Apr 13

Arcoveggio: le corse di domenica 15 aprile 2018

Ippodromo ArcoveggioDue lady in lizza nel clou. Intrigante due giorni all’Arcoveggio, con i tre anni in cima al robusto cartellone della domenica, nel quale spicca anche un incerto miglio per anziani guidati dai gentleman -mentre sul megaschermo si potranno godere anche i Grandi Premi di Torino*- il tutto a partire dalle ore 15.00 sino all’appropinquarsi delle 18.00, mentre martedì andrà in scena un affollato handicap sulla media distanza riservato ad esperti age.

Collocata come terza corsa del palinsesto, la prova a maggior dotazione della giornata propone eccellenti prospetti in un clima di diffuso equilibrio tattico, con il pronostico in bilico tra la velocista Zingara del Pino, allieva di Paolo Leoni affidata come sempre a Marco Stefani e Zaffiro Roc, ambizioso portacolori della Sant’Eusebio portato in gara da Vp Dell’Annunziata e atteso al riscatto dopo due flop consecutivi, mentre dal training center di Divignano scende lungo l’autostrada del Sole la promettente Zamora Font, oggi in versione Michela Racca e con un incoraggiante numero uno da sfruttare. Meno evidenti,ma non per questo marginali, le chance di Zirudela e Zoless, ospiti toscani presentati rispettivamente da Andrea Baveresi e Alessio Vannucci, con la prima esimia partitrice ed il secondo generoso performer spesso impiegato all’avanguardia ma nel frangente costretto ad agire di rimessa causa un comunque buon sette sul sellino.

La leva 2015 si incaricherà anche di aprire le danze del dì di festa con ben 11 contendenti impegnati sui due giri di pista, tutti a caccia del primo successo in carriera e con Zero Gravity (Porzio jr) prima opzione di un labile antepost, che affida chance anche a Zoele Bi, con Marco Stefani, e a Zultanio, guidato dal giovane Cintura, mentre alla seconda la pista si tinge di rosa per ospitare sette esponenti della generazione 2014 su cui spiccano Valencia Grif, con Vp alle redini, e Viperina Spin, affidata a Sandro Miraglia, annunciata in grande progresso di forma dal suo entourage, mentre la veloce Viola Bigi è una possibile sorpresa sulla quale sale il grintoso Marco Stefani.

Folla in pista alla quarta dove undici cadetti incrociano le forme con una vasta rosa di soggetti in grado di recitare ruolo di protagonisti, dal veneto Vignar, alla locale Violetta Laser passando per il progredito Valzer Dei Daltri, mentre alla quinta l’ex primaserie Sansone Bar trova una favorevole occasione per tornare al successo con la promettente Angela Capuano alle redini, nonostante le competitive presenze di Unicum Rl e Rouen Peste Tft, buoni atout in ottica podio per un Marco Stefani, assai impegnato in giornata, e per il professionale Lorenzo Baldi.

Agguerriti binomi e una certa qualità di base contraddistinguono la sesta corsa del convegno, ben undici le coppie in gara, con la partenza al fulmicotone tra Tammar Jet (Canali) e Tedo Fks (Pg Michelotto) ad infuocare le fasi iniziali della corsa ed il prevedibile forcing dei favoriti tecnici, Tundra dei Venti e Zaccherini, ad aggiungere sale alla contesa, mentre il prevedibilmente attendista Paco e la sua partner Elena Bruniera aspirano al podio, unitamente alla generosa Ramira Cof e all’altro Michelotto in trasferta da Padova, il grintoso Roberto.

Chiusura per esperti routinier chiamati all’impegno sulla spesso ostica media distanza, con Stella Trio e Marco Stefani possibili mattatori su Uliveto Bargal, oggi affidato a Greppi e tra i pochi a preferire i 2000 metri rispetto al miglio, mentre Ughian e Targhetta e Universal e Vp si candidano al podio.

Prossima riunione martedì 17 aprile, inizio ore 15.30

*Per l'occasione all'Arcoveggio sarà consegnato agli spettatori un giornalino-programma "Edizione Speciale" arricchito di contenuti, con info approfondite su tutti i Grandi Premi della giornata ippica nazionale.

Questa news è stata letta 761 volte dal 13 Aprile 2018