Set 3

Cesena: resoconto di sabato 2 settembre 2017

 Putnik D’Aghi e Otello ZorzettoClou per Putnik D’Aghi e serata Gd a Filippo Monti. Serata gentleman al Savio nel pieno rispetto della consolidata tradizione che vede i “puri” ospiti del trotter romagnolo nelle giornate appena precedenti all’Europeo, con un autentico over booking nelle sette corse in programma ed il clou riservato ai miler a cui fungeva da apprezzato contraltare un handicap abbinato alla scommessa Tqq.
Primo vincitore della serata, il progredito Ultimo Lord, rivelazione estiva forgiata da Sabina Breccia che ha regalato a Roberto Tommasini un gradito primo piano battendo gli attesi Unika Ans e Zaccherini in un notevole 1.15.7 mentre il duo Un Tuono Da Barco/Canali è salito sul terzo gradino del podio pur a debita distanza, poi riflettori sui tre anni e squillante successo per Vieni Chuc Sm e Otello Zorzetto, 1.15.8 la significativa media al chilometro della inedita coppia veneto/sicula che ha preceduto Vulcanus Etoile e Filippo Monti con Voilà Chuc Sm e Leonardo Vastano al terzo posto. Cadetti dall’elevato lignaggio hanno dato vita alla terza corsa, miglio condotto sino a pochi metri dal palo da Unique As e Zaccherini pizzicati però a fil di traguardo dalla coppia favorita formata da Urlo D’Ete e Filippo Monti, terzi Ussara Mail e Leonardo Vastano, con la classifica di tappa a prendere via via forma ed affidare a Filippo Monti un’ancora limitata leadership che alla quarta ha però trovato ampia consacrazione grazie al successo ottenuto alle redini di Twiggy Laksmy, battistrada dopo imperioso stacco dall’estremità della prima fila e poi facile vincitrice in 1.15.7 su Tiffany Effe e Poker Face Hbd. Rimasti in 10 a seguito dei ritiri di Sheridan Treb e Pinkerton, i protagonisti dell’handicap sulla media distanza posto come quinta corsa “Premio Evergreen Luce” e deputato a Tqq di giornata hanno regalato emozioni e spettacolo, finanche una nota di delusione ai numerosi supporter del plebiscitario favorito Tisserand Bi, con numerosi cambiamenti di fronte lungo il percorso ed il successo netto e di spessore per Peter Pan Gso e Federico Bongiovanni, passato prepotentemente in dirittura nei confronti di Rea Valm e dello spento Tisserand, mentre Olgiata e Neruda Trio hanno completato il marcatore. Quote di tutto rispetto per la Tris, poco oltre 200 euro e quartè a 806, nessun fortunato possessore del ticket quintè e jackpot rinviato di 24 ore. Entusiasmante esito del clou serale “Premio PLT Puregreen”, che Putnik D’Aghi e Otello Zorzetto hanno riportato in 1.14.7 dopo tonico percorso d’avanguardia davanti al biondo Per Te Bar e Tarita del Sile, mentre in chiusura Giuseppe Colantonio ha maramaldeggiato a bordo di Tempesta Mark tenendo agevolmente a bada le velleitarie ambizioni di Tieste Deimar e Tomistoma Jet il tutto in 1.15.7, mentre un raggiante Filippo Monti ha chiuso la serata in testa alla classifica di tappa allungando anche in ambito nazionale sul compagno di club Matteo Zaccherini.

Questa news è stata letta 295 volte dal 3 Settembre 2017