Lug 31

Cesena: resoconto di sabato 29 luglio 2017

 premiazione Confindustria FC 2017Vince e convince il giovane Velociraptor FI. Sabato di belle corse al Savio, con la leva 2014 in cima al cartellone per il “Premio Confindustria Forlì – Cesena”, un miglio per sette, favori del pronostico per Vitamar e curiosità per Vaniglia Ido ma vittoria, incontrovertibile e di buon auspicio per una futura carriera classica da parte di Velociraptor FI, un allievo di Catello Savarese che Antonio di Nardo ha pilotato con maestria ottenendo un meritato doppio in serata dominando in 1.14.5 su Vamiglia ido e Vulcanus Etoile giunti ad ampio intervallo nei confronti di una deludente Vitamar.
Apertura - “Premio Collegio Costruttori Edili della Provincia di Forlì-Cesena” - nel segno dei gentleman e di quattro anni dal buon ruolino di marcia, con l’enfant du pays Federico Bongiovanni, figlio e nipote d’arte, eccellente interprete del suo Usted Bi accompagnato al secondo successo nel volgere di una settimana in un notevole 1.15.4 sull’ospite romana Udette Jet e sulla spenta Uynona Ranch. Alla seconda, “Premio Comitato Piccola Industria”, spazio ai puledri con la vittoria in 1.17.7 per gli ospiti laziali Zlatan e Romolo Ossani davanti agli iniziali battistrada Zagon San e Andrea Vitagliano, mentre la coppia Zarina Ido/Cangelosi ha completato il podio dopo performance conservativa. Mai vincitrice sino ad ora, nonostante cospicue doto atletiche ed una incrollabile fiducia da parte del trainer Walter Zanetti, Vitesse As ha confermato il ruolo di favorita vincendo la terza - “Premio Gruppo Giovani Industriali” - in bello stile e a media (modesta) di 1.17.0 davanti a Vento Del Nord e Viktor Ongi, mentre alla quarta “Premio Sezione Metalmeccanici”, Antonio di Nardo ha accompagnato ad un franco primo piano l’allieva di Ivano Fierro Uel Ama, dominatrice in 1.14.9 davanti a Una Bon Dvm e Ultrasonic Font ed alla quinta - “Premio Sezione Calzature” - un interessante handicap sulla media distanza, tutto facile per l’atteso Titanium Tor e per il suo lanciato interprete Andrea Farolfi, al raddoppio in serata, mentre al secondo posto è giunto Tisserand Bi su Pepè Gianfi, media del vincitore un notevole 1.15.4. Triplo in chiusura “Premio Assoservizi Romagna” per Antonio di Nardo e raddoppio, come trainer, per Catello Savarese grazie al vittorioso percorso di testa di Sassuolo, vincitore in 1.15.5 su Roxy Wiking e Michel Trio.

Nel corso dell’intervista realizzata sabato sera da Paolo Morelli a Giancarlo Mazzuca, il giornalista e scrittore ha presentato il suo ultimo libro “Mussolini e i musulmani. Quando l’Islam era amico dell’Italia.”, accompagnato dal professor Roberto Balzani, autore della prefazione dell’opera.

Questa news è stata letta 332 volte dal 31 Luglio 2017