye Bye, mentre Velatri Lung ha chiuso al terzo posto solo avvicinato da Venice Effe. Prossimo appuntamento domenica 2 aprile, alle 15.

Questa news è stata letta 184 volte dal 31 Marzo 2017