Gen 1

Arcoveggio: resoconto di domenica 31 dicembre 2017

Ippodromo ArcoveggioZalshan As inarginabile nel clou di San Silvestro. Domenica dalle eccellenti proposte tecniche all’Arcoveggio, con i due anni protagonisti del clou programmato sulla breve distanza e vinto con margine abissale sul resto del gruppo, dal promettente Zalshan As, un allievo di Massimo Barbini dalla regale genealogia, che veste i colori della scuderia Mistero e guarda con ambizione al Prix Leopold Verroken del prossimo 28 gennaio a Parigi. Tutto semplice per il giovane erede di Cantab Hall il quale ha dapprima debellato le resistenze della velleitaria leader Ziara Dell’Est e poi ha lasciato gli altri a lottare per le migliori piazze andate rispettivamente al finisseur Zoless e alla diligente Zenny Cup migliorando a 1.14.9 il proprio limite cronometrico sui due giri di pista.

Freddo intenso ad accoglier gli otto concorrenti della prima corsa, un handicap riservato agli anziani con in sediolo i gentleman che Monica Gradi e Twtter Grad hanno vinto con disinvoltura assumendo l’iniziativa alla giravolta e concludendo la propria fatica in 1.18.8 su Rock Hard e Uppwercut Si, mentre alla seconda, ancora nastri e doppio chilometro ma questa in pista sono scesi i tre anni accompagnati dai professionisti con Vuittion Bond e Vp a segno in 1.20.0 dopo aver infilato in contropiede l’iniziale leader Violet Rab mentre Vandalo e Venus Fks hanno completato il podio. Miglio in rosa alla terza corsa e delusione per i sostenitori della netta favorita Utah AS, secondo all’epilogo e battuta dalla sorprendente Unika Ans che Emanuele Ossani ha guidato con perfetta scelta dei tempi portandola al successo in 1.17.8, mentre la progredita Us Star Rr è salita sul terzo gradino del podio dopo tattica d’attesa, poi, alla quinta, bel risalto per Sevoso e Lamberto Guzzinati che in 1.16.3 hanno lasciato a qualche lunghezza un positivo Saiano Lod, con Nerosubianco Atc al terzo posto ad ampio margine. Copione rispettato alls esta corsa, altro miglio per anziani che il favorito allievo di Antonio Speedy Velotti, Sachs del Ronco, ha vinto con irrisoria facilità in un dozzinale, per la categoria, 1.16.0, precedendo Ula Risaia Trgf e l’appostato Today Winner Font, ed in chiusura, profusione di rotture e vittoria, in 1.16.4 per Right Leader Lf e Roberto Vecchione nei confronti di Trogone Jet e Sir Corby, con il driver campano a chiudere il 2017 da dominatore della classifica regionale e con un brillante terzo posto assoluto dietro all’irraggiungibile Bellei e al talentuoso corregionale Antonio di Nardo.

Questa news è stata letta 429 volte dal 1 Gennaio 2018