Ago 6

Cesena: resoconto di sabato 5 agosto 2017

 Uragano TrebiUragano Trebì si ascrive il Città di Cesena al nuovo record. Pubblico delle grandi occasioni al Savio per la serata dedicata al Gran Premio Città di Cesena – Trofeo Algida, uno dei must estivi dell’impianto romagnolo al quale hanno aderito 10 binomi con i favori del pronostico divisi tra Uragano Trebì e United Roc, carta del duo Ehlert /Vecchione il maschio, ritrovata esponente della franchigia brianzola Sant’Eusebio, la femmina guidata da Santo Mollo ed allenata da Fausto Barelli, mentre Uno Italia e Ubertino Grif si dividevano il ruolo di alternative ai due più attesi nella torrida serata romagnola. Un black out nell’imminenza della corsa causava un lieve ritardo nelle operazioni di partenza ed al via erano United Roc e Santo Mollo gli indiscussi leader, con Uno Italia subito in pressing e Uragano Trebì alla corda pronto ad intervenire sotto l’egida tattica di un accorto Roberto Vecchione, poi Umbral Ferm e gli altri mentre Ubertino Grif seguiva fuori corsa, vittima di un irrimediabile rottura. Non lesinava i parziali la leader ma in dirittura, Uragano Trebì metteva in campo maggiore prestanza atletica ed in breve prendeva il sopravvento su United Roc regalando la gioia della vittoria ad un accorto Vecchione, mentre Umbral Ferm completava il prestigioso podio cesenate, il tutto al record della corsa fissato in un siderale 1.11.7 che sostituiva il datato 1.12.3 di Guendalina Bar.
Gentleman e tre anni hanno aperto le danze con i plebiscitari favoriti Violet Effe e Filippo Monti facili vincitori alla media di 1.15.1 su Visy Pan e Michela Rossi, in terza posizione, lontani Vacilia e Thomas Manfredini. Alla seconda puledri dal roseo futuro con l’invitta Zazzà del Pino a segno in 1.15.5, record assoluto della generazione 2015 in pista da 800 metri, che la giovane pupilla di Paolo Leoni ha realizzato in totale souplesse staccando i superstiti di una corsa ad eliminazione che ha visto Zagor San precedere Zakk Wilde. Frustino in scuderia per i driver rimpegnati alla terza corsa e vittoria, dopo arcigno percorso esterno per Total Gams e Roberto Vecchione che in 1.15.2 hanno preceduto Ramirez Bond e Rumex Di Casei, mentre alla quarta, con nomi di spicco della leva 2014 al via, Bellei e Vir del Ronco a segno in un significativo 1.14.2 e podio conquistato in bello stile dal tonico Vertigo Spin e dalla trascurata Vacanza Jet. Un handicap sulla distanza maratona dei 2460 metri ha visto prevalere Rob Mabel e Gianvito D’Ambruoso su Tuono Lunare e Regensbourg dopo percorso all’avanguardia e chiuso in 1.17.0, mentre alla settima vittoria in 1.13.7 per Tamia Jet e Andrea Farolfi su Peace Of Mind e Turbo Bye Bye, quarto uno spento Ulberto per chiudere nel segno di Ubertà Dei Venti ed Enrico Bellei che in 1.14.2 hanno confermato le aspettative pre corsa battendo di qualche decina di metri Udine Cas e Uragan Francis.

La Finale Regionale di Miss Italia condotta da Laura Padovani, che si è svolta sabato 5 agosto all’ippodromo del Savio, ha incoronato Sara Esposito (numero 14) con il titolo di Miss Alpitour Emilia – Romagna.


RESOCONTO DELLA CORSA CENTRALE DI VENERDI’ 4 AGOSTO 2017
PREMIO BALESTRI & BALESTRI CONCESSIONARIA DI PUBBLICITA’ – MEMORIAL LUIGI BALESTR
I
Favorito da un ottimistico betting, Rum E Coca Day ha trovato percorso ostico per realizzare la difficile risalita dal terzo nastro, con il biondo Nedved Kyu ed il suo appassionato proprietario Carlo Hudorovich vittoriosi in 1.15.3 sui compagni di nastro Love Inside e Monti, mentre un positivo Putnik D’Aghi ha regalato un insperato podio al suo nuovo proprietario, Otello Zorzetto.

Questa news è stata letta 280 volte dal 6 Agosto 2017