Mag 15

Arcoveggio: resoconto di sabato 13 maggio 2017

Ippodromo ArcoveggioCadetti in vetrina, show di Ultimo Sogno. Stupefacente successo di Ultimo Sogno e Francesco Di Maggio sotto un caldo sole, nella prova a maggior dotazione di sabato all’Arcoveggio, il premio Febbre da Cavallo che oltre a ricordare il cult movie di Steno, ha riportato in auge il precoce erede di Gruccione Jet dopo un lungo periodo d’appannamento. Vittoria alla maniera forte per Ultimo Sogno, in costante pressing sull’attesa Ulena Gual, invero piuttosto deludente, e poi a segno in 1.15.2 su Uma Laumar e Us And Them, lenta al via e autrice di notevole finish partendo dalle posizioni retrostanti.
Ouverture con 30 gradi centigradi al suolo ed una trepida attesa per la sfida gentleman valevole come seconda eliminatoria per campionato nazionale di categoria, sfida riservata ai quattro anni che ha visto finire a tabellone i netti favoriti Us Open e Zaccherini, con il driver felsineo ormai fuori dai giochi e Michela Rossi, vincitrice in un notevole 1.14.9 con l’outsider Ursula Ors, entrare prepotentemente in gioco, mentre Filippo Monti e Michele Canali, secondi e terzi rispettivamente con Ungaretti Ors e Ursula Fb andranno al ballottaggio di lì ad un'ora.
Buoni tre anni si sono dati battaglia alla seconda, un miglio per solide promesse che ha sancito, dopo lungo esame del fotofinish, il successo dell’ospite Vaucher nei confronti di Verduzzo Mdm e dell’iniziale Vivir Contigo, con l’allievo del duo Ehelrt/Nuti ad ascriversi la media di 1.15.5.
Alla terza, con i gentleman al redde rationem, Filippo Monti sugli scudi grazie al facile successo in 1.14.7 del favorito Rio di Mazval, un portacolori di Marco Lasi che ha atteso il calo del leader Rivelino per regalare la promozione alla finale al suo interprete precedendo nettamente Pickering e Potter Jet.
Ancora anziani alla quarta, schema ad handicap con undici concorrenti al via ed un solo penalizzato, Lotar Bi, ad inseguire uno start qualitativo che ha visto Peppe della Corte spaziare da un capo all’altro con un preciso Marco Volpato a scegliere i parziali, botto da 1.15.3 per l’ospite marchigiano alle cui spalle sono giunti Naxos e Robin Hood Om a sancire l’en plein del primo nastro.
Alla quinta, ancora nastri e media distanza per i dieci esponenti della leva 2014 al via, e bel primo piano per Volver As e Andrea Farolfi su Vento del Brenta e Victorious Fi, alla media di 1.18.8 ottenuta dopo percorso d’avanguardia.
Chiusura in grande stile con Sacro Jet e Mimmo Zanca a segno dopo un tonico percorso d’avanguardia chiuso in 1.13.8 su Turkana e Sunrunner, con il sei anni di colori e training siculi tornato a primeggiare dopo ben quattro mesi d’astinenza.
Prossimi appuntamenti giovedì 18 e domenica 21 maggio.

Questa news è stata letta 193 volte dal 15 Mag 2017