Nov 13

Arcoveggio: resoconto di domencia 12 novembre 2017

 Filippo MontiBologna elegge Filippo Monti campione italiano. Le due prove decisive per l’assegnazione del Campionato Italiano Gentlemen hanno sancito all’Arcoveggio la vittoria di Filippo Monti, grande favorito della vigilia e mattatore anche nelle 24 ore precedenti a Treviso, che con una spettacolare doppietta ha coronato un’annata che lo ha visto primeggiare anche nel Gran Premio Federnat e gestire con olimpica superiorità la classifica nazionale.
Poste come terza e quinta manche del palinsesto, nell'uggioso pomeriggio bolognese, le due sfide abbinate alla kermesse hanno visto dominare Solimano nel miglio d’approccio, prova che il cinque anni di Nicola Salacone ha vinto da un capo all’altro, ben supportato dal suo ispirato partner mai avvicinato dagli avversari, chiudendo in 1.15.4 su Sissy Muttlety, guidata da Maurizio Scala e su Nicoz, affidato al marchigiano Marini.
Redde rationen a distanza di 60 minuti, con Monti leader di classifica e Scala unico possibile avversario per il titolo: la sfida è programmata sulla media distanza e il suo dipanarsi vive fasi tatticamente movimentate con il favorito Paco in difficoltà alla distanza e la sua compagna di training Radenska D’Aghi vincitrice per corsie interne sul brillante battistrada Regensbourg e su Today Winner Font, atout del piemontese Colombino, e di Sandro Gori, rappresentante della Toscana.
L’itinere agonistico della giornata si apriva con i due anni e con la delusione per i numerosi sostenitori di Zibibbo Mdm, allievo di Cristian Rizzo interpretato da Pietro Gubellini, che ha palesato soverchie difficoltà sulla media distanza chiudendo solo al quarto posto dopo percorso d’avanguardia, battuto nell’ordine da Zanzibar Wise As, Zoless e Zubat Vik, giunti intervallati con la vincitrice, ennesima proposta del team Gocciadoro a segno in 1.18..8.
Alla seconda, tutto facile per Volpelli e Andrea Farolfi, solitari in arrivo a media di 1.14.8 su Victoria Besta e Vida Francis.
Spartiacque tra le prove abbinate al Campionato nazionale gentleman, la quarta corsa ha visto Vespa Jet assurgere al primo successo di una ancor verde carriera vincendo in scioltezza al ragguaglio di 1.15.9 su Vanda La Guapa e Valentin Eyes, regalando la doppietta ad Andrea Farolfi. Alla sesta corsa, performance da circoletto rosso per Up Right Bi, il fratellastro di Oasis e Robert Bi, che in 1.12.8 sotto l’egida tattica di Federico Esposito ha lasciato ad ampio margine Ubara Jet e l’ospite piemontese Uma D’Asti, mentre all’epilogo, irrimediabile svarione per la favorita Tundra Dei Venti e vittoria dopo aggressivo percorso al largo di Simpaty Trio e Marco Stefani in 1.15.8 sull’accorrente Sharif Dei Rum, mentre il battistrada Urlo D’Ete, pur calando, ha mantenuto il terzo gradino del podio.
Prossimi appuntamenti giovedì 16 alle 15.30 e domenica 19 alle 14.30.

Questa news è stata letta 164 volte dal 13 Novembre 2017