Lug 3

Cesena: resoconto di venerdi' 30 giugno 2017

 premiazione Resto del Carlino 2017Serata d’apertura al Savio con un eccellente programma tecnico sul quale spiccava la corsa Tris nazionale “Premio QN il Resto del Carlino”, handicap sulla distanza maratona dei 2400 metri, al quale hanno aderito 15 agguerriti binomi divisi in tre nastri contraddistinti da una palese omogeneità tattica. Eletto favorito al betting, Lotar Bi non ha deluso i suoi numerosi sostenitori, attratti dalla favorevole collocazione tattica del dodicenne allievo di Alessandro Raspante affidato alle abili scelte tattiche di Roberto Vecchione. Tre giri di pista all’insegna dei numerosi cambi di leadership, con l’alternarsi al comando di Todo Bien, filtrato dalla seconda fila dello start, Real Mede Sm., addirittura dal terzo nastro, sino allo scatto di Lotar all’inizio del giro conclusivo e della sua fuga all’avanguardia premiata da una facile vittoria sulla compagna di nastro Seta Pur Spin e su Seibella Park, qualitativa inquilina del secondo schieramento che ha preceduto un deludente Real Mede Sm e Teodoro. Altro campano convenuto in Romagna in occasione della riapertura di Cesena. Le quote piuttosto popolari per Tris 81,74 euro e quartè poco oltre di 562, hanno invece premiato con ben 9050 bigliettoni i vincitori della scommessa quintè, finalmente indovinata dopo ben tre giorni di jack pot.
Prima della tiepida serata romagnola un miglio per tre anni al femminile, che Vicentina Jet ha fatto proprio con irrisoria facilità, 1.16.3 la media per la promessa di casa Toniatti guidata da Andrea Farolfi, alle cui spalle, complice l’errore dell’attesa Vespa Jet, è giunta l’outsider Visy Pan davanti a Val Badia Jet., poi, squillo del neo ospite del Savio Ulisse Grif, che in 1.14.6 ha preceduto la trascurata Unalady Fox e Uragano del Pino, ben sostenuto da Roberto Vecchione per il training di Rocco Spagnulo. Sembrava avviato al triplo in serata, ma l’errore a pochi metri dal palo di Uragano Fks ha irretito le ambizioni di Roberto Vecchione con la vittoria a premiare il diligente Uragan Horse e Adrian Gjoni, vincitore in 1.18.3 sulla media distanza innanzi a Uliassi e Unos Dias, poi, alla quinta, con i gentleman a bordo di rodati anziani impegnati in schema ad handicap, favoriti in goal. con i leader Orfeo Jet e Zaccherini battuti dai diretti avversari Tintoretto LL e Monti, entrambi al via dal primo nastro mentre un deludente Nedved Kyu è stato beffato sia dal penalizzato portacolori di Michela Rossi, Osiride Ron, che dal trascurato Parker Om il tutto in1.17.3 sulla media distanza. Dopo il nulla di fatto con Uragano Fks, Vecchione è tornato alla vittoria in sediolo alla vecchia conoscenza Renilkam, a segno in 1.16.3 dopo aver debellato le labili resistenze di Neruda Trio davanti a Rea Valm e a Prodigio, mentre alla settima, copione tattico rispettato con la vittoria di Orlando Blue e Salvatore Valentino in 1.17.7 su Taleaz e Romina D’Anzola, e chiusura nel segno di Venom e Gianvito D’Ambruoso la cui insperata vittoria è stata favorita dall’irrimediabile errore della netta favorita Vivid che si avviava ad un facile assunto vittorioso, mentre per il secondo posto Velia ha preceduto Vulcano Mp, ragguaglio cronometrico d’altri tempi, un dozzinale 1.18.9

Hanno partecipato alla serata di Ouverture dell’ippodromo i piloti Lorenzo Savadori e Michael Ruben Rinaldi. In esposizione nel parterre alcune moto d’epoca da corsa e da strada del Moto Club Paolo Tordi di cui Savadori e Rinaldi fanno parte.

Per la rassegna musicale curata da Teleromagna si sono esibiti: Laura Freddi e Damiano Di Gioia

Questa news è stata letta 213 volte dal 3 Luglio 2017