Mag 7

Arcoveggio: le corse di martedi' 8 maggio 2018

Arcoveggio BolognaUn martedì per intenditori Tornano i martedì del trotto bolognese, gradita novità portata dalla primavera 2018 che nel frangente regala agli esigenti appassionati felsinei un bel pomeriggio di corse, con sette appuntamenti agonistici su cui spiccano un handicap sulla media distanza riservato a undici soggetti di quattro anni ed una maratona sui tre giri di pista, a chiudere il convegno, alla quale hanno aderito ben sedici contendenti. La disamina tecnica apre, noblesse oblige, con i cadetti, che si sfideranno nel contesto ricco di individualità del Premio dott. Francesco Sabattini, con la prima delle due proposte targate Gocciadoro, Varsavia, al via dallo start ai comandi del talentuoso trainer emiliano, e l’allievo di Walter Zanetti affidato a Bellei, Vagabond Bi, senza trascurare il tentativo di Velina Vald, ospite lombarda che il finnico Rantanen e il siculo Di Lorenzo spostano in Emilia dal buen retiro di Bareggio. Non facile l’inseguimento per i penalizzati, con Valencia Min a ribadire la ritrovata vena agonistica grazie al sapiente lavoro di Lorenzo Baldi e tentare di ripetere l’arrembante e vittorioso percorso di quattro settimane orsono, mentre Veio, la seconda pedina del team Gocciadoro, si avvarrà della partnership con Roberto Vecchione per rivedere il gradino più alto del podio dopo lunga astinenza, con Valzer Di Poggio in sottordine per forma ed attitudini.

Tre anni in apertura e chance di peso per le due lady griffate Jet, la ben situata Zecca con Andrea Farolfi e la lesta Zebra Jet, che Marco Stefani proietterà presumibilmente in avanti, mentre non vanno trascurate la positiva Zancleaz, in pista anche lo scorso giovedì ed oggi affidata a Bellei, e l’altra nata a casa Toniatti, la maiden proposta da Lorenzo Baldi, Zagaia Jet.

Si prosegue nel segno dei gentleman, con un miglio per anziani dai numerosi candidati al successo, come il ritrovato Tilt di Ruggero e il grintoso Pattost, senza dimenticare il parziale d’avvio di Sognatore Adri, sui quali salgono, rispettivamente, Monti, Manfredini e De Luca, mentre il pluripremiato Zaccherini ci proverà con Oprheus Du Lac.

Alla terza, Zora Ans e Vecchione prime scelte su Bellei e Zaira Dvs, in alternativa la probabile leader Zuid Afrika Jbay col suo professionale partner Edoardo Baldi.

Ancora anziani alla quarta, ben undici i soggetti impegnati sulla breve distanza con una vasta rosa di probabile protagonisti, che vanno dai marchigiani Smart e Robben Dei Daltri al toscano Oregon Bond e alla veneta Pannonica, senza dimenticare il passato glorioso del giramondo di Palanga, Renè Palle Bigi.

Alla quinta, plebiscito per Vulcano Dei Venti, compagno di franchigia del vincitore del Lotteria, Urlo dei Venti, di cui ripropone il team Casillo al training e Bellei alle redini, mentre per le piazze ci proveranno Vincent Trio, con Marco Stefani, e Volt di Ruggero, altro inviato di Giovannino Palanga.
Dulcis in fundo la maratona per sedici, così divisi: dieci allo start, tre al nastro intermedio ed altrettanti all’estremità dello schieramento, con il pronostico a trazione posteriore che indica in Uliveto Bargal e Sunnyz i migliori a quota 2480, e nei tre del terzo anello Rajah Petral, Urla Del Ronco e Ulena Del Rio i possibili protagonisti in ottica vittoria.

Appuntamento successivo: giovedì 10 maggio ore 15.30. (non ci saranno corse nè sabato 12 nè domenica 13 maggio)

Questa news è stata letta 532 volte dal 7 Mag 2018