Apr 11

Vinovo: Pasqua con il Gran Premio Costa Azzurra

 Premiazione Costa Azzurra 2016Costa Azzurra 2017 In uno scenario inedito per il nostro ippodromo, domenica andrà in pista la corsa più importante dell’anno per l’anello torinese, il Gran Premio Costa Azzurra. Per chi sperava nella presenza di cavalli esteri in questa edizione, potrà ritenersi più che soddisfatto. Favoriti della corsa Un Mec D’Eriprè uno dei migliori cavalli indigeni francesi a livello Europeo, che per la prima volta approda nel nostro paese e nella città più francese d’Italia. Di proprietà Ecurie D’Eripre, allenato da Philippe Billard, ha un record di 1.09.6 sulla breve, 52 corse disputate 26 vittorie, con un bottino di 1.652.930 euro. Secondo nel Gran Vitesse dietro a Timoko recentemente a Cagnes Sur Mer con sulky J.M Bazire, è un cavallo che ha sempre corso con cavalli di calibro importantissimo, come anche Bold Eagle. Ad agosto ha vinto anche l’Aby Stora ris Heat a Goteborg. Il classico cavallo di classe che farà senza dubbio la differenza nella corsa.
Brillantissime al contrario da noi ha già corso tre volte, a Bologna nel Continentale, a Milano nell’Europa e a Firenze nel Duomo, vincendo sempre andando al comando ed imponendosi nel più facile dei modi. Il proprietario è il signor Frederic Sauque ed è allenato da P. Allaire, ha vinto 14 corse è vince 950,725 euro con un record personale di 1.10.6.
Si prevede quindi un duello tra i due cavalli, già dai primi metri di corsa, essendo entrambi due bei scattisti. Terzo cavallo di stanza in Francia, ma allevato in Italia è Super Fez, che si è ben comportato nel recente Mirafiori.
Dei nostri le maggiori chance le avranno Ringo Star Treb, portacolori di Marco Scarton allenato da Holger Ehlert, che è in una forma strepitosa che ha confermato nel lavoro di rifinitura di sabato mattina, e che cercherà con il suo fido compagno Roberto Vecchione di imporsi ai rivali, anche se il team dichiara di puntare al Lotteria che si correrà a Agnano il 1 maggio. Stesso discorso di questo live motion che ammettiamo non ci piace per nulla, del team di Timone Ek che dopo la defaiance nel Mirafiori, ha si sete di successo, ma al tempo stesso afferma di puntare ad arrivare al Top a Napoli, ma di voler però far dimenticare al nostro pubblico la passata prestazione negativa,e siamo sicuri che uno come Enrico Bellei, ce la metterà tutta. Qualcuno però questo gran premio lo dovrà pur vincere. Ed allora oltre che agli ospiti stranieri, che saranno indubbiamente i grandi favoriti, proviamo ad andare anche su cavalli come Tesoro Degli Dei, ben appostato , che dopo la vittoria nel Padovanelle, nel Mirafiori ha avuto corsa impossibile allo scoperto. Rue Du Bac che invece ha stracorso quindici giorni fa. Ci sarà il rientro in Italia di Tony Giò, il portacolori della scuderia Bivans.
Il team Gocciadoro anche questa volta sarà presente con tre soggetti. Trendy Ok che non corre dalla vittoria del Galà del Trotto a dicembre, e si presenterà dietro le ali dell’autostart con la peggior sistemazione e con in sulky Alessandro Gocciadoro. Ci riproverà Testimonial Ok con il numero in seconda fila, sempre meglio del sette della volta scorsa, affidato al giovane driver napoletano Antonio Di Nardo e Peace Of Mind affidata a Andrea Guzzinati. La femmina della Sant’Eusebio Tamurè Roc, sarà al via con Santo Mollo.
Da segnalare la presenza di Jos Verbeeck in sulky a Un Mec D' Eriprè.
Questo è quanto, per una corsa che più bella non poteva venire e che in una maniera o nell’altra, regalerà sicuramente un bello spettacolo al pubblico presente, una corsa da non perdere !

Questa news è stata letta 228 volte dal 11 Aprile 2017