Mar 13

Arcoveggio: le corse di giovedi' 15 marzo 2018

Ippodromo ArcoveggioUno Italia vs Ubertino Grif. Intensa ed accattivante in tutte le sue sfumature tecniche, la programmazione del marzo bolognese regala all’Arcoveggio un giovedì dall’elevato tenore, con i primaserie anziani pronti a rodare la condizione prima di cimentarsi in sfide d’elite e le giovani leve ad inseguire progressi agonistici in vista dell'ormai imminente primavera, foriera di sfide sempre più impegnative.

Il clou di metà settimana celebra la passione e l’amore per il trotto di Gigi Andreini, esperto giudice d’arrivo del trotter felsineo, scomparso nel pieno dei suoi anni ed i cui amici saranno tutti in tribuna a ricordarne la figura e premiare i vincitori di giornata. La sfida a maggiore dotazione chiama alle armi sette provetti velocisti su cui spiccano i vincitori classici Uno Italia e Ubertino Grif, due dei migliori esponenti della leva 2013 pronti alla sfida a suon di parziali, con i rispettivi partner Lorenzo Baldi e Alessandro Gocciadoro a professare incondizionata fiducia e garantire spettacolo, mentre per la rivelazione del 2017, Unica Cagemar, la trasferta bolognese servirà da banco di prova dopo un inverno senza vittorie contrassegnato da rare uscite agonistiche, trovando in Enrico Bellei il tester ideale per guardare al 2018 con ottimismo, lo stesso che Andrea Vitagliano e Ultras Grif hanno palesato nelle loro incursioni parigine di gennaio e febbraio. Dura, ai limiti del sesto grado, per gli altri, i sauri Poseidon Bar e Tedo Fks e lo svelto Tale Inno, la cui velocità iniziale servirà per accaparrarsi un posto alla corda e sperare nelle altrui defaillance.

Ore 15.30, tre anni in pista e notevoli individualità da osservare in ottica vittoria, dal toscano di scuola Bondo e guida Esposito, Zefiro Degli Dei, alla emiliano-romagnola Zaragoza, griffe Verner , team Gocciadoro in regia ed un invidiabile ruolino di marcia, passando per la proposta del team Casillo/Bellei, Zelisa, mentre alla seconda corsa Zoe del Ronco è in pole nelle scelte grazie ad una forma al top ed alla partnership con Bellei, ma grande curiosità anche per Zed Wise As e Zillah Font, quest’ultimo in versione Virzì, senza trascurare l’ennesimo atout dei Gocciadoro, la maiden Zanna Baia.

L’asticella della qualità non flette nemmeno al sopraggiungere della terza corsa, con i cadetti alle prese con la breve distanza e Verde Milonga favorita per regolarità di servizio e guida del solito Bellei, ma con gli agguerriti Villeroy Si e Victory Ru Trebì assai minacciosi alla pari della new entry a casa Gocciadoro, Vincent Sm, mentre alla quarta -"seconda Tris" nazionale- il testimone passerà ai gentleman e ad anziani dalla forma generosa con Pattost e Thomas Manfredini ad inseguire un successo spesso sfumato di un amen nelle recenti uscite, con Rugiada Del Nord e Veneruso, nonché Sky Girl e Leonardo Vastano, Pickering e Tommasini agguerriti competitor.

Torna la leva 2014 per una quinta corsa disegnata su misura per il veloce Vuitton Bond, training di Battista Congiu e guida dell’esuberante Vp Dell'Annunziata, mentre le piazze sono il concreto obiettivo di Very Pan con Francesco Facci e di Voltaggio, alle cui redini si esibirà il top driver Roby Vecchione.

In chiusura, handicap maratona di prammatica con i migliori all’estremità dello schieramento ed il successo in bilico tra Ulena del Rio, Un’Altra Grif e Risk Bieffe, tutti a quota meno 40 metri, ma chance diffuse anche per l’avvantaggiato Porsche Font e gli inquilini del nastro di mezzo, Pedro Almodovar e Roger Jet.

Appuntamenti successivi all'Arcoveggio sabato 17 e domenica 18 marzo.

Questa news è stata letta 472 volte dal 13 Marzo 2018