Ott 9

90° Derby Trotto: Vince Valchiria Op

 Valchiria Op vince il Derby 201790° Derby Italiano Sisalmatchpoint. Domenica 8 ottobre, con un pubblico di oltre 5000 persone si è tenuta all’Ippododromo Capannelle la 90° edizione del Nastro Azzurro del trotto, Derby Italiano SisalMatchpoint, che come da tradizione ha visto disputarsi nella stessa giornata anche il Gran Premio Turilli e le Oaks del Trotto

Clicca qui per vedere gli Highlight della giornata


Entriamo nel dettaglio delle corse:

90º Derby Italiano SisalMatchpoint
Vince Valchiria Op con una media di 1.14.8
C’erano stati i successi a sorpresa di Macho Gams (quando ancora si correva a Tor di Valle), di Sugar Rey e di Testimonial Ok (già sulla pista delle Capannelle) nel recente passato ma mai come quest’anno il Derby Italiano del Trotto –Sisal Match Point (€. 1.001.000 – gr. 1 – mt. 2100 – per 3 anni indigeni) giunto all’edizione numero 90 ha regalato emozioni negative a tutti i favoriti e visto emergere sul traguardo alcuni dei più inattesi outsiders. I colpi di scena che hanno messo kappao uno dopo l’altro i quattro soggetti più attesi sono iniziati ancora prima dello stacco della macchina quando Varietà Luis non ha voluto saperne di allinearsi (al pari di Vicino Mec) , sono proseguiti all’apice della prima curva quando a gettarsi di galoppo è stato il favorito Vivid Wise As, dopo altri mille metri ad eliminarsi in errore è stata l’attesa Vash Top che seguiva bene in terza posizione alla corda ma il colpo di scena più clamoroso si è concretizzato a 250 metri dal traguardo quando l’intangibile leader Vitruvio si è inopinatamente eliminato in rottura proprio nel momento in cui sembrava lanciatissimo verso una meritata vittoria.
I molteplici errori dei concorrenti più accreditati ha allora spianato la strada ad alcune femmine saggiamente appostate in corda e al cresciuto Vertigo Spin, lanciatosi invece al centro della pista. Quando Vitruvio si è eliminato in errore coinvolgendo parzialmente l’appostata Valdivia (iniziale leader della corsa prima di cedere il comando delle operazioni a Vitruvio), dalla corda sono emerse a sorpresa Valchiria Op e l’altra femmina Villa Santina Jet imitate più all’esterno da Vertigo Spin.
Valchiria Op si è ritrovata in testa e Roberto Andreghetti (ennesimo capolavoro per uno dei catch driver più bravi al mondo) ha dovuto solamente assecondare lo slancio della figlia di Ideale Luis che ha concluso vincitrice a media assolutamente non trascurabile di 1.14.8. Ottimo secondo ha chiuso Vertigo Spin precedendo Villa Santina Jet e Vessillo As, ottimo nell’inseguimento dopo aver anch’esso fallito il lancio.
Clicca qui per vedere l’ordine di arrivo
Clicca qui per vedere il video del 90º Derby Italiano SisalMatchpoint

Oaks del Trotto
Vince Vanesia Ek con una media di 1.12.6
Ad iscrivere il proprio nome nel prestigioso albo d’oro delle Oaks del Trotto (€. 253.000 – gr. 1 – mt. 1640 – per femmine indigene di 3 anni ) non è stata la favorita Venariareale Font , irrimediabilmente fallosa pochi metri prima dello stacco dell’autostart, ma la sua rivale più accreditata Vanesia Ek, condotta al successo da un impeccabile e fortunato Pippo Gubellini. Percorso perfetto per Vanesia Ek che in partenza ha guadagnato la scia della velocissima Vale Capar costringendo all’esterno l’attesa Vanity Luis ma ha poi dovuto giocoforza fare da spettatrice alle scaramucce tra le avversarie essendo stata chiusa alla corda da Viscarda Jet.
Enrico Bellei, dal canto suo perfetto in sulky a Vale Capar, avendo provato in ogni modo la difesa dalla posizione da Vanity Luis badando a non concedere lo spazio vitale proprio a Vanesia Ek, ha provato la strenua difesa negli ultimi 150 metri di gara quando, sull’inevitabile calo di Vanity Luis, hanno simultaneamente prodotto lo scatto a centro pista Viscarda Jet e reperito lo spazio vitale per cambiare marcia Vanesia Ek.
Palpitanti gli ultimi 60 metri di queste Oaks del Trotto lungo i quali Vale Capar è stata millimetricamente ma inesorabilmente rimontata dalle due avversarie e si è ritrovata a contemplare un misero (in relazione alle energie profuse) terzo posto. Vanesia Ek, grazie al sostegno del suo fantastico interprete, ha saputo tirare fuori il guizzo vincente ma comunque solamente un cortissimo muso ha diviso sul traguardo la figlia di Exploit Caf dall’arrembante Viscarda Jet (confermatasi all’ottimo livello messo in mostra nella batteria di qualificazione).
Vanesia Ek si è imposta a media buona ma non stratosferica di 1.12.6, figlia del rallentamento imposto da Vale Capar nella fase intermedia di gara.
Viscarda Jet si è mostrata in una dimensione tutta nuova e troverà presto la corsa che ne esalti le notevoli qualità: un plauso al preparatore Paolo Romanelli e all’interprete Ferdinando Pisacane. Battuta con parecchio da recriminare Vale Capar, marcatore completato da Vanity Luis, generosa, e Vanity Spritz, superstite.
Clicca qui per vedere l’ordine di arrivo
Clicca qui per vedere il video delle Oaks del Trotto

Vanesia Ek


Premio Gaetano Turilli
Vince Timone Ek con un media di 1.12.4
Tanto clamorosamente inatteso è stato l’ordine di arrivo del Derby, quanto scontato l’esito del Gran Premio Turilli (€. 110.000 – gr. 1 – mt. 2100 – per cavalli di ogni paese di 4 anni e oltre) che il favoritissimo Timone Ek (largamente il migliore tra gli indigeni anziani che quest’anno si è tolto la soddisfazione di siglare anche il Gran Premio Lotteria di Agnano, il Città di Montecatini e il Campionato Europeo di Cesena) ha riportato dominando la contesa dal primo all’ultimo metro. Enrico Bellei ha richiesto con decisione in avvio il figlio di Mr. Vic per avere la certezza di essere il primo a presentarsi sulla veloce Tamurè Roc e ottenere l’inevitabile via libera. Una volta in testa Timone Ek ha anche potuto gestire il ritmo a piacimento tanto da permettersi 1200 metri sul piede dell’1.15, ragguaglio di tutto comodo per soggetti di questo livello tecnico. Al paletto degli 800 metri finali Timone Ek ha però cambiato drasticamente ritmo alla richiesta del suo interprete e l’accelerazione imposta alla corsa dal favorito ha messo in crisi tutti i concorrenti protesi in corsia esterna: in retta di arrivo Timone Ek, pur non brillantissimo, si è mantenuto agevolmente in vantaggio e ha vinto a media di 1.12.4, eccellente in rapporto alla distribuzione dei parziali.
A fare da scorta a Timone Ek si sono piazzate ben quattro femmine: Peace of Mind, subito terza in corda dalla seconda fila sfruttando la scia di Tamurè Roc, ha infilato all’interno l’avversaria in retta di arrivo e le ha carpito la miglior piazza. Ad intervallo Troja d’Asolo e Trendy Ok, anch’esse progredite per linee interne hanno completato il marcatore.
Clicca qui per vedere l’ordine di arrivo
Clicca qui per vedere il video del Premio Gaetano Turilli

Questa news è stata letta 561 volte dal 9 Ottobre 2017