Mar 9

Arcoveggio: resoconto di giovedi' 8 marzo 2018

Ippodromo ArcoveggioZabul Fi vince tra le mimose. Finalmente un convegno di corse baciato da un tiepido sole all’Arcoveggio, dopo tanti pomeriggi avversati dalle intemperie, corse di buona fattura sin dal prologo e molteplici attenzioni per un palinsesto tecnico che aveva nel miglio per tre anni la prova a maggior dotazione e nella maratona di prammatica il suo epilogo abbinato anche lo scommesse nazionali, Tris quartè e quintè, senza peraltro dimenticare la seconda Tris nazionale posta come secondo appuntamento pomeridiano.

In sei al via, i protagonisti del clou Premio Mimosa hanno dato vita ad un buon test in ottica classica, sfida che ha promosso l’ospite lombardo di scuola Baroncini, Zabul Fi, velocista affidato al felsineo doc Andrea Farolfi, che ha concluso in vittoriosa souplesse la sua fatica davanti a Zar Dei Baba e a Zuid Africa Jbay che ne avevano seguito le tracce sin dalle prime battute di gara, il tutto in un brillante 1.15.6.

Prologo di eccellente livello riservato, noblesse oblige, alle lady di 4 anni e risolto solo al fotofinish con la vittoria in 1.14.9 dei favoriti Vitesse As ed Enrico Bellei sull’accorrente Vampiresa, mentre Volimpia Slid Sm, seconda alternativa al betting, ha completato il podio; poi, alla seconda, miglio per anziani abbinato al terno ippico nazionale, altro arrivo a fruste alzate e ancora un successo per Enrico Bellei grazie all’accorta tattica in 1.15 di gara posta in essere con il sempre disponibile Oregon Bond, prima scelta del tot a segno 8 nei confronti di Upper Jet e Unabomber Cup, arrivo ampiamente nelle previsioni con quota della terna vincente fissata in soli 16 euro.

Ancora un favorito a segno tra i 9 gentleman ed i cadetti protagonisti della terza corsa, tutto facile per gli ospiti marchigiani Valchiria Spin e Cristiano Pepponi che al ragguaglio di 1.15.2 hanno disperso gli avversari capeggiati per i gradini residuali del podio da Valez su Very Pan.

Alla quarta, distanza allungata e tre anni di buona levatura che dopo una scaramuccia iniziale tra Zimerman e Zazza Jet con quest’ultima preminente in 1.16.3 e l’avversario chiudere la gara stremato, nelle retrovie, mentre al secondo posto è giunto Zaffron Play su Zinder dei Greppi, il tutto a sancire il terzo successo su tre uscite per il “Figlio del vento” che dopo due mesi di stop agonistico sta risalendo prepotentemente la classifica nazionale.

La rottura dei due avversari più agguerriti, Tieppo Mrs e Triglav, ha spianato la strada, nella quinta corsa, ad un facile successo al declassato Pipino Baggins, da qualche tempo in training alla Pradona ed oggi accompagnato alla prima vittoria dopo quasi 19 mesi da Lorenzo Baldi in un significativo 1.15.1, mentre Uber Trio ha conquistato la piazza d’onore su Osiride Ron.

Tutti regolarmente al via, i diciotto partecipanti alla Tris quartè quintè, evento conclusivo del convegno, hanno percorso di conserva i primi due giri di gara seguendo le mosse del favorito Sirio Trio, poi Rustica Jet è scattata sull’avversario che, nel tentativo di contrapporre una difesa all’allieva di Enrico Bellei, è sbottato in un irrefrenabile galoppo con la giumenta allenata da Gennaro Casillo regalare il poker al suo partner ed i superstiti dalle numerose rotture, Urbino Dei Greppi, Talentuosa Bro, Sbirra Trio, nonché Rotokat a seguirne da lontano la figura e regalare ai pochissimi vincitori della scommessa tris, ben 8.888 euro, mentre quartè e quintè sono andati deserti promuovendo un jackpot rispettivamente di euro 17.783 e 2.648 .

Prossimo appuntamento sabato 10 marzo alle 15.35

Questa news è stata letta 400 volte dal 9 Marzo 2018